Venerdì, 14 Maggio 2021

I dieci temi della riduzione della povertà in Cina

Ma Huihuang (a sinistra), capo del team per la riduzione della povertà, e Shi Linjiao (al centro), una studentessa universitaria del paese, fanno una trasmissione in diretta tramite telefono cellulare per promuovere i prodotti locali nel villaggio di Shibadong, contea di Huayuan, nella prefettura autonoma di Xiangxi Tujia e Miao, Provincia di Hunan, 15 maggio 2020. Il villaggio di Shibadong si è sbarazzato della povertà nel 2016. Il reddito netto pro capite del villaggio è salito a 14.668 yuan nel 2019 dai 1.668 yuan del 2013. (Xinhua / Chen Sihan)

La riduzione della povertà è una sfida globale. Negli ultimi otto anni, la Cina ha raggiunto i suoi obiettivi di riduzione della povertà nei tempi previsti, sollevando quasi 100 milioni di persone dalla povertà e raggiungendo gli obiettivi di riduzione della povertà fissati dall'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite, un decennio prima del previsto. Perché la Cina potrebbe sradicare la povertà assoluta? Lo Xinhua Institute, un think tank cinese, ha pubblicato un rapporto alla fine di febbraio, proponendo un nuovo concetto di "China's Poverty Reduction Study". I dieci temi tipici nella pratica cinese di riduzione della povertà sono le vivide note a piè di pagina dello "Studio cinese sulla riduzione della povertà".

Tema 1: registrare le famiglie povere in modo da assisterle accuratamente

Come identificare con precisione la popolazione colpita dalla povertà e individuare le cause della povertà in modo da poter adottare misure personalizzate per persone e famiglie diverse è un problema pratico che il mondo non è stato in grado di risolvere per lungo tempo. Per un certo periodo in Cina, c'era solo un numero ma nessun nome delle persone che vivevano in povertà. Di conseguenza, in molte località l'assistenza non è stata mirata.

Dal 2014 la Cina ha istituito un sistema informativo nazionale per la riduzione della povertà. In un primo momento, la popolazione colpita dalla povertà è stata registrata e sono stati raccolti dati famiglia per famiglia attraverso standard e procedure unificati. Quindi, sono stati sottoposti al monitoraggio pubblico e sottoposti a revisione e approvazione, livello per livello. Dopo aver accolto i reclami e aver confrontato e verificato i dati interdipartimentali, le “false famiglie povere” sono state scartate per garantire l’accuratezza delle informazioni registrate.

Ora che in Cina tutta la popolazione colpita dalla povertà è stata censita, è possibile determinare anche chi è riuscito a sollevarsi dalla povertà, come, grazie a chi, con quali mezzi e così via. Il database fornisce un registro completo circa la riduzione mirata della povertà, così da scartare dalla lista solo chi si è risollevato davvero dalla povertà. 

Tema 2: la riduzione mirata della povertà porta alla rinascita del villaggio di Shibadong, come la fenice dalle sue ceneri

Il 3 novembre 2013, il presidente cinese Xi Jinping, anche segretario generale del Comitato centrale del Partito comunista cinese e presidente della Commissione militare centrale, si recò presso il villaggio di Shibadong nella provincia dell'Hunan per visitare i poveri. In quell’occasione, ha dato alcune indicazioni importanti, tra cui quella di "cercare la verità dai fatti, adottare misure adeguate alle condizioni locali, fornire indicazioni classificate e attenuare in modo mirato la povertà".

Nell'attuare la politica mirata di riduzione della povertà, il villaggio di Shibadong ha formulato un metodo in sette fasi per l'identificazione delle famiglie povere: questionario del capo famiglia, valutazione pubblica, revisione congiunta a tre livelli (comitati di villaggio, comitati del partito di township e team per la riduzione della povertà), annuncio pubblico, verifica comunale, approvazione a livello di contea e registrazione del nucleo familiare. In questo modo è stata effettuata un'accurata identificazione ed è stata fornita l'assistenza mirata.

Il villaggio iniziò a sviluppare l'industria dei kiwi, adattata alle condizioni locali. Allo stesso tempo, è stata promossa l'economia del lavoro, che aiuta gli abitanti dei villaggi a liberarsi dalla povertà e ad arricchirsi rapidamente, attraverso industrie con caratteristiche etniche, come la ristorazione, i servizi turistici, il ricamo di Miao e l'imbottigliamento dell'acqua minerale. Il reddito pro capite delle famiglie povere è passato dai 1.825,98 yuan del 2014 ai 12.483 yuan del 2019. Il villaggio di Shibadong ha sconfitto con successo la povertà millenaria e il suo paesaggio montano ha assunto un nuovo aspetto.

Tema 3: il gemellaggio Est-Ovest per alleviare la povertà - "Coloro che si arricchiscono prima aiutano gli altri a diventare ricchi"

La contea di Qingchuan della provincia del Sichuan si trova al confine tra Sichuan e Gansu, nel sud-ovest della Cina. Ha subito una pesante distruzione a causa del forte terremoto del 2008 ed è stata una delle contee più sottosviluppate della Cina. Con il supporto del distretto di Wuxing, città di Huzhou, provincia di Zhejiang nella Cina orientale, sono state piantate 5,4 milioni di piantine di tè dallo Zhejiang, è stata costruita una base di tè bianco da 1.517 mu (circa 1.011.333 metri quadrati) ed è stata introdotta dalla costa una catena industriale nel distretto produttivo.

Attraverso un'ampia mobilitazione negli sforzi per combattere la povertà, la Cina ha istituito un meccanismo di “abbinamento est-ovest” che comprende supporto del personale, aiuti finanziari, cooperazione industriale e coordinamento del lavoro. Ad esempio, la provincia di Zhejiang ha condiviso vantaggi e risorse con la sua regione gemellata, il che ha portato alla formazione di un sistema di assistenza industriale multidimensionale che include la costruzione congiunta di parchi di cooperazione industriale, enclave industriali, mercati specializzati con caratteristiche distintive e laboratori per la riduzione della povertà.

È esplosa una serie di industrie per alleviare la povertà, aiutando a sollevare la contea di Qingchuan dalla povertà nel 2019. Wu Bingfang, segretario del partito del distretto di Wuxing, città di Huzhou, provincia di Zhejiang, ha affermato che negli ultimi tre anni il distretto di Wuxing ha investito centinaia di milioni di yuan nella Contea di Qingchuan per aiutare a costruire un cluster industriale con una produzione annuale di 100.000 frigoriferi commerciali e progetti di supporto. "È dovere assoluto di coloro che sono diventati ricchi per primi quello di aiutare gli altri a diventare ricchi", ha aggiunto.

Negli sforzi della Cina per alleviare la povertà, le contee nella Cina orientale, come il distretto di Wuxing, che sono economicamente più prospere, si sono gemellate con le contee colpite dalla povertà nell'ovest, per portare avanti la cooperazione est-ovest nella lotta contro la povertà. Un gran numero di imprese è indirizzato a investire e avviare attività in occidente. I prodotti agricoli dell'ovest vengono venduti all'oriente tutto l'anno. Viene implementata la riduzione della povertà attraverso l'istruzione e l'assistenza sanitaria. Lo sviluppo regionale coordinato è incoraggiato in modo che possano raggiungere la prosperità comune.

Tema 4: Microfinanza per alleviare la povertà per "irrigazione a goccia" di precisione

Alla fine del 2014, l'Ufficio per la riduzione della povertà del Consiglio di Stato, il Ministero delle finanze, la Banca popolare e la China Banking Regulatory Commission hanno stabilito un nuovo meccanismo di riduzione della povertà e personalizzato un prodotto di microcredito per le famiglie registrate come povere per sviluppare industrie e aumentare il reddito. La Cina fornisce credito preferenziale alle famiglie povere sotto forma di "prestito inferiore a 50.000 yuan in tre anni al tasso di interesse di riferimento con sconto finanziario e nessun mutuo e nessuna garanzia ".

Nel frattempo, la Cina ha migliorato il sistema di credito rurale e tenuto sotto controllo i prestiti di credito; ha coordinato l'erogazione del credito e lo sviluppo industriale, ha adottato misure di prevenzione e controllo dei rischi e ha trasformato i vantaggi finanziari del microcredito per la riduzione della povertà in vantaggi industriali e risultati tangibili nella riduzione della povertà. Sono state adottate una serie di misure per garantire che le risorse creditizie siano "adeguatamente distribuite e tempestivamente recuperate", e che vengano convogliate alle stesse famiglie bisognose di sviluppo industriale come l'"irrigazione a goccia di precisione".

Tema 5: più di 80.000 centrali fotovoltaiche illuminano la "via di uscita dalla povertà"

Nella contea di Zigui, vicino alla diga delle Tre Gole, nella provincia di Hubei, negli ultimi anni sono state costruite 50 centrali fotovoltaiche, con una potenza totale di 10,86 megawatt. Entro la fine di settembre 2020, queste centrali fotovoltaiche avevano generato un totale di 42.579.210 kWh di elettricità, ed un introito di 45,8502 milioni di yuan, che è stato restituito a 51 villaggi chiave colpiti dalla povertà nella contea, beneficiando più di 9.200 famiglie e più di 25.000 persone colpite dalla povertà.

Questo tipo di progetti che utilizzano risorse di energia solare e i cui proventi vengono utilizzati per alleviare la povertà, è chiamato “centrali elettriche fotovoltaiche per ridurre la povertà”. In base al principio di adattare le misure alle condizioni locali, le centrali fotovoltaiche sono principalmente classificate in quattro tipologie: famiglia, villaggio, comunità di famiglie e centralizzato. Il loro funzionamento è affidato ad un soggetto terzo, professionista e orientato al mercato.

Nella distribuzione dei benefici, vengono progettati sussidi per lo sviluppo delle industrie nei villaggi poveri, sussidi per il mantenimento di strutture pubbliche a livello di villaggio e posti di assistenza pubblica, in modo che l'iniziativa delle persone colpite dalla povertà di "lavorare per soldi" e di "voler sbarazzarsi della povertà" possa essere incentivata, e può essere evitata un'equa distribuzione. 

cina 2-2-2

I lavoratori producono borse in un laboratorio per la riduzione della povertà nella contea di Hezheng, prefettura autonoma di Linxia Hui, provincia di Gansu della Cina nordoccidentale, 17 ottobre 2020. Affidandosi alla piattaforma della cooperazione di accoppiamento est-ovest per l'alleviamento della povertà, la contea di Hezheng ha introdotto produzione di scarpe e  borse e coltivazione di funghi commestibili per impiegare le famiglie povere vicino alle loro case nel laboratorio di riduzione della povertà (Xinhua / Shi Youdong)

Tema 6: l'e-commerce riduce lo spazio e il tempo per connettersi con i mercati

La città di Longnan nella provincia del Gansu nella Cina nord-occidentale, situata nella contigua area povera dei Monti Qinba. Negli ultimi anni, facendo affidamento sull'e-commerce, il governo locale ha costruito un sistema di marketing su Internet per i prodotti agricoli, lanciando un gruppo di prodotti agricoli divenuti "web celebrity" come noci, frassino spinoso cinese, olive, erbe medicinali cinesi e miele locale.

Molte aree colpite dalla povertà come Longnan hanno abbondanti prodotti agricoli di alta qualità con caratteristiche distintive, ma a causa dei disagi nel trasporto, della mancanza di informazioni e del mercato limitato, le risorse superiori non possono essere convertite in reddito dalla popolazione locale. Nei suoi sforzi per migliorare le infrastrutture nelle aree colpite dalla povertà, la Cina si è concentrata sull'affrontare gli anelli deboli nelle comunicazioni. Al momento, il 98% dei villaggi poveri della Cina ha accesso alla fibra ottica e il commercio elettronico è disponibile in tutte le 832 contee colpite dalla povertà.

Inizialmente guidato e promosso dal governo, viene costruito un meccanismo che collega il commercio elettronico con gli interessi delle famiglie povere. Con l'aiuto di Internet, il commercio elettronico per la riduzione della povertà ha aperto canali di flusso umano, logistico e informativo e ha accorciato la distanza spaziale e temporale tra i prodotti delle famiglie povere e il mercato globale, aiutando così i poveri ad alleviare la loro povertà e aumentare il loro reddito.

Tema 7: Un "Salto Millennario" - l'intero gruppo etnico Dulong si è scrollato di dosso la povertà

Oltre 4.000 persone del gruppo etnico Dulong vivono in una valle remota nel sud-ovest della Cina, a più di 3.000 chilometri da Pechino. Per migliaia di anni, la gente di Dulong ha coltivato, cacciato e pescato lì, vivendo in estrema povertà. Negli ultimi anni, il pagamento del trasferimento finanziario del governo e la costruzione assistita dalle imprese hanno aiutato la municipalità di Dulongjiang a migliorare le proprie infrastrutture. Le semplici case con il tetto di paglia e le case “biforcute” del passato sono state trasformate in case residenziali centralizzate con acqua ed elettricità, servizi igienici puliti e servizi completi. In passato attraversavano il fiume scivolando su una corda e venivano completamente tagliati fuori dal mondo esterno quando la neve bloccava le strade di montagna per sei mesi. Tutto questo è diventato storia dopo il completamento dei tunnel e la costruzione di strade con accesso alle autostrade nazionali.

La municipalità di Dulongjiang ha anche stabilito una base di sperimentazione agricola, una tecnologia di produzione innovativa e ha formato responsabili e lavoratori per esplorare un'industria di piantagione di amomum che non solo si adatta all'ambiente ecologico, ma produce anche economie di scala. Ora, la municipalità ha sviluppato altre industrie caratteristiche, come piantare Zhonglou (rizoma paridis, un'erba medicinale cinese), allevare buoi Dulong e polli Dulong. Attraverso l'e-commerce, prodotti speciali di montagna come il miele selvatico e la spugnola vengono venduti in tutto il Paese.

Il reddito netto pro capite è balzato da 908 yuan nel 2009 a 7.637 yuan nel 2019 e l'incidenza della povertà è scesa dal 95,26% allo 0,34%. Per tutte le sue alte montagne e le profonde vallate, la municipalità di Dulongjiang, contea di Gongshan, provincia dello Yunnan, ha fatto un "salto millenario", ed è diventata un esempio dei 56 gruppi etnici che hanno raggiunto la riduzione della povertà e una società moderatamente prospera sotto tutti gli aspetti, insieme, "senza lasciare indietro nessun gruppo etnico ”.

Tema 8: Quasi 10 milioni di persone sono state trasferite dai loro "poveri nidi"

Il trasferimento per ridurre la povertà è il progetto numero uno e fondamentale della campagna nazionale della Cina contro la povertà, ed è anche una soluzione definitiva per sbarazzarsi della povertà nelle aree che non possono sostenere le famiglie povere. La contea di Anlong, situata nella provincia del Guizhou della Cina sud-occidentale, aderisce al principio del "trasferimento basato sulla produzione e sui posti".

Quattro aree di reinsediamento sono costruite adiacenti alla città vecchia, parchi logistici della contea, parchi industriali, interessi turistici e punti panoramici, parchi di coltivazione di funghi commestibili, il che rende conveniente per le famiglie povere trasferite trovare un impiego. Grazie a questo è stato realizzato un sistema industriale con caratteristiche distintive, con coltivazioni di funghi commestibili, allevamenti di suini, shihu- (dendrobium nobile lindl), yiren- (orzo perlato), baiji- (bletilla striata). "Ad ogni famiglia viene assegnato un mu (circa 666,67 metri quadrati), che può generare 100.000 yuan all'anno, consentendo ai poveri di sbarazzarsi della povertà attraverso lo sviluppo di un settore".

cina 3-7

Foto scattata il 7 novembre 2018, mostra una centrale fotovoltaica “multivillaggio” per la riduzione della povertà, nel villaggio di Huojiaping, città di Yihe, contea di Suide, provincia di Shaanxi. Con la messa in funzione di questa centrale fotovoltaica locale da 33 megawatt, più di 12.300 persone provenienti da 82 villaggi poveri nella contea di Suide hanno visto il loro reddito aumentare costantemente. (Xinhua / Liu Xiao)

Tema 9: lo sviluppo dell'industria per dire addio al "luogo più amaro e arido al mondo"

La città di Dingxi, nella provincia del Gansu, nella Cina nord-occidentale, era da tempo conosciuta come un'area "del mondo numero uno per amarezza e aridità", con profonde montagne e aspre gole, nove anni su dieci di siccità, frequenti disastri e crisi ecologica intrecciata con la povertà. Le sette contee e distretti sotto la sua giurisdizione erano tutti obiettivi chiave per gli sforzi nazionali per alleviare la povertà.

Nella battaglia contro la povertà, la città di Dingxi ha lavorato duramente per sviluppare le industrie, scavando nei suoi vantaggi distintivi nella medicina tradizionale cinese a base di erbe, patate, verdure estive dell'Altopiano. Si forma così un paradigma con 7 industrie caratteristiche (bovini, ovini, ortaggi, frutta, erboristeria, patata e sementi) come piombo e piccoli mestieri, piccoli laboratori, piccole abilità, funghi commestibili, cereali, fiori, caprifoglio come supplemento.

Per favorire queste industrie, è stato lanciato un modello di riduzione della povertà industriale in cui "i fondi del progetto seguono le famiglie povere, le famiglie povere seguono le cooperative, le cooperative seguono le imprese leader e le imprese leader seguono il mercato". Si è così stabilito un meccanismo di collegamento stabile degli interessi tra le nuove entità operative e la popolazione povera.

Ora, più del 75% delle famiglie rurali nella città di Dingxi ha una fonte di reddito stabile grazie allo sviluppo delle industrie e 619.800 persone colpite dalla povertà sono state risollevate dalla povertà grazie all'agricoltura e all'allevamento. Ora la città ha registrato 842.300 poveri da 200.000 famiglie povere, 1.101 villaggi colpiti dalla povertà e 7 contee impoverite sono stati tutti risuscitati dalla povertà, rimuovendo, una volta per tutte, l'ostacolo che aveva soffocato la città di Dingxi per migliaia di anni.

Tema 10: la riduzione della povertà ecologica vince due battaglie in un campo di battaglia

La fragilità ecologica aggravata dalla povertà regionale sono solitamente causa ed effetto reciprocamente, il che completa un circolo vizioso. Il conflitto tra sopravvivenza e protezione ecologica ha sempre sconcertato l'umanità.

Nella lotta della Cina contro la povertà, la priorità è stata data alla costruzione ecologica nelle aree povere ecologicamente fragili. Il lavoro di soccorso è adottato per effettuare il rimboschimento del suolo, il ripristino e il miglioramento ecologico e allo stesso tempo aumentare il reddito dei poveri, mentre nelle aree povere con risorse ecologiche relativamente ricche, l'accento è stato posto sullo sviluppo di industrie ecologiche, che prendono i vantaggi delle risorse ecologiche per creare maggiori opportunità per i poveri di ottenere maggiori entrate.

Implementando il sistema di compensazione ecologica e fornendo posti di lavoro di gestione e protezione, le risorse ecologiche sono ben conservate, trasformando "acque limpide e montagne verdi" in ricchezze in senso reale.  Un gran numero di ex "taglialegna" sono stati trasformati in "guardie forestali" e "pastori" trasformati in "protettori dell'erba". 





 





 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I dieci temi della riduzione della povertà in Cina

Today è in caricamento