Lunedì, 22 Luglio 2024
Crisi economica

Tsipras a Roma: "Patto con Renzi per cambiare la Troika"

Tappa in Italia per il primo ministro greco che spera di incassare l'appoggio di Renzi per piegare la Merkel. Berlino però resta fredda: "La questione della Troika non è in agenda"

Fa tappa a Roma la missione in Europa del nuovo premier greco Alexis Tsipras. Dopo Cipro, Tsipras oggi pomeriggio arriva in Italia, preceduto dal suo ministro delle Finanze, Yanis Varoufakis che ha in agenda un incontro con il collega italiano Padoan. Obiettivo: presentare le richieste contro le politiche d'austerity imposte dalla troika. 

Una visita, quella del leader di Syriza, seguita con molto interesse dai media greci. Secondo il quotidiano economico Capital, il governo greco cerca infatti "di aprire un varco nell'immagine europea di austerità ponendo da una parte le sue speranze nel primo ministro italiano Matteo Renzi e, dall'altra, smussando le proprie posizioni a cominciare dalla questione della cancellazione del debito pubblico, per raggiungere un accordo-ponte con il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker". 

Insomma, taglia corto il Capital, "Alexis Tsipras sarà a Roma per cercare di ottenere dal collega italiano il sostegno che metterebbe fine alle politiche di austerità". 

ROMA - E Renzi? Il premier, dai microfoni di Rtl, si è mostrato dialogante. "È fondamentale dare un messaggio chiaro noi abbiamo detto che vogliamo cambiare la politica economica in Europa e non per la Grecia. Siamo in prima linea e son contento che in tanti stanno arrivando". 

Sullo sfondo però restano i dubbi sulla solvibilità del debito greco (pari al 175% del Pil), e le preoccupazioni per l’esposizione delle banche italiane."L' Italia è uno dei creditori della Grecia, ma vuole adottare una posizione logica e non strangolare il proprio debitore - ha detto il sottosegretario alla presidenza del consiglio, Sandro Gozi, intervistato dall’agenzia greca Ana-Mpa. Roma, ha sottolineato, è pronta "ad ascoltare con interesse e sincerità le richieste e le proposte del governo greco".

BERLINO  - Il premier greco ha incassato il sostegno di Obama ("non è possibile continuare a spremere paesi che sono nel mezzo della crisi”, ha detto il Presidente Usa), ma non ha smosso di un millimetro la Merkel. Ieri Tsipras ha assicurato che la Grecia ripagherà i debiti verso BCE e FMI ma restano le divergenze sul ruolo della Troika e sui meccanismi di controllo dell’Ue. Secondo Berlino la questione della Troika semplicemente "non è in agenda". Tradotto: la Germania pretende il rispetto degli impegni presi da Atene e non intende neanche sentir parlare di una "nuova riduzione" del debito greco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tsipras a Roma: "Patto con Renzi per cambiare la Troika"
Today è in caricamento