rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
il racconto

La figlia di Alessia Marcuzzi in isolamento per Covid: "La sera preghiamo attraverso la porta"

Sui social il racconto della quotidianità della conduttrice alle prese con la positività della figlia: "Ho scoperto tante cose di Mia"

Alessia Marcuzzi ha condiviso con i follower le sensazioni scaturite dall’attuale momento famigliare segnato dal Covid. La figlia Mia, infatti, nata 10 anni fa dall’amore con Francesco Facchinetti, è risultata positiva al virus, circostanza che ha reso necessario l’isolamento tra le pareti della sua stanzetta e suscitato in mamma Alessia le consapevolezze raccontate.

“Ho scoperto tante cose di Mia figlia mentre è in isolamento”, ha esordito la conduttrice su Instagram introducendo gli aspetti del carattere della bambina fino ad ora considerati ovvietà:  “Ho scoperto invece che Mia ha un grande senso di responsabilità non vuole mettere a rischio la vita degli altri, ed è molto premurosa con me quando entro (mascherata) per portarle da mangiare o pulire la stanza”.

Il racconto dell'isolamento di Mia 

La dad, i compiti da fare, i momenti di svago sono elencati come azioni che scandiscono le giornate in isolamento di Mia con cui comunque Alessia cerca di interagire nonostante la distanza: “Ci siamo ingegnate a fare un sacco di giochi insieme fuori dalla porta… accasciate per terra con quella parete che ci separa: leggiamo, facciamo Battaglia navale sul foglio, nomi cose, animali, indovina chi” racconta ancora, soffermandosi anche sull’utilizzo dei dispositivi tecnologici ora concessi più del solito: “Le ho dato un telefono per parlare con i suoi amici e fare le videochiamate, così almeno si sente meno sola… Prima del Covid litigavo spesso con lei sulla gestione di questi devices: il tempo limite era mezz’ora al giorno e basta, adesso è lei la prima a limitarsi perché dice ha molte altre cose da fare. Mi sembra un sogno”.

Il pensiero, poi, è andato ai bambini nelle stesse condizioni di Mia, ma meno fortunati: “Lei ha una stanza grande e tanti giochi e ha un’età che le permette di essere autosufficiente anche nell’isolamento. Tante persone si trovano in situazioni troppo difficili da gestire ed io penso ogni giorno alla loro fatica, alla loro forza” ha osservato, condividendo anche l’ultimo momento della giornata trascorso con lei e dedicato agli altri
“Ecco perché la sera, sempre attraverso la porta, facciamo le preghiere. E lei con la sua vocina meravigliosa, ne fa sempre una speciale per quelli che stanno male e in difficoltà”, ha concluso Alessia: “Ho capito in questi giorni di fugaci apparizioni a distanza e di sguardi innamorati che devo imparare ad essere una mamma più tollerante e più consapevole. Grazie Mia”.

1-81-26

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La figlia di Alessia Marcuzzi in isolamento per Covid: "La sera preghiamo attraverso la porta"

Today è in caricamento