rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
LAVORO

Voucher, la maggioranza ha deciso: cancellati del tutto per evitare il referendum

Fissato un periodo di transizione fino al 31 dicembre 2017. Già domani il governo potrebbe emanare il decreto

I voucher saranno aboliti a partire da gennaio 2018. La conferma è arrivata in queste da Patrizia Maestri (Pd), relatrice della proposta di legge che verrà votata questo pomeriggio in commissione Lavoro della Camera. E già da domani il governo potrebbe emanare il decreto per cancellare completamente i buoni lavoro.

È questa la decisione della maggioranza per scongiurare il referendum sui voucher voluto dalla Cgil. Una soluzione lampo per fare in modo che il termine di conversione del decreto scada prima della data della consultazione referendaria. "Oggi voteremo per l'abrogazione totale dei voucher", ha spiegato Patrizia Maestri. "Ci sarà un periodo di transizione fino al 31 dicembre 2017 per permettere di utilizzarli a chi li ha già acquistati".

Secondo la deputata Pd l'abrogazione "va bene, è un risultato inatteso ma positivo, speriamo però che il governo non li faccia poi rientrare sotto altre forme". La maggioranza ha dunque scelto la soluzione più drastica, nonostante il coro di critiche che in queste ore si sta levando dal mondo delle imprese.

Voucher aboliti da gennaio 2018

Maurizio Stirpe, vicepresidente di Confindustria, parla di "errore clamoroso". "I voucher pesano per lo 0,19% del totale delle ore lavorate. Meglio proseguire con la tracciabilità aumentando l’area dei controlli sugli abusi".

Voucher aboliti da gennaio 2018

In particolare nel mondo delle imprese temono che senza i buoni lavoro, o uno strumento analogo, si favorisca il lavoro nero. "Anche senza i buoni lavoro - ha detto il presidente di Confesercenti, Massimo Vivoli - i mini-jobs continueranno ad esistere: servirà dunque un altro strumento per regolamentare tutte quelle prestazioni occasionali che nelle imprese non possono essere inquadrate in rapporti di lavoro tradizionale, soprattutto in quei settori – come il turismo, il marketing, il commercio e l’organizzazione eventi – che si trovano spesso a dover fronteggiare aumenti imprevedibili ma momentanei dell’attività".

Voucher aboliti da gennaio 2018

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Voucher, la maggioranza ha deciso: cancellati del tutto per evitare il referendum

Today è in caricamento