Giovedì, 4 Marzo 2021

Trasporti pubblici, la ripartenza arranca: -25% rispetto al periodo pre-pandemia

Secondo i dati di Moovit, l'app per la mobilità urbana, tra il 14 e il 25 settembre mancano all'appello un quarto degli utenti: ecco le percentuale nelle principali macroaree

Foto di repertorio

Dal 14 settembre con la riapertura delle scuole e il ritorno a pieno regime degli uffici e delle aziende, anche il trasporto pubblico è tornato a 'muovere' milioni di utenti in tutta Italia. Ma come è andata questa ripartenza? Come era facile prevedere, nelle principali città italiane è stato registrato un calo diffuso tra i frequentatori di bus e metropolitane: un fenomeno confermato fai dati di Moovit, app per la mobilità urbana utilizzata da oltre 865 milioni di utenti nel mondo, che ha rilasciato in dati relativi sull’utilizzo del trasporto pubblico in Italia negli ultimi dieci giorni lavorativi coincidenti con la riapertura delle scuole, da lunedì 14 a venerdì 25 settembre. 

Trasporto pubblico, come è andata la ripartenza?

I dati fanno riferimento agli spostamenti con autobus urbani ed extraurbani, linee metropolitane, tram e treni regionali da parte di utenti che utilizzano l’app Moovit.Otto le macroaree analizzate: Roma e Lazio, Milano e Lombardia, Torino e Asti, Genova e Savona, Venezia, Bologna ed Emilia-Romagna, Napoli e Campania, Palermo e Trapani. Questi i dati della percentuale media di utenti che utilizzano quotidianamente il trasporto pubblico rispetto a una normale giornata pre-pandemia:

  • Roma e Lazio 76%
  • Milano e Lombardia 74%
  • Torino e Asti 79%
  • Genova e Savona 85%
  • Venezia 76%
  • Bologna ed Emilia-Romagna 82%
  • Napoli e Campania 71%
  • Palermo e Trapani 73%

Trasporto pubblico, calo medio del 25%

Secondo i dati di Moovit, il trasporto pubblico ha registrato un calo medio del 25% degli utenti nel periodo tra il 14 e il 25 settembre. Un dato che va comunque preso con le pinze, visto che la percentuale è in linea sia con l'assenza di turisti, sia con una grossa fetta di lavoratori ancora impegnati nel lavoro da remoto o su turnistica per evitare di raggiungere la capienza massima degli uffici.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporti pubblici, la ripartenza arranca: -25% rispetto al periodo pre-pandemia

Today è in caricamento