Venerdì, 17 Settembre 2021
Economia Taranto

Schiarita sulla trattativa Ilva, Calenda pronto a riconvocare il tavolo

Il colosso Franco-Indiano sarebbe disposto a riaprire la trattativa a partire dal livello di 10.000 occupati (e 3.300 esuberi, non più 4.000 grazie ad uscite e pensionamenti)

La trattativa Ilva verso una netta schiarita. Il tavolo di negoziato si era bruscamente interrotto lo scorso 6 ottobre, ma il ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda ha annunciato di volerlo riconvocare "a breve", con ogni probabilità già nella prossima settimana. 

Il Ministro ha deciso di sedersi nuovamente al tavolo dopo aver ricevuto informazioni dai Commissari Straordinari che in questi giorni hanno tenuto aperto il dialogo con Am InvestCo. Enrico Laghi, Carlo Carrubba e Pietro Gnudi hanno informato Calenda della "disponibilità di AMInvestCo ad affrontare, conformemente agli impegni presi, i temi essenziali della negoziazione con le rappresentanze sindacali, quali i livelli occupazionali, le garanzie normative e i livelli retributivi". 

Lo 'schiaffo' di Calenda: cosa è successo

Che cosa significa? In altre parole il colosso Franco-Indiano sarebbe disposto a riaprire la trattativa a partire dal livello di 10.000 occupati (e 3.300 esuberi, non più 4.000 grazie ad uscite e pensionamenti) con un costo medio lordo del personale di 50.000 euro ad addetto. La trattavia non sarà in ogni caso semplice.

Ilva, il nuovo piano industriale cancella i diritti: sindacati in rivolta

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schiarita sulla trattativa Ilva, Calenda pronto a riconvocare il tavolo

Today è in caricamento