rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Il dibattito

Alessia Marcuzzi sbotta per l'intervista sul Corriere: "Il titolo sul nudo, ma non ne parlo. Succede solo a noi donne"

Lo sfogo della conduttrice sui social dopo aver letto l'articolo. Tanti i commenti critici nei confronti del quotidiano

Alessia Marcuzzi tuona per il titolo del Corriere della Sera alla sua intervista. Dopo aver letto il pezzo la conduttrice si è sfogata sui social per le parole fuorvianti utilizzate, che nulla hanno a che fare con i contenuti della lunga conversazione con il giornalista Valerio Cappelli.

"Harvey Keitel mi voleva all'Actor's Studio, rinunciai per Inzaghi. Recitare nuda? Solo se me lo chiedesse Sorrentino". Questo il virgolettato riportato dal noto quotidiano a cui Marcuzzi replica: "Perché questo titolo se del nudo nell'intervista non si parla? Con Valerio Cappelli abbiamo parlato di tante cose belle, dalla mia passione per Peter Sellers alle donne del cinema, da Paola Cortellesi alle sorelle Rohrwacher, alla Bigelow. E si, la domanda sul nudo me l'ha fatta Valerio (peraltro persona amabile) e la mia risposta è stata: non mi fare queste domande che poi ci fanno i titoli, ridendo. Incredibile eh? - incalza - Titolo su Simone, il padre di mio figlio (citato un secondo per una battuta su Harvey Keitel) e il nudo di Sorrentino. Chissà come mai queste cose succedono sempre a noi donne".

Tanti i commenti in suo sostegno, molti dei quali critici nei confronti del Corriere e del sensazionalismo che la stampa in generale rincorrerebbe "pur di fare click". "Si chiama semplicemente 'clickbait'. Quotidiani italiani sempre più tabloid" scrive il giornalista scientifico Daniele Banfi, mentre un altro collega fa notare: "I titoli li fanno i titolisti, non i giornalisti che fanno l'intervista. Per attirare l'attenzione del pubblico si forza il titolo, ma così si rischia di perdere credibilità nei conronti della persona intervistata e dei lettori. Credo che abbia ragione - conclude - forse è successo perché lei è una donna". Dello stesso parere anche i lettori: "Purtroppo la narrazione media per vendere un'informazione su una donna è la componente materna o il rimando al sesso". Qualcuno però non è d'accordo e fa notare altro: "Non solo a voi donne. La Fagnani a Borghi ha chiesto se il coso che si vede nella serie su Siffredi è davvero suo". Insomma, il dibattito è acceso e in fondo - titolo 'urlato' a parte - anche questo dà senso all'intervista. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alessia Marcuzzi sbotta per l'intervista sul Corriere: "Il titolo sul nudo, ma non ne parlo. Succede solo a noi donne"

Today è in caricamento