rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024

La recensione

Marianna Ciarlante

Giornalista

Vale la pena guardare Locked In su Netflix?

Se avete aperto Netflix in questi ultimi giorni vi sarete sicuramente trovati davanti diversi film finiti sul podio dei più visti del momento. Dall'ultimo film di Mélanie Laurent Le ladre al nuovo capolavoro di Ferzan Ozpetek Nuovo Olimpo fino a passare per un thriller dai toni cupi che ha attirato a sé moltissimi viewers, Locked In. Ed è proprio di quest'ultimo che vogliamo parlare. Arrivato su Netflix lo scorso 1 novembre, Locked In si è subito fatto notare dal pubblico della piattaforma di streaming. Un po' per il genere a cui appartiene, il thriller, tra i più amati dal pubblico di Netflix, un po' per quel trailer accattivante che faceva subito venire voglia di scoprire chi fosse stato a cercare di uccidere la protagonista in coma. Ma possiamo dire, dopo aver visto il film, che vale la pena vedere Locked In su Netflix? 

Per la prima parte del film potremmo rispondere di sì dato che inizialmente la pellicola propone diversi spunti interessanti partendo dal rapporto genitoriale tra madri e figli adottivi, cosa significa crescere accanto a una personalità ingombrante e per di più famosa, e quanto possa essere distruttivo e malato un matrimonio basato sul possesso. Poi c'è anche tutto l'aspetto legato ai misteri da svelare. La protagonista del film, infatti, è una donna in coma che non riesce più a muoversi e a parlare ma che, con gli occhi, fa una rivelazione agghiacciante alla sua infermiera: qualcuno ha tentato di ucciderla. 

Ora, se inizialmente il film intriga e convince, nel momento in cui i misteri iniziano a essere svelati c'è un crollo totale della sostanza della trama e della resa sullo schermo con risvolti forzati, poco credibili e non poi così profondi come potevano sembrare nelle prime scene del film. Locked In, infatti, cerca di buttare dentro alla trama vari elementi che spaziano dall'erotico al macabro ma che risultano slegati tra loro e porta i personaggi faccia a faccia con il loro lato più oscuro senza, però, dare loro il tempo necessario per affrontare i propri demoni e superarli. 

Diciamo che Locked In parte con delle buone intenzioni ma finisce male, si svende per accattivare il pubblico che, però, forse sarebbe stato più contento se la storia si fosse presa il tempo necessario per poter avere uno sviluppo e una conclusione più congrue alle promesse iniziali.

Tutto sommato Locked In è un film guardabile, in alcuni punti piacevole in altri molto meno ma, tirando le somme a posteriori, possiamo dire che la visione non è poi così entusiasmante e anche abbastanza deludente sul finale. Vale la pena guardarlo su Netflix? Forse, anche no. 

Voto: 6+

Si parla di

Vale la pena guardare Locked In su Netflix?

Today è in caricamento