Venerdì, 19 Luglio 2024

Claudio Pizzigallo

Giornalista

"Finch" è il film che conferma la sublime grandezza di Tom Hanks

Tom Hanks è, a nostro sindacabilissimo giudizio, uno dei più grandi attori viventi. Chi scrive queste righe lo scoprì nel celebre Big (quel film con la scena dell'enorme pianoforte suonato coi piedi, nonché il film che ebbe un omologo italiano in Da grande con Renato Pozzetto), lo ammirò in Turner & il casinaro, Ragazze Vincenti e Insonnia d'amore e divenne definitivamente un adepto del culto a lui riservato con Forrest Gump.

Finch_Photo_0107-2

Questo straordinario interprete aveva già dato prova di saper tenere un intero film sulle sue spalle ai tempi di Cast Away (che uscì l'anno dopo di Il miglio verde), ma ventidue anni dopo ha confermato la sua incontestabile grandezza con Finch, film uscito lo scorso novembre in streaming esclusivo su Apple TV+. Se anche voi amate Tom Hanks, o se state cercando un film da guardare su Apple TV+, o se vi piacciono i film post apocalittici, allora Finch è un film che non può mancare nella vostra watch list. Prima di spiegare perché, riassumiamo in breve la trama del film.

Di cosa parla il film Finch

Siamo in un futuro non troppo lontano, quindici anni dopo che un'eruzione solare ha squarciato quel che restava dello strato di ozono nella nostra atmosfera. Di conseguenza, tutti gli esseri viventi non possono più esporsi ai raggi solari, quindi non crescono più piante e persone e animali possono uscire all'aperto senza protezioni da astronauti solo di notte, altrimenti la pelle letteralmente frigge sotto i raggi solari.

Finch_Photo_0105-2

Finch Weinberg è un ingegnere robotico che in qualche modo è riuscito a sopravvivere, e che ora ha come unico compagno (non un pallone da pallavolo di nome Wilson ma) un cagnolino di nome Goodyear, oltre a un robottino che sembra un cane e che lo aiuta nelle sue missioni di recupero di cibo e altri beni di prima necessità.

Purtroppo, però, Finch è malato e non gli resta molto da vivere. Per questo ha creato un nuovo robot, più grande e molto più sofisticato del primo, alla cui intelligenza artificiale Finch ha deciso di affidare un compito di fondamentale importanza: badare a Goodyear dopo che lui sarà morto. Appena dopo averlo quasi del tutto sistemato una tempesta sta per travolgere il rifugio dove vivono Finch e Goodyear, quindi questra strana comitiva parte alla ricerca di un posto dove continuare la quotidiana lotta con la sopravvivenza. Ci fermiamo qui per non spoilerare, invitandovi a guardare il trailer ufficiale di Finch

I motivi per guardare Finch

Il robot a cui Finch vuole affidare Goodyear è doppiato nella versione italiana da Caleb Landry Jones, nella versione italiana da Gabriele Lopez. Per il resto, in questo film diretto da Miguel Sapochnik (il regista che ha diretto vari episodi di Game of Thrones tra cui La battaglia dei bastardi, e che dirige anche lo spinoff House of the Dragon) c'è solo lui, il nostro Tom Hanks.

Finch_Photo_0102-2

Per quasi due ore, la storia di Finch scivola via leggera, ma intensa, grazie all'ennesima magnifica interpretazione di questo attore, che in una specie di Io sono Leggenda (anche lì c'era un cane come co-protagonista) dei giorni nostri accompagna il pubblico tra scene divertenti, momenti drammatici, passaggi ad alta tensione e apprezzabili discorsi sul senso della vita. 

Alla fine - che ovviamente non vi sveliamo - ci si rende conto di aver visto praticamente un solo attore in scena per tutto il film, eppure non ci si è mai sentiti davvero "soli", proprio come capita a Finch. Anzi, la sensazione prevalente è quella della meraviglia, del puro stupore. E se non è questa la magia del cinema, e di una sua stella così luminosa, allora non sappiamo proprio cos'altro possa essere.

Finch_Photo_0101-2

Voto: 8.5

Si parla di
"Finch" è il film che conferma la sublime grandezza di Tom Hanks
Today è in caricamento