Domenica, 1 Novembre 2020
Tredicesima in arrivo, ma che disuguaglianze: gap di genere e territoriali. Foto archivio Ansa

Tredicesima in arrivo, quante disuguaglianze

Le stime dell’Osservatorio statistico dei consulenti del lavoro per il 2019 confermano i gap territoriali e di genere dell’economia italiana. L'importo medio è di 956 euro, ma con un'ampia "forbice" fra addetti part time e a tempo pieno. La "gratifica" di fine anno si concentra (prevalentemente) nelle tasche dei lavoratori settentrionali. Donne penalizzate

Anche la tredicesima in arrivo nel mese di dicembre evidenzia gap di genere e territoriali dell'economia italiana. Il dato emerge con chiarezza dalle stime per il 2019 dell'Osservatorio statistico dei consulenti del lavoro relative alle prossime tredicesime. "Le stime condotte dal nostro Osservatorio statistico - afferma il presidente della Fondazione Studi consulenti del lavoro, Rosario De Luca - confermano le disuguaglianze esistenti, non solo nelle opportunità di lavoro, ma anche nelle retribuzioni percepite dai lavoratori dipendenti del settore privato del Nord e del Sud Italia". Il report sulla tredicesima è stato realizzato sulla base di dati Inps.

"Ciò che preoccupa di più è che da una parte aumenta sempre più il part time, soprattutto quello involontario e femminile, e dall'altra diminuiscono le ore lavorate, con notevoli ricadute sulle pensioni dei lavoratori e sull'economia dell'intero Paese".

Tredicesima in arrivo: gli importi medi

Ma andiamo con ordine. Un volume complessivo di tredicesime erogate di 12,5 miliardi di euro netti, pari a 20,9 lordi, è in arrivo per i 13,1 milioni di dipendenti del settore privato extra agricolo. L'importo medio della tredicesima in riscossione in questi giorni sarà pari, secondo i consulenti del lavoro, a 956 euro, con un'ampia forbice fra dipendenti part time (529 euro) e full time (1.192 euro).

tredicesima dicembre 2019-2

I consulenti del lavoro ricordano che "la tredicesima mensilità è stata introdotta nel 1936 per i soli impiegati del settore industriale, ma si è dovuto attendere il Decreto del Presidente della Repubblica del 28 luglio 1960 n. 1070 perché il beneficio venisse esteso a tutti i lavoratori. Nel settore privato i dipendenti che risultano occupati nel mese di dicembre 2019 sono circa 13,1 milioni. La retribuzione media giornaliera di 79 euro varia molto in funzione della tipologia di orario in quanto i dipendenti full time percepiscono in media 94 euro mentre i part time, in particolare le donne, percepiscono meno della metà (49 euro)".

Tredicesima, donne penalizzate dal part time

Per effettuare il calcolo della tredicesima, serve tuttavia - spiega ancora il report dei consulenti del lavoro - tenere in conto le giornate di lavoro annue che dipendono dalla data di assunzione del dipendente. Infatti, non tutti i dipendenti hanno lavorato un anno intero, tanto che le giornate medie retribuite risultano essere 241 per ogni lavoratore. Solo il 54% dei lavoratori ha lavorato per un anno intero, mentre il 24,4% ha lavorato per un periodo che va dai sei agli undici mesi ed il restante 22% ha lavorato meno di sei mesi.

tredicesima dicembre 2019 2-2-2

E i consulenti del lavoro ricordano che la quota di part-time fra i 13 milioni di dipendenti presi in analisi, è pari al 28,8% del totale. Questa forma di lavoro caratterizza quasi la metà del lavoro femminile (46,4%) mentre è pari al 16,2% fra gli uomini: "Se prendiamo in considerazione i 3,8 milioni di dipendenti part time, oltre i 2/3 (67,2%) sono donne".

Tredicesima, le differenze territoriali: chi prende di meno e chi di più

La "gratifica" di fine anno si concentra (prevalentemente) nelle tasche dei lavoratori settentrionali. La distribuzione geografica delle tredicesime risente molto degli stipendi medi e della diffusione del part time. E la variazione degli stipendi a livello territoriale e la maggiore diffusione del part time nel Meridione comportano che la tredicesima media percepita da un sardo o un siciliano (746 euro) per il 2019 sia inferiore di 210 euro rispetto alla media italiana (-28%) e di 331 euro rispetto ai lavoratori del Nord ovest (-44%). Infatti, secondo lo studio dei consulenti del lavoro, se si analizza il volume complessivo delle tredicesime nette (12,5 miliardi) per area, emerge che ben 3,7 miliardi di euro di tredicesime (il 37% del totale) sarà a disposizione dei residenti nelle regioni del Nord ovest, mentre il 26% (3,3 mld di euro) nel Nord est. Per le regioni meridionali la quota è del 16% (5% nelle isole) mentre il Centro potrà contare sul 20% del volume complessivo delle tredicesime.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Pensioni, calendario di pagamento 2020 e mini aumenti: tutte le novità

tredicesima dicembre 2019 3-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

Tredicesima in arrivo, quante disuguaglianze
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...