rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Le migliori serie Netflix

Le migliori serie Netflix del 2023

Le più belle serie debuttate a oggi sulla piattaforma di streaming in questo nuovo anno

Il 2023 è terminato lasciando spazio all'arrivo di un nuovo anno che promette bene dal punto di vista seriale. Ma guardandoci indietro e tirando le somme di questo 2023, quali sono state le più belle serie Netflix? Quali i titoli in grado di restarci nel cuore? Dobbiamo ammettere che il 2023, in fatto di serie tv, ci ha regalato moltissimo, e nonostante qualche delusione, non sono mancati grandi capolavori che sono già pronti a diventare dei classici. Ed è proprio di questi ultimi che vogliamo parlare proponendo ai lettori tutto il meglio di Netflix di questo 2023. Bisogna dire che quest'anno è stato uno dei più interessanti dal punto di vista seriale con tantissime nuove uscite valide e innumerevoli gioiellini che hanno arricchito il catalogo Netflix e alzato il livello dei titoli proposti dalla piattaforma di streaming. Il 2023, infatti, può essere considerato uno dei migliori anni di Netflix, in grado di regalare, finora, al pubblico molte serie di grande qualità. Quali sono le migliori serie Netflix del 2023? I titoli tra cui scegliere sono diversi e spaziano tra diversi generi di racconto dal thriller alla commedia romantica, dalla comedy alla serie drammatica. Storie d'amore, storie di sesso, storie di crimini, storie di famiglia, storie vere. Racconti drammatici, interpretazioni emozionanti, dialoghi travolgenti. Netflix, in questo 2023, anche se siamo ancora a metà dell'anno, ci ha già regalato tante emozioni, alcune più forti di altre ma soprattutto tante nuove storie a cui appassionarci, con cui passare il tempo, in cui rivedere il nostro passato e con cui sperare in un futuro migliore. Dopotutto le serie non nascono solo per intrattenere ma per ispirare, insegnare qualcosa, trasmettere emozioni e farci venire voglia di essere un po' migliori di quanto non lo fossimo il giorno prima. Ecco allora che oggi, a tre mesi dall'inizio del nuovo anno, abbiamo deciso di tirare un po' le somme dei titoli usciti su Netflix e decretare le tre migliori serie del 2023. Chi c'è sul podio? Tutte storie d'amore, dall'amore ossessivo all'amore travolgente e passionale e, infine, anche l'amore per la propria libertà e indipendenza. Tutti racconti dell'amore a 360 gradi che sono stati in grado di coinvolgerci, sconvolgerci ed emozionarci. 

Le migliori serie Netflix di sempre

Beef - Lo Scontro

Beef - Lo Scontro è il piccolo capolavoro Netflix di questo 2023, finora. Spiazzante e meravigliosa, questa serie racconta le conseguenze di un incidente tra due sconosciuti causato dalla rabbia al volante. E sarà proprio la rabbia, e anor meglio, la rabbia repressa di questi due personaggi a dominare un racconto che coniuga dramma, ironia e introspezione. Danny Cho (Steven Yeun) è un piccolo imprenditore edile in difficoltà e accecato dal rancore che affronta l'imprenditrice indipendente con una vita pittoresca Amy Lau (Ali Wong). La posta in gioco sempre più alta della loro faida mette sottosopra le loro vite e relazioni in questa serie dall'umorismo cupo profondamente commovente.

La recensione di Beef - Lo Scontro

La regina Carlotta

Una delle serie più emozionanti di Netflix del 2023 è, senza dubbio, La regina Carlotta. Il prequel di Bridgerton, firmato Shonda Rhimes, è entrato nei cuori di tutti grazie a un racconto umano, onesto, vulnerabile ed emozionantissimo dell'amore. La regina Carlotta ha stupito per la sua grande capacità di rivoluzionare il racconto dell'amore romantico e dare a questo concetto una chiave di lettura moderna con un linguaggio universale. Un piccolo gioiellino che ha illuminato Netflix e il cuore di chiunque l'abbia visto. 

La recensione de La regina Carlotta

The Night Agent

Uno spy thriller d'azione di grande qualità. The Night Agent è uno dei migliori prodotti seriali di Netflix finora ed è stato in grado di regalare al pubblico un'esperienza immersiva e adrenalinica come non capitava da molto tempo. Sofisticato e imperdibile, The Night Agent trascina in un mondo di spionaggio e cospirazioni dove ogni cosa non è quello che sembra e c'è sempre un nuovo mistero dietro l'angolo. La storia di The Night Agent ruota attorno al personaggio di Peter Sutherland (interpretato da Basso), un agente dell'FBI che lavora nel seminterrato della Casa Bianca e ha un incarico molto particolare. Deve rispondere a un telefono che, però, apparentemente non squilla mai. Una notte, però, il telefono suona e, l'uomo si ritrova protagonista di una cospirazione che lo condurrà fino allo Studio Ovale. Altro personaggio della serie è Rose Larkin, una giovane CEO di un'azienda tecnologica caduta in disgrazia che si ritrova costretta a ritirarsi a casa dei suoi zii per fare il punto della sua vita. Quando, però, un gruppo di assassini arriverà in casa, scoprirà che i suoi zii non sono proprio chi sembravano e si ritrova, con Peter, in fuga per salvarsi la vita. 

La recensione di The Night Agent 

Obliterated

Una comedy action davvero sorprendente. Obliterated - Una notte da panico è una commedia di azione adrenalinica che racconta la storia di un team di forze speciali che sventa una minaccia letale a Las Vegas. Per festeggiare, la squadra organizza una festa a base di alcol, droga e sesso, quindi scopre che la bomba disinnescata era finta. Ancora sotto l'effetto di varie sostanze, il team deve cercare di superare le conseguenze fisiche e i problemi personali per trovare il vero ordigno e salvare il mondo.

La recensione di Obliterated

Bodies

Un thriller distopico con quattro linee narrative tutte collegate tra loro. Questa è Bodies, la serie Netflix tratta dalla spiazzante graphic novel di Si Spencer e uno dei titoli più riusciti di Netflix di questo 2023. Intelligente, travolgente e piena di colpi di scena, Bodies è una serie (quasi) perfetta. La storia? Quando lo stesso cadavere è scoperto a Longharvest Lane nell'East End londinese nel 1890, 1941, 2023 e 2053, un detective di ciascun periodo deve indagare. Mentre si cercano collegamenti tra i decenni, i detective presto scoprono che le inchieste sono correlate e un enigmatico leader politico di nome Elias Mannix (Stephen Graham) assume un ruolo sempre più importante. Ha avuto qualcosa a che fare con l'omicidio? O forse si tratta di qualcosa di ancora più inquietante? Per risolvere il mistero i quattro detective dovranno trovare un modo per collaborare e svelare un complotto che dura oltre 150 anni.

La recensione di Bodies

Anime False 

E come non citare Anime False, una serie turca che ha saputo raccontare l'amore ossessivo di una madre per la figlia e strappare, oltre che intenerire, il cuore del pubblico. Originale, profonda e con una forte capacità comunicativa, questa serie vi entrerà dentro e vi farà riflettere sul sottile limite tra amore e ossessione. La storia? Una madre e la giovane figlia hanno un legame indistruttibile. Sono in fuga da tempo, soggiornano in lussuosi hotel e continuano a spostarsi ma quando gli alberghi di lusso lasciano il posto a motel fatiscenti diventa chiaro che non è una favola. E quando scopriamo che alle loro spalle è stata lasciata una scia di cadaveri, ci rendiamo conto che forse la madre non è una vittima ma una cacciatrice. Come faranno a cavarsela?

La recensione di Anime False 

Il caso Alex Schwazer

Una delle serie più emozionanti del 2023 è, senza alcun dubbio, la docu-serie Netflix sul campione olimpico Alex Schwazer. Ideata e diretta da Massimo Cappello, questa serie è un racconto senza filtri su ascesa, caduta e ricerca di redenzione di un atleta, sullo sfondo di un’intricata vicenda sportiva e giudiziaria. L’incontro tra l’atleta olimpico in cerca di redenzione, Alex Schwazer, e un allenatore simbolo dello sport pulito, Sandro Donati, innesca un intrigo internazionale che sconvolge le loro vite e mette in crisi il sistema dell’antidoping. Il caso Alex Schwazer svela, per la prima volta, i retroscena di un’intricata vicenda senza precedenti. Una docu-serie di 4 episodi dove i protagonisti di uno dei più complessi casi politico-giudiziari nella storia dello sport italiano si mettono a nudo per provare a raccontare ciascuno la propria verità. 

La recensione de Il caso Alex Schwazer

Questo mondo non mi renderà cattivo 

E come non citare il più recente lavoro di Zerocalcare, Questo mondo non mi renderà cattivo. Un vecchio amico torna nel quartiere dopo diversi anni di assenza e fatica a riconoscere il mondo in cui è cresciuto. Zerocalcare vorrebbe fare qualcosa per lui ma si rende conto di non essere in grado di aiutarlo a sentirsi di nuovo a casa e a fare la scelta giusta per trovare il suo posto nel mondo. Questo mondo non mi renderà cattivo racconta la difficoltà di rimanere se stessi in mezzo alle contraddizioni della vita. Il titolo stesso della serie, che trae ispirazione da un brano di un cantautore romano, rappresenta una sorta di mantra, una frase che sembra aleggiare su tutte le decisioni che i protagonisti si trovano a dover prendere nel corso della storia quasi per auto-convincersi, nei momenti più difficili, quelli in cui diventa più forte il rischio di fare scelte sbagliate e rinnegare i propri ideali pur di togliersi dai guai.  

La recensione di Questo mondo non mi renderà cattivo

In silenzio

In Silenzio si impone come una delle più popolari serie Netflix del 2023. Un serie che affascina e tormenta con un protagonista d'eccezione, Arón Piper di Elite. Sergio Ciscar esce di prigione sei anni dopo aver ucciso i suoi genitori quando era ancora minorenne. Durante tutto questo tempo non ha detto una parola né ha collaborato con la giustizia, quindi le motivazioni del crimine e le sue intenzioni restano un mistero. La giovane psichiatra Ana Dussel e il suo team hanno l'incarico di determinare il potenziale pericolo che Sergio rappresenta per la società, osservandolo segretamente giorno e notte come se fosse un animale.

La recensione di In Silenzio

Painkiller

Painkiller è una delle più belle sorprese Netflix di questo 2023. Tratta da una storia vera, questa serie drammatica ha stupito tutti per la sua qualità e per una costruzione minuziosa dei personaggi e delle loro personalità. Un racconto, quello di Painkiller, che coinvolge ed emoziona spingendo a una fortissima riflessione su temi come l'insaziabilità dell'essere umano, la dipendenza da sostanze e dal piacere, la fragilità psicologica, le manie di grandezza, la smania dei soldi e molto altro ancora. La sua storia? Pende spunto da un fatto di cronaca statunitense che ha visto coinvolta l'azienda farmaceutica Purdue Pharma, produttrice dell'Oxycontin, un farmaco fatto prescrivere dai medici, spinti da mazzette della stessa azienda, le pillole di questo anti dolorifico pur sapendo che avrebbero creato dipendenza. I malati, quindi, per alleviare il dolore sono diventati dei veri e propri drogati vennero spinti a cercare continuamente il farmaco nel mercato nero e a sostituirlo perfino con l'eroina, meno costosa e rischiando, così la morte per overdose. La cosiddetta crisi degli oppioidi, infatti, è una delle più pericolose americane che ha fatto strage negli ultimi 20 anni con oltre 500mila vittime. Painkiller sorprende per la sua capacità di essere profonda, drammatica e d'impatto nel raccontare una storia tragica che, però, tiene incollati allo schermo perché viene mostrata da più punti di vista, da quello delle vittime a quello dei carnefici fino a passare a quello del mondo della giustizia. Un vero e proprio gioiellino da non perdere. 

La recensione di Painkiller

You 4

Iniziamo con un classico che continua a stupirci anche dopo quattro stagioni, You, la serie crime thriller con Penn Badgley nei panni del serial killer bipolare Joe Goldberg che continua a tenere incollati allo schermo anche dopo anni. You 4, infatti, ha mostrato un nuovo lato del suo protagonista che ha prima cercato redenzione per i suoi peccati per poi abbracciare la sua vera natura di assassino a sangue freddo, una dualità che ha affascinato e reso questo personaggio, ormai iconico, uno dei più interessanti del piccolo schermo sempre in grado di stupire per le sottili sfumature del suo carattere. Un prodotto ben fatto dall'inizio che continua a dimostrare di essere uno dei titoli di punta di Netflix. 

Migliori serie Netflix su serial killer realmente esistiti

La legge di Lidia Poët 

E poi c'è questo titolo italiano che, per certi versi, ci ha stupito al punto da essere ancora oggi presente in top 10 nonostante sia debuttato a febbraio. Parliamo de La legge di Lidia Poët, la serie italiana con Matilda De Angelis nei panni della prima avvocata d'Italia, Lidia Poët. Ambientata nella Torino del 1800, questa serie è un giallo vecchio stile, oltre che un racconto di formazione che vede la giovane Lidia alle prese con l'avvio della sua carriera in un ambiente dominato da soli uomini. La legge di Lidia Poët pur raccontando una storia vera e una storia di femminismo e coraggio, mantiene una leggerezza che rende questo titolo piacevolissimo e accattivante senza che venga appesantito dalle tematiche importanti che racconta tra le righe. Un approccio interessante e innovativo per una serie italiana. 

Migliori serie Netflix italiane 

Sex/Life 2

E poi c'è Sex/Life che in tanti considerano la serie erotica per eccellenza di Netflix, quella da guardare solo per le scene di sesso ma Sex/Life è molto più di questo e la sua seconda stagione l'ha dimostrato. Una versione moderna e ridotta di Sex and the City, Sex/Life, proprio come la serie cult degli anni '90 da cui prende ispirazione sfrutta il sesso per parlare d'amore, amore per un marito, un amante, un compagno, amore per i figli ma, ancora di più, amore per se stessi. Sex/Life 2 è il viaggio di Billie, tra errori, amori sbagliati e piccoli colpi di testa, alla ricerca della sua strada, della sua identità di donna e della sua indipendenza dall'amore e dagli uomini. Un bel prodotto che spinge a una forte riflessione personale. 

Migliori serie Netflix che parlano di sesso

Fubar 

Fubar è stata una delle più piacevoli sorprese di Netflix. Una serie che ha segnato il ritorno alla recitazione di Arnold Schwarzenegger e che ha stupito per la sua irresistibile leggerezza. Un racconto ironico e divertente del rapporto tra un padre e una figlia che sono più simili di quanto vogliano ammettere e proprio per questo sempre pronti a scontrarsi. Un agente della CIA prossimo al pensionamento scopre un segreto di famiglia ed è obbligato ad accettare un ultimo incarico. La serie affronta dinamiche familiari universali su uno sfondo di spionaggio, azione e umorismo.

La recensione di Fubar

Ossessione

Irriverente, profonda, sconvolgente. Ossessione è una miniserie Netflix che ha colpito molti, soprattutto per il suo avere il coraggio di essere cruda, brutale e raccontare l'amore ossessivo senza filtri. Adattamento contemporaneo del romanzo di Josephine Hart, Damage, la storia di Ossessione è incentrata su un pericoloso triangolo amoroso che emerge quando l'enigmatica Anna Barton intraprende una relazione appassionata con il padre del suo fidanzato, William. Mentre Anna lotta per sostenere entrambe le relazioni, William viene trascinato in una spirale ossessiva. Ma per quanto tempo riusciranno a tenere nascosto il loro segreto prima che qualcuno si faccia male?

La recensione di Ossessione 

Glamorous

Se c'è un genere in cui Netflix ha semrpe fatto fatica a emergere, a parte in alcuni casi come Emily in Paris, è quello della comedy ma con Glamorous, la piattaforma di streaming, ha fatto davvero centro. La nuova serie con Kim Cattrall nei panni di una guru del make-up è una bellissima ventata di leggerezza. Una serie ironica, ben costruita con una storia e dei personaggi a cui appassionarsi e con i quali identificarsi, un racconto spensierato ma allo stesso tempo profondo, una specie di versione queer di Sex and the City dove il make-up fa da sfondo a storie d'amore, di tradimenti, di rapporti tra colleghi, di aziende da salvare e identità da mantenere. Una storia leggera, colorata, divertente e di cui non si può più fare a meno. 

La recensione di Glamorous 

La mia prediletta 

Torniamo al genere thriller con La mia prediletta, una delle serie Netflix meglio riuscite di questo 2023 e uno dei titoli tedeschi più ben fatti della piattaforma di streaming. Questa serie, tra le più viste del momento, è un piccolo gioiellino in grado di inquietare ma anche affascinare. La storia? Lena vive completamente isolata in una casa altamente protetta con i due figli Hannah e Jonathan. Mangiano, vanno al bagno e a dormire a orari precisi. Non appena lui entra nella stanza, si mettono in fila per mostrare le mani. Fanno tutto quello che vuole lui, ma poi la donna riesce a scappare e dopo un incidente d'auto quasi letale, è ricoverata in ospedale con Hannah. La mia prediletta inizia dove i thriller tradizionali finiscono: con un atto di redenzione. Ma la vera natura di questo incubo emerge solo con l'arrivo dei genitori di Lena in ospedale la sera stessa. Insieme hanno disperatamente cercato la figlia scomparsa per quasi tredici anni. La mia prediletta è una miniserie in sei parti tratta dall'omonimo romanzo di Romy Hausman.

La recensione de La mia prediletta 

One Piece 

Era una delle serie più attese di questo 2023 e, nonostante la preoccupazione iniziale, si è rivelata uno dei titoli più riusciti dell'anno. Parliamo di One Piece, l'adattamento live-action del manga di Eiichiro Oda che ha superato le aspettative e regalato al pubblico un titolo leggero, divertente e appassionante. E non è un caso de la seconda stagione della serie è già stata confermata dopo solo 15 giorni dalla messa in onda dello show. One Piece è un'impareggiabile avventura leggendaria ambientata in alto mare. Monkey D. Luffy è un giovane avventuriero da sempre alla ricerca di una vita libera. Luffy abbandona il suo villaggio per intraprendere un viaggio pericoloso alla ricerca del leggendario tesoro One Piece e diventare il re dei Pirati! Tuttavia, per trovare l'inestimabile premio Luffy dovrà assoldare la ciurma dei suoi sogni, trovare una nave, scandagliare in lungo e in largo il vasto mare azzurro, seminare i Marine e farla in barba a temibili rivali.

La recensione di One Piece 

Lupin 3

Lupin è una di quelle serie che il pubblico ha amato fin dalla prima stagione e riuscire a riconfermarsi anche dopo tre anni come titolo di punta di Netflix non era facile ma Lupin ce l'ha fatta perché il terzo capitolo di questa serie è letteralmente un gioiellino. Scorrevole, divertente, intrattenente e piacevolissima, Lupin è la serie poliziesca tra le più riuscite degli ultimi anni e uno di quei titoli che sono entrati nella storia delle serie tv. Omar Sy diventa Assane Diop e ci regala uno spettacolo di travestimenti, inganni, indizi e colpi di scena davvero unico. 

La recensione di Lupin 3

Tutta la luce che non vediamo

Tratta dal romanzo Premio Pulitzer di Anthony Doerr, Tutta la luce che non vediamo non è solo una delle migliori miniserie Netflix ma anche una delle serie più belle di questo 2023. Netflix fa ancora una volta centro con una storia poetica e sognante che parla di legami umani e che lancia un appello forte e attualissimo contro ogni forma di guerra. La storia è quella di una ragazzina cieca e di suo padre che scappano da una  Parigi assalita dai nazisti con una pietra protagonista di una antica superstizione. Ciò che rende speciale Tutta la luce che non vediamo, oltre alla regia e all'interpretazione degli attori, primo tra tutti Hugh Laurie (Dr. House), è la sua dolcezza, la sua positività e l'incanto che fa uscire dallo schermo, pur parlando di argomenti drammatici e brutali.

Tutta la luce che non vediamo, la recensione

The Crown 6

E come non inserire in questo articolo sulle migliori serie Netflix del 2023 anche il gran finale di The Crown che con la sua sesta stagione si conferma un'eccellenza assoluta del mondo seriale. Una relazione sboccia tra la Principessa Diana e Dodi Fayed prima del tragico incidente. Il principe William cerca di reintegrarsi nella vita all’Eton College dopo la morte di sua madre mentre la monarchia deve cavalcare l'onda dell'opinione pubblica. Con l’avvicinarsi del suo Giubileo d'Oro, la Regina riflette sul futuro della monarchia, che vedrà il matrimonio di Carlo e Camilla e l'inizio di una nuova favola reale tra William e Kate.

The Crown 6, parte 1: la recensione

Berlino

Tra le migliori serie Netflix del 2023 non potevamo non citare anche Berlino, lo spin-off de La casa di carta che ha concluso egregiamente questo anno seriale davvero ricco di storie interessanti e indimenticabili. Non ha deluso le aspettative Berlino che si è dimostrato una serie ben fatta, coinvolgente e (quasi) alla pari dell'originale. La trama? Solo due cose riescono a trasformare senza fallo una giornata da terribile a memorabile: l'amore e tanti soldi facili. È proprio questo che ha sostenuto Berlino negli anni migliori, quando ancora non sospetta di essere malato e non è nemmeno rimasto intrappolato come un topo nella Zecca spagnola. Qui inizia a preparare uno dei suoi colpi più spettacolari, facendo sparire con una magia gioielli del valore di 44 milioni con l'aiuto di una delle tre squadre con le quali ha lavorato.

La recensione di Berlino

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le migliori serie Netflix del 2023

Today è in caricamento