Mercoledì, 12 Maggio 2021

Matteo Salvini con la fidanzata al Festival di Venezia. Lui scherza: “Mascherina? Ma siamo congiunti…”

Il leader della Lega è arrivato al Lido in motoscafo con la compagna per assistere alla proiezione del film “Padrenostro” di Claudio Noce con Pierfrancesco Favino

Matteo Salvini e la fidanzata Francesca Verdini alla 77esima edizione del Festival del Cinema di Venezia ANSA/CLAUDIO ONORATI

Accompagnato dalla fidanzata Francesca Verdini, Matteo Salvini è arrivato in un elegante smoking alla 77esima Mostra del Cinema di Venezia per assistere alla proiezione del film ‘Padrenostro’ di Claudio Noce con Pierfrancesco Favino. Il leader della Lega e la compagna sono sbarcati al Lido in motoscafo, concedendo un bacio agli obiettivi dei fotografi. Giunto sul red carpet senza la mascherina, alla richiesta dei fotografi di indossarla per le foto di rito Salvini ha scherzato con una battuta: “Ma siamo congiunti...” ha affermato, per poi indossarne subito un modello con il leone dorato simbolo della città di Venezia.

salvini verdini bacio ansa-2

salvini verdini ansa bacio-2

La storia d'amore tra Matteo Salvini e Francesca Verdini 

Matteo Salvini e la compagna Francesca Verdini sono appassionati di cinema. Non a caso la loro prima uscita pubblica risale al marzo 2019, quando i due furono fotografati per la prima volta insieme al Cinema The Space Moderno in occasione della visione del film  'Dumbo' di Tim Burton. E nell'ottobre scorso si presentarono anche alla Festa del Cinema di Roma, smentendo le voci di una possibile rottura circolate in quelle settimane. I due fanno copia (almeno ufficialmente) da marzo 2019, quando furono avvistati avvistati insieme per la prima volta nel ristorante PaStation, in Campo Marzio a Roma. Francesca, già studentessa di economia alla Luiss, collabora nella gestione del locale con il fratello Tommaso.

Pierfrancesco Favino commenta la presenza di Matteo Salvini alla prima del film 'Padrenostro'

"Mi fa piacere vedere un film italiano, con attori italiani, con produzione italiana, che racconta una storia italiana, di anni difficili, per cui mi sono ritagliato due ore di tempo in questo periodo complicato e intenso", ha dichiarato il leader della Lega all'Adnkronos prima di vedere 'Padrenostro', film ispirato al vero fatto di cronaca che coinvolse nel 1976 il vicequestore Alfonso Noce, padre del regista, ferito in un attentato per mano dei Nuclei Armati Proletari, in cui persero la vita il poliziotto Prisco Palumbo e il terrorista Martino Zichittella. 

“Spero che non abbia fatto un viaggio a vuoto. Vedendo Padrenostro si capisce che non è pro poliziotti, così come non è pro Nap, piuttosto è una storia di bambini e di figli” è stato il commento di Pierfrancesco Favino sulla presenza di Matteo Salvini al Lido per la proiezione del film di cui è protagonista: “Conosciamo tutti la capacità di Salvini di mettersi al centro degli avvenimenti, è un bel segnale per il film, ma non credo che, in questo caso, ci siano possibilità di manipolazioni. Io, comunque, non l’ho invitato, e nessuno di noi ha il diritto di impedire a chiunque di essere spettatore di un film”.

Continua a leggere le notizie su GossipToday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Matteo Salvini con la fidanzata al Festival di Venezia. Lui scherza: “Mascherina? Ma siamo congiunti…”

Today è in caricamento