Venerdì, 17 Settembre 2021
Gossip

"Tiziano Ferro ha evaso il fisco": una testimone lo inchioda al processo

Testimonianza chiave della funzionaria dell'Agenzia delle Entrate di Latina che ha spiegato dettagliatamente come il cantante è riuscito a nascondere i suoi guadagni

La posizione di Tiziano Ferro si aggrava. Il cantante, a processo con l'accusa di evasione fiscale, avrebbe evaso le tasse italiane tra il 2006 e il 2008, periodo in cui risultava residente in Gran Bretagna, per oltre 4 milioni di euro che dovrà risarcire al fisco. 

Durante l'ultima udienza del processo c'è stata una testimonianza chiave che non lascerebbe scampo a Ferro. La deposizione delle funzionaria dell'Agenzia delle Entrate di Latina che ha condotto gli accertamenti, inchioderebbe il cantante. La testimone ha parlato dell'esistenza di due società, una olandese ("Musical Voice") e l'altra inglese ("Breaking Dawn"), definite "scatole vuote" che incassavano cifre enormi, provenienti dai tour di Tiziano Ferro e dalle royalties sulle sue canzoni. Con queste società, dunque, milioni di euro sono stati nascosti al fisco italiano.

Al cantante non è stata riconosciuta la reale residenza a Manchester, anche se lui continua a difendersi dichiarando che i motivi della residenza all'estero erano esclusivamente legati ad impegni lavorativi. "Abbiamo effettuato gli accertamenti - ha spiegato la funzionaria, come fa sapere Il Messaggero - dopo la segnalazione della direzione regionale, verificando anche la presenza del signor Ferro in Italia. Aveva uno status particolare, risultava 'residente non domiciliato'. Inoltre risultava assunto come dipendente nella società inglese con uno stipendio di 10.000 euro al mese".

Il processo va comunque avanti e alla prossima udienz sarà la volta del commercilista di Tiziano Ferro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Tiziano Ferro ha evaso il fisco": una testimone lo inchioda al processo

Today è in caricamento