rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
Bollori

Marina Ripa di Meana hot: “Agnelli mi trovò a letto con due uomini”

L'estrosa socialitè si è messa a nudo in un'intervista al 'Corriere della Sera' raccontando dettagli intimi legati a relazioni, spesso complesse, strette con alcuni degli uomini più potenti d'Italia: "Tutto può succedere, non bisogna mai giudicare. Conviene essere veri, anche se è scomodo"

Marina Ripa di Meana, il cui vero nome è, in realtà, Maria Elide Punturieri, è una nobil donna ma anche un rinomato personaggio televisivo nonché una stilista di successo. La sua vita è stata ricca di esperienze importanti e gesti eclatanti tra tutti la pipì rovesciata addosso a Vittorio Sgarbi colpevole di aver messo in discussione le sue doti artistiche e ancora tirò una torta in faccia a Maurizio Costanzo e un bicchiere d’acqua in testa ad Anna Falchi ma non solo. 

Da poco è uscito il suo libro "Colazione al Grand Hotel.Moravia, Parise e la mia Roma perduta" in cui l'autrice parla della sua amicizia con due grandi della letteratura italiana, Alberto Moravia e Goffredo Parise da lei definiti "I miei dioscuri, i miei cavalieri del cielo, Castore e Polluce, miei complici di avventure, miei paladini e più tardi anche miei testimoni di nozze."

Non è tutto. A raccontare episodi salienti, nonchè curiosi, della sua stravagante vita non sono solo le pagine del suo scritto ma la stessa donna, intervistata da Candida Morvillo per il Corriere della Sera, ha parlato dei legami importanti che l'hanno vista unita in matrimonio prima al duca Alessandro Lante della Rovere e poi al marchese Carlo Ripa di Meana.

Impossibile però dimenticare il tormentato legame con l 'artista maledetto Franco Angeli: "L’ho amato di un amore folle. Così folle che, per procurargli la droga, ho fatto di tutto. Compreso prostituirmi" - prosegue poi dicendo - "Mi sono fatta pagare, ma era un ragazzo giovane e bello. Siamo stati insieme due volte e, facendo la spiritosa, gli ho detto a brutto grugno “mo’ mi paghi”. E lui pagò: cinque milioni di lire". Sull'identità di questo uomo stende un velo di mistero fornendo però qualche indizio utile per tentare di identificarlo: "Era un costruttore. Biondo, riccio, occhi celesti, miliardario. Di recente è stato in galera. Ci scherziamo ancora, su quei cinque milioni".
 
Lei, da sempre, è una donna che ha fascino da vendere e lo hanno notato in tanti, anche Gianni Agnelli la corteggiava e, a tale proposito, la nobil donna ha raccontato un curioso episodio che l'ha vista protagonista: "Un giorno, passò da casa mia. Forse sperava in una sveltina, mi trovò a letto con lo scultore Eliseo Mattiacci e l’artista Gino De Dominicis. Disse: “Siamo già in troppi”, e se ne andò".

Un menage à trois così spiegato: "Nella mia scapestrataggine, ho avuto anche questo amore a due. Il sodalizio prevedeva che non ci dovessimo dividere mai. Andavo a prendere mia figlia Lucrezia a scuola o il tè da Babington ed erano sempre tutti e due con me".

Marina Ripa di Meana, che oggi ha 76 anni, a fine intervista ha tirato le somme di quella vita che si potrebbe dire vissuta intensamente e ha concluso con una riflessione: "Tutto può succedere, non bisogna mai giudicare. Conviene essere veri, anche se è scomodo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marina Ripa di Meana hot: “Agnelli mi trovò a letto con due uomini”

Today è in caricamento