Domenica, 19 Settembre 2021
Gossip

Giulia Calcaterra, la velina bionda, ha soppresso il suo cane

Giulia Calcaterra, la nuova velina bionda di Striscia La Notizia, ha ammesso di aver fatto sopprimere il suo cane. Ma l'Aidaa ha denunciato l'accaduto ai carabinieri

Giulia Calcaterra

Allora è vero quello che si diceva in giro per la rete, ossia che la neo-eletta Giulia Calcaterra, la nuova velina bionda di Striscia La Notizia, ha soppresso il suo cane, un rottweiler di circa tre anni. Le polemiche sono iniziate a partire da un annuncio che la stessa Giulia ha pubblicato su Facebook: sotto la foto del cucciolo, anche la richiesta, da parte sua, di qualcuno disposto a prendersene cura, perché non poteva più tenerlo.

Da lì, sul web, è partita una vera e propria crociata animalista contro Giulia, in quanto molti sostengono che la velina ha maltrattato il suo cane e non solo, qualcuno ha fatto sapere che addirittura è stato soppresso. Dopo giorni di smentite e polemiche, è stata diffusa una dichiarazione della Calcaterra, che ha candidamente ammesso: "Il cane è stato fatto sopprimere per una malattia accertata e certificata dal veterinario. Mi aggrediva e ha aggredito anche mio fratello. La situazione non poteva più essere gestita e non sono riuscita a trovare nessuno che potesse occuparsene come un cane in quelle condizioni avrebbe richiesto. Ho fatto davvero di tutto per evitarlo".

Ma in questa dichiarazione c'è qualcosa che non torna: malattia accertata o comportamento aggressivo? In entrambi i casi, fin quando l'ultima speranza non si è spenta, si ha il sacrosanto dovere di lottare affinché il cane guarisca oppure riesca a controllare la sua aggressività, attraverso un recupero, che comporta certo soldi e fatica. Quello che ha ammesso di aver fatto Giulia...

Ora il punto è che la redazione di Striscia ha fatto sapere che il cane è stato adottato e sta bene. Per quale motivo mentire, visto che la verità è un'altra? Per quale motivo mentire, se il cane effettivamente è stato fatto sopprimere dietro certificazione veterinaria? Forse per evitare che altre chiacchiere si aggiungano alle foto hot che circolano in rete e che riguardano sempre la velina Giulia?

Lorenzo Croce, l'inarrestabile (e per fortuna, n.d.r.) presidente dell'Aidaa, ha dichiarato: "Ci piacerebbe sapere chi ha mentito: la redazione di 'Striscia' ha risposto a tutti che il cane stava bene, ora Giulia dice che lo ha soppresso. Non ci fidiamo, vogliamo le prove e vogliamo che le consegni ai carabinieri, noi non facciamo un passo indietro la denuncia rimane sul tavolo. Troppe bugie attorno a questa storia".

E noi, alle parole di Croce, non vogliamo aggiungere altro. 

AGGIORNAMENTO: sul sito dell'Aidaa, si legge che c'è stata una lunga telegonata tra Giulia e Lorenzo Croce, durante la quale la velina ha affermato che il cane era troppo aggressivo per tenerlo sotto controllo, così la sua famiglia ha tentato l'adozione, anche al canile, ma nessuno ha accettato di accogliere il Rottweiler. Il cane, secondo quanto riferito dalla Calcaterra, sarebbe morto a causa di una torsione intestinale, da qui presumibilmente la soppressione onde evitare all'animale inutili sofferenze. Giulia ha documenti in suo possesso, che lo attesterebbero, ma non può mostrarli, finché il suo ufficio stampa non ne darà autorizzazione. 

Croce ha aggiunto: "Ho ascoltato ed interloquito con Giulia: non è compito mio ne di altri investigare sulle cause reali della morte del cane, ma semmai è compito delle autorità pubbliche, alle quali ci siamo rivolti, per fare chiarezza,e che alle quali ha anche lei il diritto di rivolgersi se si sente diffamata dalle nostre opinioni o da quelle di altri. Tutto ciò premesso mi pare ovviamente che emergano diverse contraddizioni sulla posizione ufficiale di Striscia che ha sostenuto fino a ieri che il cane era stato adottato e stava benissimo rispetto alla versione che mi ha fornito Giulia che comunque ha promesso un chiarimento con documenti alla mano nel corso della prossima settimana. Per noi una volta appurato che i cane è morto e rimaniamo in attesa di essere sentiti dalle forze dell'ordine per dare loro le informazioni in nostro possesso. Spetta ad altri, Striscia in testa, chiarire come mai si è detto che il cane era vivo, adottato e stava bene, quando era morto ed incenerito dallo scorso 3 luglio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giulia Calcaterra, la velina bionda, ha soppresso il suo cane

Today è in caricamento