Martedì, 28 Settembre 2021
Crisi economica

Ue, prima mossa di Tsipras: "Non collaboreremo con la Troika"

L'annuncio del ministro dell'Economia, Yanis Varoufakis, nella conferenza stampa al termine dell'incontro con il presidente dell'Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem. La replica: "Le azioni unilaterali non vanno bene". Tsipras lunedì a Cipro e martedì in Italia

"Lavoreremo con le istituzioni europee, ma non ci sarà cooperazione con la Troika". Inizia così l'era Tsipras che rischia di travolgere gli equilibri dell'Unione europea. Ad annunciarlo è stato Yanis Varoufakis, nuovo ministro delle Finanze, nella conferenza stampa al termine dell'incontro con il presidente dell'Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem. Come promesso, quindi, la rottura della linea europeista di Atene è arrivata e ha messo nel mirino del nuovo governo marca Syriza i diktat della Troika. 

Immediata la replica del presidente dell'Eurogruppo: "Le azioni unilaterali non vanno bene. La conferenza sul debito europeo chiesta da Syriza? Non se ne parla, per quello c’è già l’Eurogruppo. Non esiste una data di scadenza del programma di aiuti" ha concluso Dijsselbloem. "I greci hanno pagato un prezzo carissimo alla crisi, sarebbe un peccato buttare tutto all'aria ora". 

VAROUFAKIS - Il nuovo governo della Grecia targato Syriza "è stato eletto puntando a rimettere in discussione il programma di aiuti" europeo. "Non tradiremo tutto questo chiedendo una estensione", ha affermato il ministro delle Finanze Yanis Varoufakis. "Cercheremo di convincere i partner che elaborare un nuovo accordo è nell'interesse dell'Europa"

DIJSSELBLOEM - Nei colloqui di oggi ad Atene sono state esaminate diverse "possibilità" in campo sul programma di aiuto europeo alla Grecia, ma "non sono state raggiunte conclusioni". Così il presidente dell'Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem, secondo quanto riporta Dow Jones, ha replicato al ministro greco al termine degli incontri oggi con vari esponenti del nuovo governo greco, guidato da Alexis Tsipras, il leader di Syriza. "Abbiamo degli interessi comuni con la Grecia: vogliamo la sua ripresa nell'area euro", ha detto ancora Dijsselbloem, parlando di un "dialogo costruttivo". Il presidente dell'Eurogruppo ha messo in guardia dal procedere in maniera unilaterale, mentre ha riferito che il governo greco punta a cercare soluzioni che vadano a soddisfare "entrambe le parti".

TSIPRAS A CIPRO - Intanto è arrivata la notizia che Alexis Tsipras, visiterà lunedì l'alleato Cipro nella sua prima visita all'estero dopo la vittorie elettorale di domenica. Lo hanno annunciato le autorità cipriote. In una breve visita in un Paese limitrofo, beneficiario come Atene di un piano di salvataggio dell'Unione Europea, Tsipras incontrerà il presidente Nicos Anastasiades e si rivolgerà al parlamento di Nicosia.

VISITA ANTI TROIKA - Il portavoce del governo, Nicos Christodoulides, ha detto ai giornalisti che la visita dovrebbe "evidenziare la stretta cooperazione che è a lungo esistita tra Grecia e Cipro". Syriza, il partito di sinistra di cui Tsipras è leader, è salito al potere domenica promettendo di mettere fine alle durissime misure di austerity dopo sei anni di recessione, chiesta da Ue e Fondo Monetario Internazionale in cambio dell'intervento per evitare il default. Cipro è un altro membro dell'eurozona che ha avuto bisogno di aiuti nel marzo 2013, per scongiurare il crollo del proprio sistema.

MARTEDI' A ROMA - Tsipras e Anastasiades dovrebbero discutere di eurozona, crisi ucraina e iniziative per risolvere la divisione di Cipro. Sia Nicosia sia Atene sono state riluttanti sanzionare Mosca per il conflitto in Ucraina. Il capo del governo greco proseguirà il suo tour europeo con un visita a Roma martedì, dove incontrerà il premier Matteo Renzi, quindi sarà a Bruxelles, probabilmente mercoledì, per vedere il presidente della Commissione Ue Jean Claude Juncker.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ue, prima mossa di Tsipras: "Non collaboreremo con la Troika"

Today è in caricamento