Martedì, 13 Aprile 2021

Versace diventa americana: accordo con Michael Kors

Il gruppo di lusso statunitense avrebbe raggiunto l'accordo per una cifra vicina ai 2 miliardi di dollari

Donatella Versace

Sono in via di definizione i dettagli dell'accordo che porterà la vendita di Versace a Michel Kors. Le voci delle ultime ore davano in pole position tra gli acquirenti anche Tiffany e il colosso Tapestry che ha in portafoglio i marchi Coach, Kate Spade e Stuart Weitzman. Alla fine a spuntarla è stato Michael Kors, il gruppo del lusso americano proprietario della griffe di pelletteria omonima e di Jimmy Choo, marchio londinese acquisito nel 2017 per un miliardo di dollari, ad avere la meglio. Uno degli advisor dell'operazione è lo studio legale Orsingher Ortu. La valorizzazione del marchio dovrebbe essere compresa in una forbice che va da 1,5 ai 2 miliardi di dollari. La firma ufficiale del contratto è prevista per le prossime ore, mentre l'annuncio ufficiale potrebbe arrivare in serata o nella giornata di domani.

Fino ad oggi Versace era controllata all'80% dalla famiglia Versace e al 20% da Blackstone. Il gruppo finanziario statunitense ha infatti raggiunto un accordo con la casa di moda nel 2014, un accordo che, all'epoca, valutava la società con sede a Milano a circa 1 miliardo di euro. Le azioni rimanenti invece sono nelle mani dei fratelli Donatella e Santo Versace e della figlia del direttore creativo Allegra Versace Beck. Per quanto riguarda il prezzo dell'imminente cessione, la casa di moda dovrebbe essere valorizzata circa il doppio rispetto alla valutazione di quattro anni fa, aggirandosi intorno ai due miliardi di dollari.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Versace diventa americana: accordo con Michael Kors

Today è in caricamento