Lunedì, 15 Luglio 2024
Apple TV+

Dark Matter, la spiegazione del (poco sensato) finale della serie fantascientifica

Cosa succede in "Intreccio", 9° e ultimo episodio della prima e unica stagione della serie che Blake Crouch ha tratto dal suo libro

Mercoledì 19 giugno 2024 su Apple TV+ è uscito Entanglement (in italiano "intreccio"), il nono e ultimo episodio di Dark Matter, miniserie tv fantascientifica che Blake Crouch (autore anche di Wayward Pines) ha tratto dal suo stesso omonimo romanzo di successo del 2016. 

Fin dalla recensione dei primi episodi, qui su Today.it avevamo avvertito che Dark Matter è a nostro avviso una serie tv "da guardare senza farsi troppe domande": lo avevamo visto dopo aver visto in atemprima la serie completa, e finalmente possiamo condividere in questa spiegazione-sintesi del finale il nostro (sindacabilissimo) giudizio con chi ha visto la conclusone di questa serie. Chiaramente, di qui in poi ci sono tutti gli spoiler del caso.

Cosa succede nell'episodio finale di Dark Matter

La puntata si apre con Jason 2 (quello che si è sostituito al buon Jason 1, il protagonista a cui ci siamo affezionati) che viene pestato da Jason-con-cappello per sapere dove sono Charlie e Daniela, e viene pestato di nuovo quando Jason 2 spiega che la moglie e il figlio (non suoi) lo hanno scoperto e abbandonato dopo averlo gettato giù dalle scale. 

Jason 1, intanto, si è finalmente ricongiunto con la sua famiglia e sono in fuga, ma i numerosi messaggi che arrivano ai telefoni di sua moglie e suo figlio gli fanno capire che ormai questa dimensione è piena di tutti gli altri Jason che si sono creati ogni volta che lui, da solo o con Amanda, ha preso la decisione di aprire una porta dando vita a una nuova dimensione. 

Dunque la famiglia Dessen è bloccata e qualunque idea Jason si faccia venire verrà anche agli altri Jason paralleli. Ci pensa allora Charlie a creare un piano a cui gli altri non possano arrivare: nascondersi nella casa al mare della famiglia del suo amico James. Qui finalmente Jason ha il tempo di parlare con Charlie prima e Daniela poi di quello che ha dovuto affrontare per tornare a casa. 

Quella notte Jason apre la sua email e si imbatte in una cartella, denominata Entanglement, che lo porta su una chat dove si trovano tutti gli altri sé - ce ne sono 103 nella chat - che si scambiano informazioni e proposte di regolamento conti per decidere chi si terrà Daniela e Charlie, ad esempio con una lotteria. Il mattino dopo, Daniela confessa al marito che all'inizio le era piaciuto il nuovo Jason, ma poi aveva capito che non era quello giusto, mentre lui racconta alla moglie dell'altra Daniela, incontrata, quella che era diventata un'artista senza di lui. 

A casa Dessen intanto c'è Jason-con-cappello, che si sveglia e fa colazione come se fosse nella sua dimensione, con Jason-1 legato in ostaggio mentre lui inizia a sospettare del nuovo Jason che si è unito alla chat la sera prima e non ha registrazioni di carte di credito o altro. Quindi scrive a Blair, l'amica di Daniela, dal cellulare di Jason 2 e le dà appuntamento fingendosi Jason 1 per ridarle la macchina che lei ha prestato all'amica. 

Jason-cappello racconta a Jason 2 che la sua Daniela-2 è morta, a causa di quelli con cui lui aveva il progetto di varco dimensionale, che l'hanno uccisa per impedirle di aiutare l'altro Jason. Poi c'è Leighton che ha ucciso Ryan e poi c'è la povera Amanda, che era così spaventata che alla sesta porta aperta si è trovata davanti una foresta ed è stata uccisa da un grosso ramo cadutole addosso. 

"Pensavo che ti sarebbe piaciuta la mia vita" dice Jason 2, facendo arrabbiare ancora di più Jason-cappello, che però ha ricevuto la risposta di Blair, pronta a passare alla casa sotto il binario della metropolitana. Quando arriva, nella casa silenziosa trova il sangue di Jason 2 e sale su, trovando Jason 2 legato e Jason cappello che le chiede di fare il favore di rintracciare la sua macchina.

Blair rifiuta, lo colpisce e prova a scappare ma Jason-cappello la ferma sparando un colpo in aria. Lei fa per arrendersi e dargli il telefono, ma poi gli spruzza uno spray urticante negli occhi e lo mette ko, chiedendo spiegazioni a Jason 2.

Anche Daniela chiede spiegazioni al suo Jason, che fa un paragone con un pesce che nuota in un lago e che un giorno viene spostato in un altro lago e capisce che l'universo è molto più misterioso di quanto possiamo comprendere. Daniela gli chiede se ha mai pensato di fermarsi in un altro mondo e Jason risponde che sì, ha avuto la tentazione una volta, ma che non ha mai smesso di desiderare di tornare a casa.

Più tardi quella sera, dopo che Daniela ha dato uno sguardo alla chat e insieme al marito hanno messo a letto Charlie, la moglie dice al marito di aver comunicato agli altri Jason che hanno preso una decisione, ovviamente quella di stare insieme. Ma poco dopo Jason vede un'ombra nel giardino e capisce che c'è ancora da lottare. Fuori trova un Jason morente, e poi un altro venire colpito: insomma, il nascondiglio è saltato.

Un altro Jason è entrato in casa e lo costringe a spogliarsi e a dirgli la parola di sicurezza, parte uno scontro fisico che si risolve quando il Jason "sbagliato" viene ucciso con un colpo alla fronte sparato da... un altro Jason, che però consegna la sua pistola a Daniela: è Jason-2, quello che ha costruito la scatola multidimensionale, pentitosi per tutto il casino che ha provocato. 

Charlie lo colpisce con un pugno ma lui incassa senza reagire, e spiega che li ha trovati attraverso un'app di geolocalizzazione nel telefono di Blair, e gli altri a sua volta hanno rintracciato lui. Gli lascia un'auto e li aiuta a scappare, restituendo la fede nuziale al suo legittimo proprietario. I Dessen scappano, investendo l'ennesimo Jason che prova a fermarli sparando. 

Ma dove andare ora? Charlie nota che Jason-2 ha lasciato loro in auto una scatola di 40 fiale per i viaggi interdimensionali, e una borsa con le ceneri del defunto figlio Max: tutto ciò di cui hanno bisogno per lasciarsi questa dimensione alle spalle, compreso un'iPhone con una registrazione di una sua confessione di quello che ha trovato in questa dimensione che lo ha reso così geloso da stravolgere la vita propria e di tutti gli altri. 

Jason 2 si scusa, ma spiega che questo mondo non è più sicuro per i Dessen, che quindi devono andarsene in un'altra dimensione dove ricominciare la propria vita. Charlie è comprensibilmente riluttante, visto che per un adolescente non è facile cambiare città figuriamoci dimensione, ma si fa convincere a fare questo trasferimento. 

Al cubo è pieno di altri Jason, che però sorprendentemente non sono lì per fermarli ma per dire addio, perché hanno capito che quella fuga è l'unico modo per loro di avere un'esistenza normale. Qualche Jason fa ancora resistenza ma alla fine li lasciano passare ed entrare nel cubo, tra mormorii d'addio. E mentre vediamo gli altri personaggi, da Ryan a Blair, lasciare le dimensioni in cui si erano persi per tornare a casa e in alcuni casi ritrovarsi in quella di Amanda, i Dessen lasciano che sia Charlie ad aprire la porta che li conduce alla loro nuova casa.

Joel Edgerton in Dark Matter

Tutte le cose che non ci tornano nel finale di Dark Matter

Va bene, accettiamo senza problemi che i Dessen trovino una dimensione accogliente prima di essere sterminati. Accettiamo anche che gli altri si ritrovino senza di fatto neanche conoscersi. Non è il lieto fine che ci lascia perplessi, per quanto ci abbia fatto sorgere una domanda: visto che ormai gli altri Jason sembravano essersi arresi, perché i Dessen se ne vanno lo stesso? Forse per non doversi occupare delle immaginiamo complicate questioni legali che sorgeranno quando saranno trovati decine di corpi col DNA di Jason?

A parte questo, comunque, quello che più facciamo fatica ad accettare è comprendere è proprio la questione dei mille Jason. Partiamo da un dato di fatto: gli altri Jason vengono creati, nella serie come nel libro, quando Jason fa una decisione nei suoi viaggi dentro la scatola. E dunque Jason-1 altro non è che una creazione di Jason-2, secondo questo ragionamento. Ma quindi in realtà è Jason-2 che pre-esiste a tutti gli altri, mentre Jason-2 si è creato, lui e la sua dimensione, solo quando Jason-2 (siamo tutti d'accordo che quindi dovrebbe essere lui l'1 e l'altro il 2, vero? Va bene, ma lasciamo i numeri dove stanno per evitare altre confusioni) ha creato la scatola e ha desiderato vivere in un mondo dove lui non aveva fatto carriera ma famiglia. 

E dunque Jason-1 altro non è che una creazione di Jason-2, e ciò porta a successive domande su tutti gli altri Jason, che sono creazioni di Jason-1 (ma anche fossero di Jason-2 poco cambia). Arriviamo quindi alla questione centrale: perché tutti quei Jason volevano stare nel mondo di Jason-1?

Se quei Jason sono uguali a Jason-1 fino a qualche decisione nella scatola, avranno la loro Daniela e il loro Charlie da cui tornare, no? O è casualmente successo qualcosa di brutto a tutte le loro famiglie? In alternativa, se non hanno mondi felici a cui tornare, perché non ce li hanno, se invece Jason-1 ce l'ha ed è lui a sua volta una creazione di Jason-2?

In conclusione, qualcosa non torna e non può tornare nell'intreccio, per usare il titolo dell'ultimo episodio, di Dark Matter. Ma per fortuna, se non altro, non ci sarà una stagione 2 a peggiorare ulteriormente le cose. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dark Matter, la spiegazione del (poco sensato) finale della serie fantascientifica
Today è in caricamento