rotate-mobile
Venerdì, 12 Aprile 2024
L'analisi della puntata

House of the Dragon, il riassunto dell'episodio 4 (e le spiegazioni del caso)

Cosa è successo nella puntata "King of the Narrow Sea"

Dalle prime ore di lunedì 12 settembre, è disponibile on demand su Sky King of the Narrow Sea (in italiano Re del Mare Stretto), il quarto episodio della prima stagione di House of the Dragon, che andrà in onda su Sky Atlantic la sera di lunedì, dopo le prime tre puntate ora disponibili anche doppiate in italiano. 

Come dopo ogni puntata, anche questa settimana quindi vi proponiamo il riassunto della trama dell'episodio di HOTD, con alcune spiegazioni sui rapporti (sessuali e non) dei personaggi e le differenze con i libri di George RR Martin. Naturalmente, se non avete ancora visto King of the Narrow Sea vi conviene fermarvi qui per evitare spoiler.

Il riassunto di "Re del Mare Stretto"

L'episodio inizia con una scena che sarebbe anche grottesca se non fosse tragica. Dunque, Rhaenyra ha acconsentito al volere del padre di scegliersi un marito per mandare avanti la stirpe, e in pratica la principessa sta facendo un tour dei Sette Regni per sentire le proposte di tutti i pretendenti. Ne vediamo uno "più vecchio di mio padre" come dice lei stessa, e poi uno che invece è ancora un bambino. Rhaenyra si stufa in fretta e, scortata da ser Criston Cole, se ne va per fare ritorno a King's Landing.

Quando sta per arriva in nave ad Approdo del Re sulla sua testa vola Caraxes, drago dello zio Daemon, che quasi rovescia la nave e fa cadere la principessa, che però non sembra prendersela affatto. Forse anche perché la presenza di Daemon distrarrà papà Viserys dal fatto che lei non ha scelto nessun pretendente. E infatti a corte arriva Daemon che attira le attenzioni di tutti.

house of dragon foto sky 13-2

E mentre tutti, re compreso e soprattutto comprese le sue guardie, temono un nuovo colpo di testa (ora coronata con una specie di corona rustica, visto che dopo la vittoria sul Nutrigranchi è stato proclamato "re del Mare Stretto", da cui il titolo della puntata) di Daemon, lui porge al fratello l'ascia del nemico battuto, ucciso, tagliato a metà e dato in pasto ai suoi granchi insieme a tutti i suoi uomini. Un gesto di pace, che il re approva subito, abbracciando il fratellino e dando inizio a una festa alcolica in cui quella più a disagio sembra l'ormai regina Alicent.

A proposito, Alicent e Rhaenyra sembrano aver fatto pace, o meglio la principessa ha perdonato l'amica, che ora prova a dispensarle consigli "rassegnati" sul ruolo delle donne nel regno. Ma Rhaenyra non ci sta a diventare una sfornafigli, anche perché sua madre ci è morta nel tentativo di dare un erede al trono. E parla della stessa cosa con zio Daemon, con cui è sempre più evidente un'attrazione vomitevole per chiunque non sia un Targaryen (o al limite un Lannister).

Alla festa comunque non partecipa lord Corlys, che è ancora arrabbiato col re per la decisione di non supportarlo nella lotta contro i pirati ma soprattutto per aver rifiutato il matrimonio con la figlia dodicenne Laena (praticamente l'unica o quasi decisione giusta del re, peraltro). Al Concilio Ristretto, quindi, torna in campo l'ipotesi di unire Targaryen e Velaryon con un altro matrimonio, tra Rhaenyra e Laenor (che abbiamo visto in azione sulle Stepstones, anche a cavallo di un drago), come aveva suggerito Lyonel Strong nella scorsa puntata. La principessa, che non è certo sorda, sente tutto e non dice nulla, ma già sappiamo che non è entusiasta. 

Più tardi, quella notte, Rhaenyra fa per ritirarsi nella sua stanza per dormire, ma sul tavolo accanto al letto trova una specie di zaino con dentro dei vestiti "da paggio" (che lei chissà perché annusa) e un messaggio in cui le si mostra una porta segreta e un passaggio. Così la principessa mette quei vestiti, sgattaiola fuori mentre ser Criston fa la guardia e al fondo delle scale trova lo zio Daemon, anche lui travestito da paggio (come Roberto e Dino... ok scusate).

Zio e nipote girano i bassifondi della capitale, in una specie di festival rinascimentale tra mangiafuoco, donne che predicono il futuro e vari artisti di strada, finché giungono a una specie di rappresentazione teatrale in cui il popolo dimostra di preferire il piccolo Aegon all'erede designata Rhaenyra, che prova invano a far cambiare idea al pubblico.

Neanche il tempo di notare la somiglianza tra questa Rhaenyra e Arya Stark nei travestimenti, nella voglia di non essere riconosciute, nel sorridere quando qualcuno le scambia per ragazzi e nel fastidio di fronte a certe rappresentazioni teatrali che la toccano da vicino... che la principessa, per fare qualcosa di diverso dal solito e sentire il brivido dell'eccitazione, prende qualcosa da mangiare da n ambulante e scappa senza pagare, fintamente rincorsa dallo zio e braccata da una guardia (se proprio volete saperlo, è ser Harwin Strong, figlio di ser Lyonel, e sentiremo ancora parlare di questo ragazzo) da cui si fa riconoscere per proseguire nella sua serata di evasione.

E la serata prosegue come tutti speravamo non proseguisse, con Daemon che porta la nipote nel suo bordello di fiducia. Qui le spiega che sesso e procreazione sono due cose diverse, e che il sesso piace ugualmente a donne e uomini. E mentre la scena dal bordello, così calda e sensuale, si alterna con la scena di Alicent che si concede al marito rimanendo fredda e impassibile, due si baciano, lui inizia a spogliarla, lei sembra consenziente ma quando fa per ribaciare lo zio lui se ne va, lasciandola sola e mezza nuda. 

E soprattutto insoddisfatta. Infatti lei torna alla Fortezza Rossa, arriva davanti alla porta della sua stanza dove c'è ancora ser Criston, lo fa entrare nella camera e di fatto lo seduce, finendo per fare sesso (o l'amore? Difficile dirlo con i Targaryen...). Nel frattempo, però, vediamo che un bambino che aveva assistito alla scena nel bordello tra Rhaenyra e Daemon presentarsi da Otto Hightower per riferire quanto visto. E la mattina dopo, quando Daemon si sveglia nel bordello con i tipici postumi da sbornia, rivediamo la sua vecchia fiamma Mysaria e capiamo che ha "cambiato carriera" diventando una spia al soldo di Otto (Ditocorto e Varys, ci mancate!).

house of dragon foto sky 12-2

Otto riferisce subito la soffiata al re, che finalmente - non è proprio sveglissimo, Viserys - capisce che il suo Primo Cavaliere fa tutto solo per convincere il re a nominare erede il nipote Aegon al posto di Rhaenyra, e lo manda via arrabbiato. Ma non convinto che sia tutta una diceria, al pari di Alicent, che origlia tutto e va a parlare con l'amica ritrovata, la quale giura che Daemon non l'ha toccata (e qui diciamo una cosa: in effetti Daemon non l'ha deflorata, però insomma toccata e baciata sì, quindi Rhaenyra ha mezzo giurato il falso sul nome della propria madre).

Viserys dunque fa trascinare a corte il fratello Daemon, che non si disturba neanche a precisare o negare, e fa venire quasi il sospetto che fosse tutto un suo piano per allonatanare Rhaenyra dal padre. Però poi, dopo aver ricordato al re che essendo il re nessuno oserebbe rifiutare di sposarne la figlia solo perché non più vergine, si propone come marito della nipote, così da riportare in alto il nome dei Targaryen (o meglio, il nome magari no visto che l'incesto non è ben visto a Westeros, ma almeno il potere dinastico). In tutta risposta, il re lo caccia di nuovo da King's Landing ordinandogli di tornare nella Valle dalla legittima moglie. 

Dopodiché Alicent convince il marito dell'innocenza di Rhaenyra (povera illusa), ma Viserys convoca comunque la figlia per spiegarle che nella loro posizione la percezione è più importante della verità, e mostrandole la famosa daga valyriana per ricordarle il destino della loro casata. Ah, a questo punto lui le toglie il diritto di scelta e le ordina di sposare Laenor Velaryon, cosa che lei accetta solo in cambio della destituzione di Ottto Hightower dalla sua carica di Mano del Re.

Viserys asseconda la figlia e licenzia Otto, i cui interessi "non coincidono più con quelli del regno" dal momento che è così fissato dall'idea di vedere il nipote sul trono di spade. E nell'ultima scena vediamo un maestro entrare nella stanza di Rhaenyra per darle un tè preparato su ordine del re con ingredienti che servono a farla abortire: come a dire che "fidarsi è bene, non fidarsi è meglio".

Le spiegazioni, le curiosità e le differenze con i libri

Ci sono almeno quattro punti da chiarire in questa puntata, a benificio in particolare di chi non ha letto i libri di Martin. Il primo è più che altro una curiosità, e riguarda il duello tra ragazzini durante le proposte di matrimonio. Il fanciullo più piccolo è - o meglio dovrebbe essere, visto che il suo nome non è pronunciato - Benjicot, della famiglia Blackwood. 

Il consigliere di Rhaenyra ricorda che i Blackwood erano gli antichi signori delle Terre dei Fiumi poi occupate dai Targaryen, e il piccolo Benjicot ricorda le origini della famiglia che risalgono ai Primi Uomini e l'aiuto dei Blackwood ai Targaryen, ma un altro ragazzo poco più grande lo prende in giro finché Benjicot tira fuori la spada e dà inizio a un duello.

house of dragon foto sky 9-2

Ser Criston Cole scorta via la regina mentre vediamo sullo sfondo che Benjicot ha sorprendentemente trafitto il rivale. Ma chi è il rivale? È, come sentiamo quando viene rimproverato dal consigliere della principessa, un membro della famiglia Bracken. La curiosità è che Blackwood e Bracken sono storici rivali, da quando i secondi usurparono parzialmente il potere dei primi. 

Un altro punto significativo della puntata è legata alla verginità di Rhaenyra, che decide di fare sesso per la prima volta con ser Criston Cole. Come sanno i fan più accaniti dell'universo creato da George RR Martin, la questione è "dibattuta" dalle varie finte fonti storiche che riporta Martin nei libri. In particolare, secondo "Mushroom" (un giullare non presente nella serie), Daemon avrebbe insegnato alla nipote come sedurre ser Cole, di cui lei è innamorata, ma non sarebbe mai passato dalla teoria alla pratica, diciamo, mentre secondo un Septon di nome Eustace, invece Daemon avrebbe deflorato la nipote.

Secondo tutte le fonti martiniane, comunque, ser Cole avrebbe prima rifiutato le avances di Rhaenyra, per poi pentirsi e proporre a Rhaenyra di fuggire con lui e ricevere un nuovo rifiuto. Dunque, se non fosse Daemon colui che ha fatto perdere la verginità a Rhaenyra, sarebbe... non lo diciamo per non spoilerare.

Facciamo un passo di lato per tornare a parlare di Mysaria. Se ci leggete assiduamente, saprete già che nei libri Mysaria era davvero incinta di un figlio di Daemon, che avrebbe perso durante la traversata del Mare Stretto ordinata dal re. In The House of The Dragon, invece, questa parte non c'è e la rivediamo a King's Landing nella nuova veste di spia. E anche ci fermiamo per non fare spoiler. 

house of dragon foto sky 11-2

Infine, una piccola annotazione sul licenziamento di Otto Hightower da Primo Cavaliere del Re. Senza spoilerare nulla sul suo futuro, segnaliamo soltanto che nei libri il suo piano per convincere il re era molto più evidente e palese, ed è per questo che fu licenziato da Viserys, non per esaudire una richiesta di Rhaenyra. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

House of the Dragon, il riassunto dell'episodio 4 (e le spiegazioni del caso)

Today è in caricamento