rotate-mobile
Giovedì, 25 Aprile 2024
Economia

Niente soldi, niente vacanze: 8 milioni di italiani resteranno a casa

Quasi un italiano su cinque non potrà godersi le ferie estive. I motivi? La maggior parte non se le può permettere per carenze economiche, ma c'è anche chi non ha interesse ad andarci

Per molti italiani sta arrivando il momento di staccare la spina e godersi le meritate vacanze dopo un anno di duro lavoro. Per molti ma non per tutti, visto che circa 8,3 milioni di residenti nel Belpaese non avrà modo, per diversi motivi, di trascorrere le ferie estive in qualche località marittima, nello Stivale o all'estero. E' il dato che emerge da una ricerca commissionata da Facile.it all'istituto di ricerca mUp Research e condotta con l'ausilio di Norstat su un campione rappresentativo della popolazione nazionale. 

Perché 8 milioni di italiani non andranno in vacanza?

Più di 8 milioni di nostri connazionali non potrà godersi le vacanze. Quasi un italiano su cinque non si sposterà dalla città di residenza e i motivi di questa 'rinuncia' sono diversi. Al primo posto, secondo i dati forniti da mUp Research e Norstat, al primo posto tra le motivazioni troviamo i problemi economici:  il 64% di chi rinuncerà alle vacanze, ovvero 5,3 milioni di persone, ha dichiarato, semplicemente, di non potersele permettere. Appuntamento, invece, solo rimandato per 1,4 milioni di persone (17% dei rispondenti che non partiranno); faranno sì le ferie, ma più avanti. Può sembrare curioso, eppure ci sono ben 1,2 milioni di italiani (15%) che non faranno ferie perché… non hanno interesse a farle!

Chi sono gli italiani a non partire?

Se a livello complessivo a non partire questa estate saranno soprattutto i single (1 su 3 resterà a casa), gli over 55 (più di 1 su 4) e i residenti nel Centro Sud (più di uno su cinque), analizzando la sola parte di rispondenti che hanno dichiarato di non potersi economicamente permettere le vacanze, emerge un altro quadro. A dover rinunciare alle ferie per motivi economici sono principalmente le famiglie con 3 o 4 componenti, ma anche i giovani con età compresa fra i 25 ed i 34 anni (fra chi, in questa fascia d'età non parte, quasi 7 su 10 lo fa per ragioni economiche). Guardando all'altra metà della mela, sono circa 35,5 milioni gli italiani che partiranno per le ferie, ma dove andranno? Il Belpaese si conferma la meta privilegiata per i vacanzieri 2018, tanto che più di 7 rispondenti su 10 (73%) hanno dichiarato di scegliere come destinazione una delle località di villeggiatura italiane, mentre il 18% trascorrerà le ferie all'estero e il 9% dei rispondenti all'indagine ha dichiarato che alternerà un viaggio in Italia con uno oltre confine.

Vacanze, spesa media 1.580 euro ma molti sotto i 1.000

In media gli italiani che partiranno trascorreranno in vacanza 10,6 giorni e se è vero che il budget pro capite mediamente stanziato per le ferie è risultato pari a 1.580 euro, il 52% dei vacanzieri non arriverà a spendere più di 1.000 euro. Questo valore, però, cambia sensibilmente a seconda dell'età del viaggiatore; se gli under 25 sono quelli che spenderanno di meno, in media 785 euro, saranno gli adulti tra i 35 e 54 anni e gli over 55 a destinare maggiori risorse economiche alla vacanza, con una spesa media pro capite pari a, rispettivamente, 1.700 euro e 1.913 euro.

Estate 2018, le destinazioni preferite dagli italiani

Budget diversi e, evidentemente, legati anche alla durata delle vacanze, che si preannunciano mediamente corte per i giovani con meno di 35 anni, dei quali circa il 50% farà viaggi inferiori ai 7 giorni, mentre i più adulti si concederanno soggiorni di durata maggiore, superiori alla settimana per il 62% di coloro che hanno tra i 35 e 54 anni e per il 69% degli over 55. 

Le assicurazioni sulle vacanze

Per tutelarsi dai rischi connessi alle vacanze, chi parte, soprattutto per viaggi lunghi e fuori dall'Italia, sempre più frequentemente si assicura da eventuali imprevisti sottoscrivendo una polizza viaggio; secondo l'analisi di Facile.it nei primi 5 mesi del 2018 le richieste di polizze vacanza raccolte tramite il sito sono aumentate del 30,4% rispetto allo stesso periodo del 2017.

Tra le assicurazioni più diffuse c'è quella per l'annullamento della vacanza, che rimborsa il cliente nel caso in cui fosse costretto a cancellare il viaggio per gravi motivi, e quella per le spese mediche, che serve per pagare i costi legati a eventuali prestazioni sanitarie urgenti non coperte dal Servizio Sanitario Nazionale del Paese in cui si soggiorna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Niente soldi, niente vacanze: 8 milioni di italiani resteranno a casa

Today è in caricamento