rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024

La recensione

Claudio Pizzigallo

Giornalista

Gen V, lo spinoff di The Boys è una vera bomba

Il 29 settembre su Prime Video esce Gen V, serie tv sviluppata da Craig Rosenberg, Evan Goldberg ed Eric Kripke e spinoff di The Boys, serie cult tratta dai fumetti di Garth Ennis e Darick Robertson (autori anche dello spinoff). 

Se state cercando una conferma, o meglio una rassicurazione, sul fatto che Gen V sia all'altezza della serie "madre", vi diciamo subito che questo spinoff è - per quanto da noi visto finora - una vera bomba, e non è una serie tv per adolescenti a dispetto della storia che racconta. 

Se volete saperne di più per decidere se iniziarla o meno, allora seguiteci in questa recensione di Gen V, a partire dal riassunto della premessa e della trama, ovviamente senza spoiler.

L'elenco dei personaggi di Gen V

Gen V - Marie Moureau e la compagna di stanza Emma al college

Di cosa parla (e il cast di) Gen V

La prima scena, che non vi descriviamo per non rovinarvi la sorpresa, ci porta immediatamente nell'universo di The Boys, con quell'abbondante dose di sangue e altri liquidi corporali che hanno lo scopo di avvertire i più sensibili: "guardate altro, è meglio". 

Gen V - Marie alla Godolkin University

Conosciamo comunque Marie Moureau (Jaz Sinclair), una ragazza con il potere di usare i flussi di sangue come fossero armi, mentre entra alla Godolkin University School, praticamente l'università per supereroi gestita dalla Vought, l'azienda che, come abbiamo scoperto in The Boys, non solo amministra e gestisce i supereroi e i loro affari, ma di fatto ha creato questi supereroi iniettando nei loro corpi da bambini, con la complicità dei genitori, il "Composto V", ovvero la sostanza che procura l'insorgere dei superpoteri. 

Conosciamo anche Emma Meyer (Lizze Broadway), compagna di stanza al college di Marie e con il potere di rimpicciolirsi fino a pochi centimetri; Golden Boy (interpretato da Patrick Schwarzenegger, figlio di Arnold), lo studente più popolare, che si accende bruciando i vestiti e gli avversari; Andre Anderson (Chance Perdomo), altro studente capace di piegare il metallo; il professor Brink (Clancy Brown) e il/la suo/a assistente Jordan Li (London Thor e Derek Luh), studente numero 2 e in grado di cambiare sesso più velocemente di Ranma 1/2

Gen V - Jordan Li nella versione femminile

Gen V - Jordan Li nella versione maschile

Marie vuole "far carriera", vuole salvare gli indifesi e sconfiggere i cattivi: insomma vorrebbe iscriversi alla facoltà di criminologia, ma il suo curriculum non è abbastanza importante e viene "relegata" a seguire i corsi di arti figurative e spettacoli. 

Poi però succede qualcosa destinata a scompaginare tutto, nella vita di Marie e non solo. Non vi diciamo null'altro per non spoilerare, ma date uno sguardo al trailer di Gen V.

Perché non perdersi Gen V

Come detto prima, nonostante parli di un gruppo di ragazzi questa serie non è un teen drama con i ragazzi che volano. È a tutti gli effetti parte del mondo di The Boys, da cui provengono anche alcune special guest.

Gen V - Golden Boy e Marie

E ne è parte in ogni senso, ma soprattutto per lo stile, o il mood. Ci sono le morti splatter, ci sono scene che vi faranno venire i conati e in generale è pieno di momenti che vi faranno pensare "ma quei pazzi di sceneggiatori fanno a gara a chi inventa la cosa più disgustosa?". E probabilmente la risposta è sì. 

Gen V - il professor Brink

Viva Gen V, allora, con la speranza che lo spinoff non risenta di quello che è secondo noi il limite di The Boys, ovvero una storia che - al di là di scontri epici e battaglie spettacolari - va avanti a rilento. Ma siamo fiduciosi: questi ragazzi dovranno pure laurearsi, almeno qualcuno, no?

Gen V - Andre Anderson

Voto: 9

Si parla di

Gen V, lo spinoff di The Boys è una vera bomba

Today è in caricamento