rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Gossip

Clio Make Up nella bufera per vacanza con la tata: la lettera a cuore aperto della make up artist

Dopo essere stata criticata per aver portato la nanny in vacanza l'imprenditrice è tornata sull'argomento con un post sul suo blog

Clio Zammatteo, meglio nota come Clio Make Up, non è solo una make-up artist e imprenditrice, ma anche mamma di due bambine, Grace, 4 anni, e Joy, 2 anni.  L’influencer dopo la nascita della secondogenita ha deciso di assoldare una tata, Divine, per aiutarla nella gestione delle piccole. Clio e il marito Claudio dopo anni a New York hanno deciso di fare ritorno in Italia per seguire al meglio il brand di trucchi lanciato dalla veneta, e il supporto di una persona in casa si è fatto così necessario. Clio non ha mai nascosto la presenza della nanny su Instagram, che compare addirittura nella docu-serie “Clio back home” di Real Times, e molto spesso anche nei contenuti Instagram della Zammatteo. 

Il post delle polemiche

Eppure a molti followers è sembrato strano che l’imprenditrice ed il marito avessero deciso di portare in vacanza con loro e le bambine la tata. Dopo aver postato una foto sui social che la ritrae sui monti della Val di Fassa in Trentino Alto Adige, in compagnia delle bambine e della baby-sitter, Clio è stata sommersa dalle critiche. 

“La tata in vacanza ma dove finiremo?”, scrive un’utente. “La tata in vacanza. poveri noi”, le fa eco un’altra commentatrice. "Ma dai ma anche la tata in vacanza?noi donne comuni mortali come facciamo? che tristezza!”, domanda una donna. “Oddio non riesci ad andare in vacanza con la tua famiglia senza la filippina…. Povere noi mortali che facciamo le vacanze con i nostri bimbi senza la tata”, asserisce stizzita una follower. “Che ridicola con babysitter appreso”, si legge.

Insomma questo il tenore dei commenti sotto il post incriminato. Clio è prontamente intervenuta nelle stories a rispondere alle critiche: “Vedo i sorrisi delle mie figlie e vedo come si divertono, quindi non mi sento una cattiva madre. Se voi vi volete sentire delle madri migliori perché non andate in vacanza con la tata va bene, allora vi lascio questo, siete migliori di me”. Clio ha voluto lanciare un messaggio a tutte le mamme: “La cosa più difficile è fare la madre, aiutiamoci invece di romperci le pal*e a vicenda!”.

Clio dice la sua dal blog

L’imprenditrice dopo aver sollevato un polverone è tornata ieri sull'argomento dedicando all'accaduto un post sul suo celebre blog: “In questo post ho deciso di aprirmi ancora una volta con voi dicendovi la mia riguardo le critiche ricevute sulle vacanze con la Tata, esprimendovi tutti i miei pensieri e le mie opinioni a riguardo”, ha scritto l’influencer che questa volta difronte alle critiche non è riuscita a tacere: “Per carattere non sono una persona polemica, anzi, non dò peso alle critiche sterili e cerco sempre di andare oltre senza rispondere. In questa occasione, però, di fronte a queste osservazioni colme di giudizi e pregiudizi che vorrebbero insegnare al prossimo, soprattutto alle madri, ‘ciò che è giusto fare’, ritengo sia importante dire la mia ancora una volta, come ho fatto sulle storie del mio profilo Instagram”.

La Zammatteo ha poi svelato come avviene con la tata Divine la gestione delle piccole di casa, sbilanciandosi anche sui pregi dell’avere una tata a disposizione: “Durante la nostra vacanza, Grace e Joy non sono state tutto il giorno in una stanza d’albergo con la Tata, mentre io ero a rilassarmi alla Spa (anche se non credo ci sia comunque niente di male a prendersi qualche momento per sé!). Ci siamo goduti una splendida vacanza con un aiuto, il che l’ha resa ancora più bella! Vi faccio un esempio concreto: Grace e Joy hanno qualche anno di differenza e, quindi, delle esigenze diverse. Joy dorme un paio di ore al pomeriggio e sarebbe un peccato costringere Grace a rimanere in camera invece di divertirsi partecipando a qualche altra attività. Grazie alla presenza della nostra Tata riusciamo a organizzarci meglio, senza dover rinunciare ad alcune attività e ciò rende la vacanza più piacevole per tutti, soprattutto per Grace e a Joy!”.

Clio è infine voluta intervenire la sua ricordando come forse vada cambiata la narrazione della maternità: “Al di là della polemica che si è andata a creare in questo caso specifico, da quando sono diventata mamma mi sono resa conto che la maternità è uno dei temi sui quali molte madri discutono animatamente, in particolare sui social. C’è chi parla di mercificazione della maternità, chi dà il proprio personale giudizio su cosa sia giusto e cosa sia sbagliato e chi accusa le altre di non essere delle buone madri per svariate ragioni. (…) Allo stesso modo, chi ha la baby-sitter non è una buona madre perché è considerata una privilegiata che delega l’educazione dei figli a un’altra persona, mentre chi non ce l’ha è un’eroina! E di certo non si può neanche essere stanche, a maggior ragione se si chiede un aiuto alla Tata o magari ai nonni, agli zii o a degli amici: alla fine nessuno riceverà una medaglia al valore, il nostro premio dovrebbe essere la felicità dei nostri figli! Essere mamme, essere genitori, è davvero meraviglioso e, allo stesso tempo, tanto impegnativo: invece di generare polemiche inutili, cerchiamo, nel nostro piccolo, di fare rete. A me è, per esempio, capitato recentemente di dare una mano a mia cognata coi miei nipoti, diamoci reciprocamente consigli per essere e per diventare dei genitori migliori, anche imparando dai nostri errori e dagli esempi degli altri, giorno dopo giorno!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Clio Make Up nella bufera per vacanza con la tata: la lettera a cuore aperto della make up artist

Today è in caricamento