rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
Veleni

Attentato Stoccolma, Nina Moric contro la Svezia: “Boicottiamo Ikea e Ibrahimovic”

Dopo l'attentato nella capitale svedese la modella croata ha espresso il suo pensiero proponendo un serrato boicottaggio dei simboli del paese colpito

Nina Moric dice la sua sull'attentato avvenuto ieri a Stoccolma e lo fa su Facebook, senza mezzi termini e con il suo ormai proverbiale stile che non ammette giri di parole. 

"La Svezia è il paese che accoglie più pseudo profughi in assoluto, indignarsi non serve proprio ad un fico secco. Boicottiamo l'Ikea e Ibrahimovic piuttosto" ha scritto la modella che si è scagliata così contro i due simboli dell’esportazione di successo del Paese scandinavo. 

Già nella mattinata di ieri la Moric si era mostrata insieme ai sostenitori del partito di estrema destra CasaPound di cui è testimonial, esprimendo le sue idee in merito al bombardamento in Siria da parte degli Stati Uniti: "Trump ha tradito la fiducia anche di molti suoi elettori" - aveva scritto in calce alla foto che la ritraeva tra le bandiere del partito - "Molti si sono espressi contro il bombardamento di stanotte, eppure al consolato statunitense ci siamo andati solo noi".

Insomma, pare proprio che per la modella croata un futuro nella politica si avvicini sempre di più. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attentato Stoccolma, Nina Moric contro la Svezia: “Boicottiamo Ikea e Ibrahimovic”

Today è in caricamento