rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Vip

Andrea Pamparana del Tg5: "Ho lo stesso tumore di Fedez, dopo l'intervento seguo questa terapia"

Il giornalista lo ha scoperto nel 2016. Oggi assume un farmaco per impedire la formazione di altri tumori e si sottopone a controlli periodici

La testimonianza di Fedez, colpito da un tumore neuroendocrino al pancreas, si sta rivelando molto importante per portare alla luce questa rara forma di neoplasia, oltre ad aiutare chi si trova nella stessa situazione ad affrontarla con positività. Adesso a rompere il silenzio è Andrea Pamparana, fondatore del Tg5 - di cui è stato anche vicedirettore - che in un'intervista a Vanity Fair fa sapere di aver avuto lo stesso problema. Lo ha scoperto nel 2016: "Da qualche giorno avevo un fastidio alla schiena e avvertivo alla pancia un dolore fisso, che non passava - racconta - Chiamai una dottoressa che conoscevo che mi consigliò di non prendere un antidolorifico e di andare al Pronto Soccorso". Una mossa fondamentale: "Le devo tantissimo - continua il giornalista - Se avessi eliminato il dolore senza però risolvere a monte, in qualche mese quella massa tumorale magari sarebbe diventata più grande e si sarebbe diffusa diversamente, senza limitarsi all'intestino come nel mio caso. Il Net (Neuroendocrine Tumors, ndr), come tutti i tumori, prima lo scopri, meglio è". Di quei giorni ricorda ancora: "Facevo fatica a stare seduto, non trovavo mai la posizione, dormivo male. E poi stava durando da troppo tempo. A un certo punto non ce la facevo più. Sono stato attento, mi sono ascoltato. Per quello dico che essere un po' ipocondriaco mi ha salvato". 

Pamparana ha subìto la stessa operazione di Fedez: "Dopo l'intervento abbiamo studiato una terapia. Faccio un'iniezione una volta al mese di un farmaco che impedisce, o quanto meno rallenta, la formazione di altri tumori neuroendocrini. E ovviamente faccio controlli periodici e una volta all'anno mi sottopongo a una Pet con Gallio, un esame specifico che serve per vedere se ci sono altri Net". Il giornalista è testimonial di Net Italy Onlus, l'associazione che si occupa di sensibilizzare sui tumori neuroendocrini: "La malattia non deve essere un tabù. Sono un comunicatore e metto a disposizione quello che so fare per la causa, essendoci passato e sapendo quanto sia importante parlarne, usando anche le parole giuste". Proprio quello che sta facendo Fedez, che lui ribadisce essere fondamentale: "Ho visto le sue foto, lui abbracciato alla moglie e la ferita sulla pancia, tale e quale alla mia. Ho pensato a quanto fosse importante mostrarsi così. Il tumore fa più paura di altre malattie ma oggi si può affrontare". 

Tumore, parla il chirurgo che ha operato Fedez: il percorso di cura e le percentuali di guarigione

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Andrea Pamparana del Tg5: "Ho lo stesso tumore di Fedez, dopo l'intervento seguo questa terapia"

Today è in caricamento