rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Bollori

Lele Mora e la bisessualità: "Di amori veri ne ho avuti tre. Tutti uomini"

In un'intervista a Le Iene, l'ex agente dei vip ha affrontato argomenti scottanti del suo passato compreso il rapporto con Corona: "Non amo il sesso maschile, ma sono attratto all'80% dall'uomo"

Oggi è un'altra persona. Il Lele Mora del passato non esiste più. Condannato per diversi reati, oggi l'ex agente dei vip conduce una vita molto più pacata. In un servizio mandato in onda nell'ultima punta de Le Iene, Lele Mora, affidato ai servizi sociali data la pena da scontare, ha mostrato a Giulio Golia come passa le sue giornate.

Sono lontani i tempi delle serate vip nei locali, ora la sua realtà è il mercato di Milano là dove si reca al fine di farsi regalare frutta e verdura da donare ai meno abbienti: "Ho imparato a vivere in maniera diversa" - ha ammesso l'ex re dei vip.

Passo dopo passo, Lele ha voluto ripercorrere alcuni momenti salienti della sua carriera quando erano suoi i meriti del successo di tanti personaggi che hanno spiccato il volo e trovato un ruolo di tutto rispetto nel panorama televisivo italiano ma non solo.

Oltre ad affrontare l'argomento carcere e lavoro, Mora ha parlato anche della sua bisessualità: "Non amo il sesso maschile, ma sono attratto all'80% dall'uomo e al 20% dalla donna.  Ora non trom*o, al massimo posso arrivare al paese di Bombolandia. Di amori, amori, amori veri ne ho avuti tre. Tutti uomini" .

Il riferimento a Fabrizio Corona è stato immediato anche se il suo nome si legge solo tra le righe perché, parlando di un grande amore, non si fanno riferimenti tanto che l'inviato chiede: "È lui?". "A lui ho dato tanto, non solo a livello di soldi" - ha detto Mora. Un rapporto il loro che, a quanto pare, si è rivelato piuttosto complicato: "Certo, sono uno che non si fa fot***e, hai capito? Lui ci è riuscito. In tutti i sensi, non in quel senso là".

Nonostante i ricordi e i vecchi rancori, Lele guarda avanti e non esclude che, in futuro, una volta finita di scontare la sua pena, possa fondare un partito politico: "Non sono un fascista, ma un mussoliniano convinto. Mussolini era un socialista. Io non ho mai fatto politica, forse un giorno lo farò. Fonderò un partito politico quando finirà il mio affido, ho già pronto tutto".


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lele Mora e la bisessualità: "Di amori veri ne ho avuti tre. Tutti uomini"

Today è in caricamento