rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Gossip

Michael Douglas e Catherine Zeta Jones si lasciano: divorzio da 300 milioni di dollari

Secondo il tabloid "Star", la rottura tra i due sarebbe imminente e l'attore avrebbe già abbandonato il tetto coniugale

Sembravano una delle coppie più salde di Hollywood e invece pare che tra Michael Douglas e Catherine Zeta Jones sia scoppiata la crisi.

Dopo tredici anni di matrimonio (celebrato in pompa magna al Plaza Hotel di New York nel 2000), due figli, alti e bassi, malattie e riconciliazioni, la coppia sarebbe arrivata al capolinea e i tabloid inglesi già parlano di documenti e accordi economici.

Finora si era parlato di loro come coppia modello (nonostante la differenza d'età) mentre ora c'è da giurarci che il loro nome sarà associato soprattutto alla cifra monstre che Douglas dovrà sborsare alla moglie come indennizzo di separazione: 300 milioni di dollari.

Di certo hanno pesato le dichiarazioni  dell'attore sulle cause del cancro alla gola che lo ha colpito nel 2010 e che lui ha attribuito non all'alcool o al fumo bensì all'Hpv, il papillomavirus, sostenendo di averlo contratto per aver fatto troppo sesso orale.

I rumors parlarono di una Catherine Zeta Jones infuriata per le dichiarazioni indelicate del marito, che cercò invano prima di rettificare e poi di farsi perdonare regalandole una collana da 40mila dollari. Ma non è escluso che all'origine della separazione ci siano anche i problemi di salute di lei, ricoverata più volte per bipolarismo.

Secondo il tabloid "The Star", la rottura sarebbe imminente. La Zeta Jones avrebbe tentato in ogni modo di salvare il matrimonio ma Douglas avrebbe già lasciato il tetto coniugale per andare a stare da un amico. L'attore vorrebbe annunciare la separazione ma probabilmente aspetterà fino agli Emmy, in programma a settembre.

Michael Douglas e Catherine Zeta Jones che coppia!

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Michael Douglas e Catherine Zeta Jones si lasciano: divorzio da 300 milioni di dollari

Today è in caricamento