rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
Sky

Unwanted, la spiegazione del finale di stagione della serie ispirata a Bilal di Fabrizio Gatti

Il riassunto e la "morale" nella conclusione della serie Sky

Venerdì 24 novembre su Sky Atlantic (da mercoledì 22 on demand per i clienti Extra) sono in uscita gli episodi 7 e 8, ovvero il finale della prima stagione di Unwanted, la serie Sky Original ispirata al libro Bilal. Il mio viaggio da infiltrato verso l'Europa del nostro direttore editoriale per gli approfondimenti, Fabrizio Gatti

Per fare chiarezza sulla conclusione della stagione, e auspicabilmente anche per un ripasso in caso di rinnovo per una stagione 2, ecco il nostro riassunto/spiegazione del finale di Unwanted.

La nostra recensione di Unwanted

Unwanted - le riprese sulla nave da crociera

Cosa succede nel penultimo episodio di Unwanted

Nella puntata 7, la situazione sulla Orizzonte è prossima al baratro. I tre sequestratori - Tareq, Ousmane e Joseph - continuano a tenere in ostaggio l'equipaggio sul ponte di comando, ma la Marina ha circondato la nave e Tareq chiede di parlare con loro. 

Alle autorità Tareq dice di essere disposto ad arrendersi, a patto che gli altri membri dell'equipaggio vengano fatti sbarcare e accogliere in Italia; gli viene risposto che solo chi ha diritto di asilo sarà accolto, gli altri saranno rispediti indietro. 

Denise Capezza in una scena di Unwanted-Ostaggi del mare, da novembre su Sky

Intanto Carl, il capo della sicurezza, torna a contattare Nicola, il passeggero carabiniere che ha irregolarmente portato con sé una pistola sulla nave: dal momento che la compagnia ha detto di aspettare, Carl si è spazientito e vuole passare all'azione, e Nicola non se lo fa chiedere due volte, anzi vuole passare subito all'azione perché crede che così potrà presto sbarcare come ha chiesto Diletta, che ha scoperto di essere incinta ed è giustamente terrorizzata all'idea di un'altra gravidanza non portata a termine. Ma quando nota la pistola nella tasca del marito capisce che la situazione è più grave di quanto pensi, e non bastano le parole di consolazione della mamma di Miracle a calmarla.

Con lo sbarco a Malta annullato, anche la situazione tra Franco e Silvia si complica. Lei infatti gli aveva chiesto di andarsene, e aveva già iniziato a flirtare con un giovane istruttore per vendicarsi del marito, ma appunto ora devono trovare il modo di ricominciare da capo. 

Unwanted - Cecilia Dazzi

Chi purtroppo ha già lasciato per sempre la nave e il mondo sono i genitori di Weber, il cameriere che ha aiutato i migranti e che è attratto da Daniel. Prima la madre e poi il padre si sono buttati in mare, lui li cerca dappertutto ma dalle immagini di sicurezza arriva la tremenda notizia, che lo raggiunge proprio mentre è con Daniel.

In tutto ciò, Elvis e Mary continuano a conoscersi e a rafforzare il loro rapporto, tra alti e bassi. Lui vorrebbe esplorare tutta la nave ma lei preferisce stare chiusa in cabina, lui si traveste per passare inosservato ma lei ci resta male perché lui usa la sua parrucca. 

Ma il punto è che lui si è aperto con lei, ha raccontato il suo viaggio, la caduta dal camion, la traversata del deserto a piedi, i demoni che lo circondavano, Ousmane che una notte lo nota che dorme a bordo strada e lo raccoglie. Lei invece fa fatica ad aprirsi, ma lentamente Elvis scardina il suo guscio e alla fine escono dalla cabina di Mary e vanno in cerca di avventure.

Purtroppo per loro, però, capitano nel posto sbagliato al momento sbagliato. Già perché a un certo punto Arrigo Benedetti studia il piano di azione con Carl, che riceve la chiamata di Nicola che gli dice che non vuole più aspettare. 

Quindi esce dalla cabina e va verso il ponte di comando, ma Carl lo intercetta e lo blocca. Nicola perde la ragione ed estrae la pistola, Carl prova a disarmarlo colpendolo con un taser ma Nicola fa partire un colpo… che finisce per ferire Elvis.

Unwanted - Elvis e alcuni dei suoi compagni di viaggio

Cosa succede nell'ultimo episodio di Unwanted

Dopo questo spaventoso incidente, Nicola viene rinchiuso in una sorta di cella della nave, mentre Elvis viene curato dalla ferita al braccio, a causa della quale si è strappata una manica della preziosa maglietta di Mbappè. 

Mary fa presente a Elvis che è stato fortunato a essere ferito solo di striscio, ma lui giustamente risponde di essere sempre "fortunato nella sfortuna": come quando Ousmane lo ha raccolto mentre dormiva nel deserto, come quando è sopravvissuto al naufragio del barcone. Insomma, non proprio una posizione invidiabile. 

Unwanted episodio 1 - Marco Palvetti

Franco e Silvia intanto cercano di mettersi il passato e i relativi tentativi di scappatelle alle spalle e fanno pace, ma una telefonata dell'istruttore abbordato da Silvia fa capire a Franco che deve chiudere con Sophia. Va a trovarla per dirle che lei non deve più cercarlo, ma lei dice di aver bisogno di aiuto e di soldi per scacciare gli spiriti malvagi che le hanno messo nel corpo.

Franco prova a darle i contanti che ha in tasca, ma lei rifiuta sdegnosamente e lo minaccia di andare a dire a Silvia che hanno fatto sesso insieme anche se non è vero, allora lui la trattiene con la forza e accidentalmente la fa cadere. Sophia sbatte la testa contro una ringhiera e cade giù da una rampa di scale, morendo sul colpo. Franco raccoglie i soldi e scappa. 

Sul ponte di comando la situazione ormai è disperata: Tareq ha capito di non potersi più salvare, e forse di non meritarlo visto il suo passato da schiavista in Libia, quindi continua a insistere con la Marina che vuole che gli altri siano fatti sbarcare in Italia. Il governo, però, ha altri piani in mente, e allora Tareq capisce che la sua unica chance è attirare l'attenzione dei media, con l'aiuto di Edith.

Unwanted - Jessica Schwarz

Così, mentre Daniel e Weber quasi vengono scoperti da Joseph, e mentre Ousmane spiega ai suoi compagni di sventura che le loro speranze sono ormai al lumicino, Tareq trova modo di parlare contemporaneamente sia a tutta la nave tramite l'altoparlante, sia a una tv (ovviamente Sky Tg24). È qui che rivela il suo infame passato (ma non l'omicidio di Ibrahim che lo aveva scoperto), è qui che di fatto si arrende in cambio della salvezza degli altri migranti. 

Ma proprio in quel momento il comandante Benedetti irrompe con Carl e immobilizza Tareq: il tentato sequestro della nave è ufficialmente concluso. O forse no? Perché nel frattempo gli altri scoprono il cadavere di Sophia e Ousmane decide che la misura è colma: il bianco che l'ha uccisa non rimarrà impunito. In gruppo e parecchio arrabbiati lasciano la zona a loro riservata e, seminando il panico a colpi di spranghe sulle vetrine, arrivano in una sala ristorante.

Qui ci sono alcuni passeggeri che non si fanno spaventare e reagiscono insultando i migranti. Ma quando il gruppo guidato da Ousmane individua Franco, lo circondano, lo fanno confessare e se ne tornano alle loro cabine mentre la sicurezza porta via l'italiano. Giustizia è fatta.

Unwanted episodio 2 - Francesco Acquaroli

A proposito di giustizia. Quando Edith, che si era allontanata per sedare la rivolta dei migranti, torna sul ponte di comando, Arrigo la chiude fuori e dà delle indicazioni di velocità e rotta. Tutti noi, Edith compresa, pensiamo che Arrigo stia di nuovo obbedendo agli ordini, invece il comandante fa capire la sua scelta quando disobbedisce allo stop della Marina e tira dritto con rotta verso Lampedusa. Il comandante ha fatto la sua scelta.

Unwanted, la serie sull'immigrazione con Marco Bocci: "Sono per l'accoglienza, poi non so qual è la strada giusta"

E dunque la Orizzonte arriva in Italia, dove sbarcano tutti. Sbarcano Franco e Nicola (che era comunque andato a scusarsi per aver accidentalmente sparato a Elvis) che vengono tratti in arresto. E sbarcano gli altri passeggeri, i turisti occidentali e i migranti. 

Come finisce Unwanted

E così, dopo il grande gesto del comandante Arrigo Benedetti Valentini, che si assume le proprie responsabilità salvando al contempo la carriera futura di Edith e anche i migranti, i 26 superstiti vengono fatti sbarcare al porto di Lampedusa. 

Mary vuole dare a Elvis la nuova maglietta di Mbappè che gli ha comprato, la polizia fa resistenza ma lei supera la barriera e gli va incontro, mentre lui fa lo stesso dall'altra parte. 

Lei gli dà la maglietta e gli chiede cosa succederà ora. Lui risponde dicendo che Ousmane comprerà un taxi e porterà la gente in giro, che Daniel farà coming out col fratello Joseph, che Miracle crescerà e troverà una persona che la ami, e che lui, Elvis, abbandonato il sogno di diventare giocatore, diventerà una persona normale che racconterà storie che nessuno crederà false perché esagerate. Dopodiché, i due ragazzi si baciano dolcemente. 

Purtroppo, però, era solo un sogno, una fantasia, perché la stagione si chiude mostrandoci Mary con ancora in mano la borsa contenente la maglietta di Mbappè, mentre Elvis è salito con gli altri migranti sul pullman che li porterà al Cpt di Lampedusa. E noi speriamo che nella prossima eventuale stagione Elvis e i suoi compagni di viaggio usciranno di lì per farsi una vita in Italia, in Europa.

Unwanted - Bocci si prepara per una scena-2

La "morale" di Unwanted, secondo noi

Per tutta la stagione, "ci hanno fatto credere" che la serie ci avrebbe mostrato la violenza dei migranti. Dai vari interrogatori mostrati in flash forward eravamo sicuri che ci sarebbe stato spargimento di sangue da parte di Tareq e compagni, e del resto un'esplosione di violenza era attesa da tutti, quando l'approdo in Europa sembrava impossibile e il ritorno in Libia inevitabile. 

Invece, alla fine dei conti, a parte il suicidio dei Weber i morti e i feriti sono stati tutti sul fronte africano. Tareq ha ucciso Ibrahim per non essere scoperto, ma poi ha almeno confessato il suo passato da schiavista. Ed è stato Nicola a ferire Elvis, così come è stato Franco a uccidere, seppur accidentalmente, Sophia. Il dirottamento, il sequestro del ponte di comando non ha portato di fatto a nessun ferimento. 

Questo bilancio ci è sembrato una metafora della realtà, proprio come tutto il confronto sulla nave tra un ricco Occidente e un'Africa in cerca di un futuro. Abbiamo visto le atrocità a cui i migranti hanno dovuto far fronte, e sappiamo che sono proprio quelle parti le più autentiche, quelle storie di vite vissute tratte dal libro inchiesta di Fabrizio Gatti

Di fronte a quelle esperienze tremende i nostri problemi quotidiani letteralmente scompaiono, mostrandoci la siderale distanza tra la nostra vita e la loro. Eppure, quando loro viaggiano verso il nostro mondo noi li respingiamo, o li sfruttiamo, e nei peggiori dei casi li uccidiamo. Eppure, a far più notizia sono gli errori e i crimini di chi scappa dalla fame e dalla guerra, mentre i nostri errori e i nostri crimini ci sembrano persino giustificati.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unwanted, la spiegazione del finale di stagione della serie ispirata a Bilal di Fabrizio Gatti

Today è in caricamento