rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
In sala

I film da vedere al cinema questa settimana (20-26 aprile 2023)

Tutti i titoli in uscita questo giovedì, le trame e i trailer: torna Nanni Moretti con Il sol dell’avvenire, il trionfo horror de La casa – Il risveglio del male

Con il ritorno di Nanni Moretti si apre una nuova settimana di cinema: il suo nuovo film Il Sole dell’avvenire, ma anche il nuovo capitolo sequel della trilogia raimiana de La Casa, l’incredibile vicenda del “Cocainorso”, le riflessioni familiari di Amira e la tensione e la rabbia di November – I cinque giorni dopo il Bataclan; scopriamo tutte le trame e i trailer dei titoli in uscita in sala da giovedì 20 aprile 2023.

Il Sol dell’Avvenire

Film di Nanni Moretti, Margherita Buy, Valentina Romani, Silvio Orlando, Barbora Bobulova e Mathieu Amalric

Giovanni è un regista senza più la fiducia nel mondo che lo circonda. L’ultimo progetto a cui si sta dedicando è un film ambientato nella Roma del 1956, colpita dalla storica nevicata e dalla notizia dell’entrata dei carri armati sovietici a Budapest, in cui il protagonista– segretario della sezione del PCI del quartiere del Quarticciolo – si muove senza più orientarsi. Nel frattempo scrive anche un film tratto da “Il nuotatore” di John Cheever e immagina già la sua prossima pellicola, senza rendersi conto della crisi con la moglie che vuole lasciarlo o del suo produttore sull’orlo del fallimento.

Nanni Moretti torna due anni dopo Tre Piani con una commedia – presentata in concorso al Festival di Cannes 2023 – che contiene e rispecchia pienamente tutto il suo stile, dagli echi politici fino ai rapporti di coppia e le riflessioni sul cinema (con anche riferimenti all’avvento di Netflix). A un cast d’eccezione si aggiunge una ricchissima colonna sonora.

La Casa – Il risveglio del male

di Lee Cronin, con Alyssa Sutherland e Lily Sullivan

Dopo essere state per lungo tempo separate, due sorelle si stanno finalmente riavvicinando tra loro. Il ricongiungimento viene però interrotto dal ritrovamento di un manufatto che risveglia dei terribili demoni: la reunion familiare si trasforma così una lotta per la sopravvivenza.

L’intricata e complicata saga de La Casa nata negli anni Ottanta si arricchisce di un nuovo capitolo: Lee Cronin si inserisce questa volta direttamente nella trilogia originale di Sam Raimi, firmandone il sequel diretto e, allo stesso tempo, una sorta di reboot. Nuove protagoniste – le due sorelle interpretate da Sutherland e Sullivan – entrano in contatto con il libro dei morti.

Cocainorso

di Elizabeth Banks, con Keri Russell e O’Shea Jackson Jr.

Un orso ha mangiato oltre 30 kg di cocaina, oltre 15 milioni di dollari di droga contenuti in una grossa borsa piombatagli direttamente dal cielo. Il narcotrafficante Andrew Thronton, infatti, rientrando dalla Colombia, è stato costretto ad abbandonare l’aereo in aviaria e gettare nel vuoto il pacco. Ora i suoi scagnozzi sono a caccia della droga, ma l’orso è incontenibile e sta gettando nel panico turisti e ranger della foresta.

Ispirato a fatti realmente accaduti negli Stati Uniti, nel 1985 in Kentucky, la storia di Cokey viene trasformata da Elizabeth Banks in una commedia nera dai ritmi schizofrenici e personaggi sopra le righe.

Amira

di Mohamed Diab, con Saba Mubarak e Ali Suliman

Amira è un’adolescente palestinese nata da un concepimento assistito. Il padre, condannato all’ergastolo in un carcere israeliano, ha infatti fatto arrivare alla moglie il suo seme con il metodo del contrabbando. Nonostante l’abbia visto sempre e solo in prigione, la giovane ha creato un forte legame d’affetto col padre. Quando quest’ultimo decide di avere un secondo figlio con lo stesso metodo, però, viene scoperta la sua sterilità, ribaltando così il mondo di Amira, che si mette sulle tracce del suo padre biologico.

Presentato in anteprima mondiale alla 78ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, sezione Orizzonti, il film di Mahamed Diab – che afferma di essersi ispirato a fatti di cronaca riguardo le carceri israeliane – è una grande riflessione sul valore della vita e del senso di appartenenza, sia esso culturale che familiare.

November – I cinque giorni dopo il Bataclan

di Cédric Jimenez, con Jean Dujardin e Anaïs Demoustier

Il 13 novembre del 2015 una serie di attentati – con epicentro al Bataclan di Parigi – gettano nel panico la Francia e il mondo: 130 morti in una delle più violente aggressioni in Europa dalla seconda guerra mondiale. I servizi segreti si mettono subito sulle tracce di Abdelhamid Abaau, sfuggito pochi mesi prima a un’operazione antiterroristica internazionale ad Atene.

Cédric Jimenez racconta le indagini dei cinque giorni successivi alla tragedia del Bataclan con un grande ritmo quasi thriller e, allo stesso, tempo, tanta lucidità storica, il tutto senza escludere riflessioni su temi chiave.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I film da vedere al cinema questa settimana (20-26 aprile 2023)

Today è in caricamento