Martedì, 24 Novembre 2020

Lapo Elkann, carcere per il paparazzo che lo ricattò

Fabrizio Pensa, conosciuto come "Bicio", è stato condannato a 3 anni e 8 mesi di reclusione per la vicenda del video-ricatto ai danni del rampollo della famiglia Agnelli

Si è concluso con una condanna a 3 anni e 8 mesi di reclusione, il processo a Fabrizio Pensa, il fotografo che ricattò Lapo Elkann. Il paparazzo, che per molti anni lavorò nell'agenzia di Fabrizio Corona, è stato condannato per tentata estorsione per la vicenda del video-ricatto ai danni del rampollo della famiglia Agnelli.

Il giudice ha condannato Pensa anche ad un risarcimento danni da liquidarsi in separato giudizio. Il papà dell'imputato, un anziano cardiopatico, è morto lo scorso 5 novembre dopo aver saputo che il legale di Lapo Elkann aveva chiesto una provvisionale di 100 mila euro, secondo, secondo il racconto dell'avvocato del paparazzo, Alberto Ramin. Intanto, nell'udienza di martedì, il Tribunale di Milano ha disposto una provvisionale di 15 mila euro a favore del rampollo della famiglia Agnelli, parte civile.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lapo Elkann, carcere per il paparazzo che lo ricattò

Today è in caricamento