Giovedì, 4 Marzo 2021
CLIMA TESO

"Scontro acceso tra Amadeus e Stefano Coletta": il retroscena

A rivelare l'indiscrezione il sito Dagospia che parla di un clima teso tra il direttore artistico del Festival di Sanremo e il direttore di Rai1

Amadeus e Stefano Coletta (Ansa)

Tra Amadeus e Stefano Coletta il clima sarebbe tutt’altro che disteso. A rivelare il retroscena è il sempre informatissimo Dagospia che parla di uno "scontro acceso" tra il conduttore e direttore artistico del Festival di Sanremo e il direttore di Rai Uno. Nessun ulteriore dettaglio in merito, tantomeno sulle cause che avrebbero innescato la scintilla.

Presumibile, tuttavia, che il presunto diverbio possa essere stato innescato dai programmi in merito alla prossima edizione della kermesse che, alla luce della nuova ondata di coronavirus, potrebbe essere messa in forse quantomeno sulle date prefissate. Tempo fa Amadeus, così come Fiorello, aveva affermato che il Festival di Sanremo non ha ragione di esistere se non si può portare il pubblico al teatro Ariston per via di un eventuale protrarsi dell’emergenza sanitaria in corso. Coletta, dal canto suo, ha assicurato che in ogni caso Sanremo 2021 si farà: “Dal 2 al 6 marzo è in palinsesto, adotteremo tutti gli stratagemmi perché anche il pubblico torni vivo all'Ariston, seguiremo tutte le norme di sicurezza ma ci sarà, non c'è anno tv senza Sanremo”, aveva affermato.

Se nel frattempo tra i due è capitata una qualche frizione non è dato sapere. Per ora si tratta di uno “spiffero” non confermato dai diretti interessati.

Amadeus: “Senza pubblico il Festival di Sanremo non si fa, non c'è un piano B”

Amadeus aveva espresso così le sue intenzioni lo scorso settembre : se le condizioni restano quelle odierne, con le regole di distanziamento da rispettare per evitare il contagio del coronavirus, il Festival di Sanremo non si farà, almeno non nelle date previste del 2-6 marzo 2021. Il prossimo Sanremo dovrà essere "il Festival della normalità, della rinascita dopo il coronavirus. Non c'è nessun piano B per il festival di Sanremo. Deve essere nella totale normalità. O si fa con il pubblico o nulla. E' impensabile l'Ariston vuoto o con il pubblico distanziato e poi l'orchestra. E chi lo dice a Fiorello che non può sputarmi l'acqua sul collo?", aveva affermato il conduttore e direttore artistico della kermesse ospite del ‘Festival della tv e dei nuovi media’ di Dogliani, ribadendo di sperare che l'edizione 2021 sarà "la prima dell'era post Covid". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Scontro acceso tra Amadeus e Stefano Coletta": il retroscena

Today è in caricamento