rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
La novità

Non solo Telepass: come cambia il pedaggio in autostrada e quanto si risparmia

Unipol sfida il sistema creato dal gruppo Autostrade 25 anni fa, lanciando la prima alternativa per oltrepassare i caselli autostradali senza doversi fermare per pagare. Come funziona UnipolMove e quanto costa

Il monopolio di Telepass è finito. Da qualche ora c'è un'alternativa alla scatoletta gialla e grigia che consente di superare i caselli autostradali con più comodità e rapidità, senza fermarsi a pagare il pedaggio con il rischio di rimanere incolonnati per decine di minuti. La compagnia di assicurazioni bolognese Unipol ha lanciato sul mercato "UnipolMove", un nuovo device che consente di saldare il pedaggio in via telematica e che rompe un monopolio durato un quarto di secolo da parte di Telepass, creata dal gruppo Autostrade nel 1997 e controllata al 51% da Atlantia, la holding della famiglia Benetton, e al 49% da Partners Group.

L'entrata di Unipol nel mercato del pedaggio telematico arriva proprio nei giorni in cui i circa sette milioni di clienti Telepass sono stati informati dalla società di telepedaggio di un rincaro di 0,57 euro al mese per il Telepass family - che ne porta il costo annuo a ridosso dei 22 euro - e di 0,28 euro al mese dell'apparato aggiuntivo (opzione Twin). "Siamo il primo operatore ad aver ottenuto la certificazione con la nuova normativa europea di servizio di telepedaggio europeo. Così, forti dei nostri 10 milioni di clienti assicurativi auto a cui poter proporre il prodotto, siamo entrati in un mercato dove fino a ieri non c'erano alternative", ha dichiarato il chief beyond insurance officer di UnipolSai, Giacomo Lovati.

La fine del monopolio di Telepass era stata sancita dalla direttiva europea 2019/520 sull'interoperabilità dei sistemi di telepedaggio autostradale, recepita in Italia dal decreto legislativo 153 del 5 novembre 2021. Ad ora l'unica alternativa al Telepass, ma solo per i veicoli pesanti, era rappresentata dal sistema messo a punto da Dkv. UnipolMove, a cui il gruppo bolognese ha lavorato per oltre un anno, è un ulteriore tassello nella strategia di ampliamento dei servizi per la mobilità, dove Unipol è già attiva nell'assistenza stradale, nella manutenzione e riparazione diretta dei danni, nel noleggio a lungo termine e nella vendita online di veicoli usati. Oltre a far alzare le sbarre dei caselli autostradali, UnipolMove consente di pagare multe, bollo auto, parcheggi, Ztl e rifornimento di carburante.

Cos'è e quanto costa UnipolMove, l'alternativa al Telepass

Come funziona e quanto si risparmia? Fisicamente UnipolMove si basa su un trasponder che comunica coi caselli autostradali, permettendo così di pagare il pedaggio senza doversi fermare. Ci sono vari modi per acquistarlo: online sul sito ufficiale; tramite app UnipolSai; in ciascuna delle agenzie UnipolSai. Una volta in possesso del dispositivo bisognerà completarne l'attivazione sull'app o sul sito web, collegandosi alla propria area riservata. Attualmente per utilizzare UnipolMove bisogna passare nei caselli riportanti il simbolo del Telepass europeo. A questo proposito UnipolSai sta lavorando con i partner per permettere l'utilizzo del dispositivo in Francia, Spagna e Portogallo.

Capitolo costi. L'alternativa offerta da Unipol è gratis per i primi sei mesi e costa un euro al mese, quasi la metà rispetto al canone annuo dell'operatore pioniere del servizio. Per acquistare il servizio serve un conto corrente bancario, ma non è necessario avere una polizza con la compagnia di assicurazioni bolognese. Riportiamo di seguito tutte le informazioni sulle tariffe, la registrazione e l'attivazione del servizio UnipolMove, spiegate sul sito di UnipolSai.

  • Per comprare il servizio UnipolMove non bisogna avere una polizza con la compagnia;
  • per comprare il servizio bisogna avere un conto corrente bancario;
  • il servizio funziona per le vetture e le moto con una cilindrata di almeno 150 cc;
  • il canone per l'utilizzo del dispositivo è gratuito per i primi 6 mesi;
  • trascorsi questi 6 mesi, bisognerà pagare un euro al mese;
  • un secondo dispositivo, che può essere necessario in famiglia, costerà 50 centesimi al mese;
  • UnipolSai si riserva di verificare "l'affidabilità creditizia" del cliente;
  • se non giudicherà affidabile il cliente, UnipolSai potrà non attivare il servizio;
  • se non si pagano tre fatture, la compagnia potrà recedere dal contratto e poi chiuderlo.

Il canone mensile UnipolMove scatta al primo passaggio autostradale. Se il dispositivo non si utilizza per un mese, il canone non scatta. L'attivazione della funzione "pay per use", per pagare solo quando lo si utilizza, ha un costo una tantum di 10 euro. I lavoratori che usano l'auto aziendale sia per l'attività professionale che per la vita privata, invece, pagano un abbonamento di 5 euro.

unipol move-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non solo Telepass: come cambia il pedaggio in autostrada e quanto si risparmia

Today è in caricamento