Giovedì, 28 Ottobre 2021
Vip

Cristel Carrisi chiama la figlia Cassia Ylenia, Al Bano: “Lei e la sorella erano molto legate”

Il cantante ha commentato il gesto della figlia che ha omaggiato la sorella scomparsa dando il suo nome alla bimba nata ad agosto scorso

Il ricordo di Ylenia resta indelebile nella famiglia Carrisi: a distanza di quasi 26 anni dalla scomparsa della primogenita di Al Bano e Romina Power, avvenuta a New Orlans nel 1993 in circostanze mai chiarite, ognuno porta nel cuore l’immagine sorridente e solare della ragazza 23enne di cui nessuno ha più avuto notizie dopo l’ultimo contatto telefonico risalente al 1° gennaio 1994. In sua memoria, Cristel, terza figlia della coppia di cantanti, ha voluto dare il nome di Cassia Ylenia alla sua bambina nata lo scorso 10 agosto, gesto che ha commosso papà Al Bano segnato per sempre da una perdita così devastante.

Al Bano commenta il nome della nipotina Cassia Ylenia: “Mi ha riempito di gioia”

Intervistato dal settimanale Oggi, Al Bano ha commentato la decisione della figlia Cristel di chiamare la figlia nata un mese e mezzo fa Cassia Ylenia in omaggio alla sorella scomparsa. “Mi ha riempito di gioia” - ha ammesso il cantante - “Cristel e Ylenia erano molto legate, ma purtroppo ognuno di noi ha un destino e al destino bisogna inchinarsi. Io l’ho combattuto, ci ho tanto provato, ma alla fine ha vinto lui”.

Talmente viva è la presenza della sua Ylenia, che Al Bano non ha nascosto l’emozione di pensarla sempre con trasporto tutte le volte che sente pronunciare quel nome: “Quando sento qualcuno che si chiama come mia figlia mi viene in mente lei. L’amore per lei è stato immenso”, ha ammesso ancora il cantante che adesso potrà sentire l’amata figlia ancora più vicina tutte le volte che si rivolgerà alla nipotina.

La scomparsa di Ylenia Carrisi, figlia di Al Bano e Romina

L'ultimo contatto di Ylenia con la famiglia risale al 1° gennaio 1994, da New Orleans, nell'hotel presso il quale era arrivata il 31 dicembre 1993 insieme al trombettista Masakela. Diverse indagini hanno cercato, per molto tempo, di far luce sulla sparizione della ragazza. Tra le testimonianze, vi fu quella di Albert Cordova, guardiano notturno dell'Audubon Aquarium of the Americas, che raccontò di aver visto, il 6 gennaio 1994 alle 23:30, una ragazza bionda gettarsi nel Mississippi, versione che non fu mai accertata. In questi 25 anni tante sono state le ricerche e le piste seguite invano: di Ylenia Carrisi è stata dichiarata la morte presunta dal tribunale di Brindisi nel 2014.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cristel Carrisi chiama la figlia Cassia Ylenia, Al Bano: “Lei e la sorella erano molto legate”

Today è in caricamento