rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024

La recensione

Claudio Pizzigallo

Giornalista

The Big Cigar, azione e Storia nella serie tv sul fondatore delle Pantere Nere

Dal 20 maggio al 14 giugno su Apple TV+ sono in uscita i sei episodi di The Big Cigar, miniserie tv incentrata sulla figura di Huey P. Newton, attivista afroamericano che negli anni ‘60 fondò con l’amico Bobby Seale il partito delle Pantere Nere. 

In particolare, il titolo della serie fa riferimento a una storia di una vera fuga mascherata da film (un po’ tipo Argo di Ben Affleck) che non fu più prodotto (finora) e che divenne il tema di un articolo pubblicato nel 2012 su Playboy da Joshuah Bearman, oggi produttore esecutivo di The Big Cigar. Per capirci meglio, seguiteci in questa recensione della serie di Apple TV+.

Di cosa parla The Big Cigar

La serie, il cui "presente" è il 1974, ripercorre in flashback la storia di Huey P. Newton come attivista per i diritti delle persone di colore.  Huey, interpretato da Andrè Holland, narra quindi di come tutto iniziò, a metà degli anni ‘60, quando fondò le Pantere Nere, la cui prima attività fu di pattugliare armati le strade dei quartieri dove la polizia picchiava e uccideva cittadini neri. 

Le Pantere Nere crebbero in popolarità, il che portò alle rappresaglie del governo in tutte le sue forme, fino a incastrare Huey per un omicidio non commesso e chiuderlo in carcere tra botte e isolamento per tre anni. 

Quando ne esce, le Pantere Nere hanno perso popolarità, ma lui decide di cambiare la principale attività del suo partito verso un pacifico cambiamento sociale fatto di programmi di supporto ai poveri della comunità nera. 

In questo nuovo percorso viene aiutato da alcune star di Hollywood che hanno a cuore la causa delle Pantere Nere: tra loro spicca Bert Jerome Schneider (Alessandro Nivola), un produttore televisivo e cinematografico che nel 1974 si offrirà di aiutarlo a scappare appunto tramite un progetto-film chiamato The Big Cigar, che era il nome in codice per Cuba. Prima di spiegare (senza spoiler) quanto c’è di vero in questa serie, rivediamo il trailer ufficiale di The Big Cigar.

The Big Cigar racconta una storia vera?

Per quanto poco nota, la vicenda della fuga mascherata da film raccontata in The Big Cigar è vera. Bert Schneider, che aveva raggiunto la fama producendo Easy Rider, sostenne davvero la causa di Newton e del suo partito, con soldi e mezzi e rischiando la propria stessa vita. Come riporta un approfondito articolo della rivista Time, il film della fuga fu poi rifiutato da alcune società di produzione che si erano dette interessate, e alla fine non se ne fece più nulla. Finora. 

I veri Huey P. Newton e Bert Schneider

Perché vedere The Big Cigar

Per noi italiani, o almeno per chi non ha vissuto quegli anni, parlare di Pantere Nere porta a ricordare soprattutto la celebre foto dei due atleti statunitensi che sul podio delle Olimpiadi del 1968 a Città del Messico alzano un pugno con un guanto nero. 

Ciò nonostante, questa serie riesce a essere nello stesso tempo un manuale di storia e uno show di azione e dialoghi brillanti. Si riconoscono temi che di recente abbiamo visto in serie come Them e volendo anche in Il Simpatizzante, il tutto con uno stile impeccabile sotto ogni punto di vista. 

Non stiamo certo parlando di una serie leggera, ma la visione risulta lo stesso scorrevole, per quanto foriera di turbamento. In più abbiamo scoperto una interessantissima pagina di Storia.

Voto: 7.3

Si parla di

The Big Cigar, azione e Storia nella serie tv sul fondatore delle Pantere Nere

Today è in caricamento