rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Non profit

Social bonus, firmato il regolamento

Firmato dal ministro Orlando il decreto di adozione del regolamento per l'attribuzione del credito di imposta agli enti non-profit per favorire il recupero di beni pubblici non utilizzati

Il ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Andrea Orlando ha firmato il decreto di adozione del regolamento per l'attribuzione alle persone fisiche, agli enti e alle società del credito d'imposta, il cosiddetto "social bonus". Un passo in avanti, fanno sapere dal ministero, per la completa attuazione di quanto previsto nel Codice del terzo settore, il testo che ha riordinato e rivisto il complesso di normative sul tema non-profit (Decreto legislativo 3 luglio 2017, n. 117).

Il decreto fissa inoltre le modalità per l'attribuzione, la misura del credito d'imposta e i criteri per la sua fruizione.

Il social bonus sarà ripartito in tre quote annuali di pari importo. L'articolo 4 del decreto stabilisce che il credito di imposta sarà "riconosciuto nella misura del 65% delle erogazioni liberali in denaro effettuate da persone fisiche e del 50%, se effettuate da enti o società". Tali erogazioni devono essere effettuati ad enti del terzo settore per la copertura dei costi per il recupero di immobili pubblici non utilizzati e di beni mobili e immobili confiscati alla criminalità organizzata, affinché possano essere utilizzati per svolgervi attività di interesse generale non commerciali.

Possono usufruirne "le persone fisiche, gli enti che non svolgono attività commerciali e tutte le imprese, indipendentemente dalla forma giuridica, dal settore economico in cui operano, nonché dal regime contabile adottato".

Il provvedimento, firmato martedì 7 dicembre dal ministro Orlando, è stato trasmesso ai Ministeri dell'Interno, dell'Economia e delle Finanze e della Cultura, per l'acquisizione delle firme degli altri ministri competenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Social bonus, firmato il regolamento

Today è in caricamento