rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Gossip

Marco Alemanno: "I parenti di Lucio Dalla mi hanno tolto tutto"

Il compagno del cantautore scomparso non ha avuto niente dall'eredità: "Non ho difeso ciò che era mio ma niente mi avrebbe ridato Lucio"

Di lui ricordiamo la toccante lettura de "Le rondini" durante il funerale di Lucio Dalla, per tutti il cantante, per lui l'amore e il compagno di vita che ha voluto salutare in quel modo, con il testo della canzone che ascoltava fin da bambino e nel quale si perdeva a sognare. E' ancora innamorato Marco Alemanno, si capisce dalle parole che ancora riserva per il cantante scomparso.

"I parenti mi hanno tolto tutto - ha raccontato Alemanno a Oggi - L'enorme dolore provato dopo la sua improvvisa scomparsa purtroppo è stato gravato anche da orribili questioni umane, prima ancora che legali, a causa di incomprensioni tra me e gli eredi di Lucio, degli estranei entrati in casa di altri per decidere su tutto, dai soldi al patrimonio artistico, escludendo chi c'era prima e contava davvero qualcosa per lui".

Marco Alemanno non ha mai avviato nessuna azione legale nei confronti dei parenti di Dalla, dimostrando che per lui non è importante quell'eredità milionaria: "Ho scelto di rinunciare a combattere per difendere ciò che era mio e che i signori eredi non riconoscevano tale - ha detto - Niente mi avrebbe ridato Lucio, né i quadri, né le statue, né i soldi. Oggi non c'è dubbio che, comunque, sono molto più ricco io di loro: ho avuto e avrò sempre dentro di me Lucio, i nostri ricordi, la nostra vita. A loro resta solo il denaro".

Se qualcuno aveva ancora dei dubbi sull'amore sincero che legava e lega ancora Marco Alemanno a Lucio Dalla, adesso non può far altro che ricredersi...

Lucio Dalla

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marco Alemanno: "I parenti di Lucio Dalla mi hanno tolto tutto"

Today è in caricamento