rotate-mobile
Domenica, 25 Febbraio 2024
Vip

Anthony Bourdain, gli ultimi sms con Asia Argento prima del suicidio: "Non mi rompere"

Una biografia non autorizzata sullo chef ha riaperto ferite mai sanate e si preannuncia un vero e proprio caso mediatico

Dei messaggi pubblicati sulla biografia non autorizzata di Anthony Bourdain hanno riaperto il caso sul suo suicidio. Era l'8 giugno 2018, stava girando la sua serie, Cucine segrete, in Francia quando arriva la notizia del suo suicidio. L'11 ottobre uscirà "Down and Out in Paradise: The Life of Anthony Bourdain", la biografia scritta dal giornalista Charles Leerhsen nella quale sono pubblicati gli ultimi sms che si sono scambiati Asia Argento e lo chef proprio nel giorno in cui lui si è tolto la vita. È stato il New York Times a pubblicarne un'anticipazione ed è già polemica. 

Morto Bourdain, Asia Argento: "Era il mio amore, sono devastata"

Gli sms con Asia Argento prima del suicidio

Nel libro sono citate mail, messaggi e anche la cronologia del browser, com'è possibile? Il giornalista avrebbe avuto accesso al telefono e al computer di Bourdain. Il fratello di Bourdain, Chris, ha definito il libro una "fiction diffamatoria" in quanto "ogni singola cosa che scrive su rapporti e relazioni all’interno della nostra famiglia quand’eravamo bambini e poi adulti l’ha inventata. O è comunque totalmente sbagliata" avrebbe detto all'editore a cui ha espressamente chiesto di non pubblicarlo.

Nella biografia Bourdain viene descritto come un uomo “isolato dagli amici e da ex moglie e figlia, ossessionato dalla forma fisica, sotto l’effetto degli steroidi anabolizzanti, dell’alcol, cliente di prostitute, lontano dalla vita quotidiana della figlia allora undicenne".

Secondo quanto ricostruito dal giornalista sembrerebbe che dal momento in cui Asia Argento aveva deciso di non parlare più con Anthony lui abbia iniziato a cercare il nome dell'attrice su Internet "centinaia di volte". Cinque giorni prima del suicidio Asia Argento è stata paparazzata a Roma con un altro uomo, in merito a ciò lo chef le avrebbe scritto: "Bene. Non sono geloso. Non sei una mia proprietà. Sei libera. Come ho detto. Come ho promesso… Ma sei stata sconsiderata con il mio cuore. Con la mia vita". Poi Charles Leerhsen parla dell'8 giugno, Anthony le avrebbe scritto: "C’è qualcosa che posso fare?", la Argento avrebbe risposto con un secco "Smetterla di rompermi le palle", a cui il cuoco si è limitato a replicare con un "Ok". In merito a questi messaggi, Asia avrebbe dichiarato al  New York Times di aver scritto al giornalista e di avergli comunicato "che non poteva pubblicare nulla di quello che gli ho detto".

Asia Argento e le accuse contro di lei

Asia Argento è stata accusata da molti hater, e alcuni troll, di essere stata la causa della morte dello chef, di averlo condotto lei al suicidio. Per smentire le accuse a luglio 2018 aveva deciso di condividere un documento in cui si potevano leggere le riflessioni e gli sfoghi del noto chef, così da dimostrare che da anni lui stava combattendo con depressione, ansia e enormi sensi di colpa. In merito a ciò Argento ha spiegato: "Non ho mai saputo di questa sua ossessione. Non me l'ha mai detto. Leggere queste cose mi spezza il cuore".

Asia Argento sul suicidio di Anthony Bourdain: “Non sapevo della sua ossessione, ho il cuore a pezzi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anthony Bourdain, gli ultimi sms con Asia Argento prima del suicidio: "Non mi rompere"

Today è in caricamento