rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024

Claudio Pizzigallo

Giornalista

See 3, archiviati anelli e draghi ecco la serie tv fantasy (completa) da guardare

Con la fine della prima stagione di Gli Anelli del Potere prima e House of the Dragon poi, è probabile che gli amanti delle serie tv fantasy sentano un grande vuoto, ma abbiamo un rimedio: guardare See, la serie tv (completa, cioè fino alla stagione finale) di Apple TV+ con protagonista Jason Momoa, ovvero - appunto - l'indimenticato Khal Drogo di Game of Thrones.

Per chi non la conoscesse, See parla di un futuro, tra circa cinquecento anni, in cui a causa di un virus genetico l'umanità si è quasi estinta, e i sopravvissuti sono da generazioni tutti ciechi. Tutti o quasi, aggiungiamo senza fare troppo spoiler, visto che il titolo della serie tv significa "vedere".

A descriverla così sembrerebbe una serie distopica e di fantascienza più che fantasy, e in effetti tecnicamente lo è, ma noi la classifichiamo nella stessa categoria di Signore degli Anelli e Trono di Spade (o Tenebre e Ossa, o La Ruota del Tempo ecc.) per quell'ambientazione medievaleggiante e per quell'insieme di credenze, tradizioni e dinastie tipiche del fantasy, al netto di una effettiva mancanza di draghi, streghe, elfi o magia in generale. 

Se non l'avete mai vista e volete saperne di più, vi consigliamo di leggere la recensione senza spoiler che abbiamo fatto qualche tempo fa, perché qui sotto ci addentreremo nella storia della terza e ultima stagione, uscita con i suoi episodi tra 26 agosto e 15 ottobre sulla piattaforma streaming della Apple. E, per chi ha visto anche il gran finale di serie, in fondo parleremo anche della spiegazione dell'atto conclusivo.

See_Photo_030101-2

Di cosa parla See 3

La seconda stagione finiva con la vittoria di Paya su Pennsa, e più precisamente con Baba Voss che uccideva il fratello Edo e poi decideva di andarsene da qualche parte da solo, a meditare su quello che aveva fatto e anche sul fatto che la moglie Maghra, credendolo morto, si era risposata - non per amore, ma per obbligo della perfida sorella Sibeth - con Lord Harlan, che alla fine è comunque un brav'uomo, al netto del suo essere un contrabbandiere, ed è anche da sempre innamorato di lei.

See_Photo_030109-2

E poi c'era un'altra uccisione, decisamente meno nobile, ovvero quella perpetrata da Sibeth alla cara vecchia Paris, che l'aveva persino salvata prima quando stava per essere giustiziata da Tamacti Jun, comunicando a tutti la gravidanza della regina deposta e agli "arresti domiciliari".

See_Photo_030201-2

Ed ecco più o meno la situazione di partenza della terza e conclusiva stagione di See. Baba è sulle montagne del nord, insieme al suo amico Ranger, un ex soldato di Ganite fatto schiavo e usato come cavia da Trivantes, che una volta scappato si è rifugiato lontano da tutti con la sua compagna Lu, che in effetti non è proprio contenta di ospitare questo amico del compagno, che in effetti attira sempre guai.

Maghra è a Pennsa, non riesce bene a liberarsi di Sibeth perché, a differenza della sorella, è troppo buona e non vuole uccidere la madre del suo bi-nipote (il padre è Kofun, lo ricordiamo, quindi Maghra è sia zia sia nonna di Wolffe, chiamato come il padre di Maghra e Sibeth). Kofun intanto non riesce ad accettare la paternità, mentre Haniwa pensa ancora alla sua amata Wren che è ancora una soldata di Trivantes. 

See_Photo_030108-2

A proposito: dopo la vittoria di Greenhill Gap, il trattato di pace dovrebbe essere una questione semplice, ma i trivantiani esigono la testa di Sibeth (che aveva fatto massacrare i diplomatici trivantiani per scatenare la guerra nella stagione 2, e non bastano neanche le doti amatorie di Harlan a convincere l'ambasciatrice Trovere.

Come se non bastasse, come avevamo già visto nel finale della scorsa stagione, alla Casa dell'Illuminazione quello spietato di Tormada, il generale-scienziato, ha messo sotto Oloman e i suoi fratelli e le sue sorelle vedenti a fabbricare "armi di fuoco e fulmine", come le chiama Baba, o anche dette semplicemente bombe. 

Le bombe, ovviamente, serviranno per distruggere Pennsa e sottomettere il regno di Paya a Trivantes, e incidentalmente a elevare Tormada a signore incontrastato, ma prima dovrà vedersela con gli agguerriti membri della famiglia Voss-Kane e tutti i loro amici nuovi e vecchi. E qui ci fermiamo, per non spoilerare (almeno non qui), invitandovi a guardare il trailer della terza stagione di See.

Il nostro giudizio sull'ultima stagione di See (no spoiler)

Dopo "solo" tre stagioni, siamo arrivati alla fine di questo viaggio tra buio e luce. Dopo un esordio convincente e una seconda stagione praticamente perfetta, il timore di una conclusione "deludente" stile Game of Thrones c'era, inutile nasconderlo.

Invece la serie scritta da Steven Knight ha "tenuto botta" fino all'ultimo, mantenendo alta la tensione con le ormai "solite" bellissime scene di battaglia, ma anche con dialoghi mai banali e personaggi che non lasciano mai indifferenti (e interpretati alla grande).

See_Photo_030103-2

È vero, come abbiamo già spiegato, che questa è una serie fantasy solo per modo di dire, ma riesce benissimo a trasportarci in quest'universo futuro che sembra passato, con spade e frecce come armi nobili e le bombe come qualcosa di puramente malvagio (quasi una dicotomia tolkeniana...), e con lotte e battaglie sui campi di battaglia e nelle sale del potere (come nell'universo di Martin). 

In definitiva, See riesce nella non semplice impresa di mantenersi a livelli di eccellenza dalla prima all'ultima puntata, al netto di una mezza sbavatura di cui parliamo qui sotto, e si conferma, almeno a nostro giudizio, come una delle migliori serie tv "fantasy" di sempre. E, soprattutto di questi tempi, non è affatto poco.

Voto: 8.5

See_Photo_030102-2

La spiegazione del finale di See 3 (con spoiler) e una critica/teoria

Dunque, i buoni hanno vinto, con l'estremo sacrificio di Baba Voss che ha dato una martellata alle bombe così forte, ma così forte, che le ha fatte esplodere tutte, sterminando gli ultimi soldati che lui, Ranger e amici e parenti vari non avevano ancora ucciso. Ovviamente è morto anche lui, mentre ricordiamo che Sibeth era stata uccisa da Maghra (che le aveva fatto credere di arrendersi e di volerle bene per poi a sorpresa sfilarle il pugnale che teneva infilato sotto la pelle del polso - che schifo! - e tagliarle finalmente la gola) e l'infame Tormada era stato fatto fuori da Ranger, che finalmente aveva ottenuto la vendetta per le torture subite, infilando le mani fin dentro al cervello del suo vecchio aguzzino. 

Gli altri - Maghra, figli e nipote; Wren, Ranger, Tamacti Jun, Charlotte e chiunque non sia stato colpito dalle bombe - sopravvivono, e devono affrontare il dopo. E qui arriviamo alla piccola "sbavatura", o meglio a un aspetto che non ci ha convinto: dopo la fine della battaglia, riprendono le trattative di pace tra Paya e Trivantes, con questi ultimi rappresentati da chi?

See_Photo_030106-2

Da Nevla, ovvero la Banca, che non solo insiste con il voler bandire come streghe e stregoni da uccidere tutti i vedenti eccetto i presenti, ma ha pure la faccia tosta di dire una cosa come "ah che paura queste bombe, io sono scappata per miracolo a un attentato di quel cattivomne di Tormada....". Ecco, non abbiamo cpiato la conclusione del suo personaggio, che avremmo preferito smascherata e giudicata come merita invece di fare quella pulita. Non sarà mica una cosa lasciata lì come pretesto per un sequel / spinoff?

A parte questo aspetto, nel finale ci sono ancora da raccontare due cose: la fine di Haniwa e quella di Kofun. Quest'ultimo affina le sue arti diplomatiche e oratorie, comprendendo il suo destino di futuro sovrano, ma per ottenere il consenso del suo popolo e anche per vivere il mondo come lo vive suo figlio Wolffe, comunica alla madre l'intenzione di togliersi la vista. E così lo vediamo un'ultima volta, ancora vedente, con il figlioletto davanti a un panorama mozzafiato, per poi chiudere gli occhi in un primo piano emblematico.

See_Photo_030104-2

Haniwa, invece, dopo aver ricevuto da Charlotte la mappa della sua sorellastra Sheva, decide di andarsene da Pennsa con la moglie Wren, senza dire nulla alla sua famiglia (mentre la povera Maghra ancora deve elaborare il lutto di Baba). Dopo un lunghissimo cammino, finalmente le due arrivano a destinazione: un'immensa libreria, dove non vedono (almeno non subito) Sheva e gli altri figli di Jerlamarel, ma conoscono decine e decine di persone vedenti che le accolgono, le abbracciano e donano loro la speranza per il futuro di cui hanno (e abbiamo) disperatamente bisogno.

Concludiamo con una curiosità: per quelli che si sono chiesti "ma che città è quella in cui arrivano?", la risposta è: New York City, e precisamente la New York Public Library della Quinta Strada a Manhattan. 

Si parla di

See 3, archiviati anelli e draghi ecco la serie tv fantasy (completa) da guardare

Today è in caricamento