Domenica, 28 Febbraio 2021
la replica

Asia Argento accusa di stupro Rob Cohen: arriva la replica del regista

Il big del cinema nega tutte le colpe che l'attrice gli ha rivolto nei giorni scorsi, definendo le sue affermazioni come "sconcertanti"

Asia Argento

A qualche giorno dalle gravi accuse di stupro rivolte da Asia Argento a Rob Cohen, arriva la replica del regista di ‘Fast and Furious’ che ha negato fortemente ogni addebito.

Nell’intervista al Corriere della Sera che ha anticipato il contenuto della sua autobiografia in uscita nei prossimi giorni, la figlia di Dario Argento ha incolpato per la prima volta il big del cinema di aver abusato di lei e di averla drogata, spiegando di non aver mai fatto riferimento alla cosa perché nessuno ne aveva mai parlato. Tuttavia, dopo che altre due donne si erano fatte avanti per denunciare la violenza, anche lei aveva deciso di farlo: il riferimento, secondo il sito Deadline che ha raccolto il commento del regista, è all’episodio di violenza che sarebbe avvenuto nel 2019 ai danni di un’ignota a Manhattan e a quelle della figlia di Cohen, Valkyrie Weather che lo aveva accusato di molestie in tenera età e da adolescente.

Asia Argento ha rivolto le stesse accuse a Rob Cohen anche nel programma di Silvia Toffanin, Verissimo, nella puntata di sabato 23 gennaio.

Asia Argento shock: “Drogata e violentata dal regista Rob Cohen. Mia madre mi picchiava”

Asia Argento accusa di stupro Rob Cohen, la replica del regista: “Sconcertante”

“Mr. Cohen nega categoricamente l'accusa di aggressione nei suoi confronti da parte di Asia Argento come assolutamente falsa”, è la dichiarazione rilasciata da un portavoce di Cohen al sito Deadline: “Quando lavoravano insieme, avevano un ottimo rapporto di lavoro e il signor Cohen la considerava un'amica, quindi questa affermazione risalente al 2002 è sconcertante, soprattutto considerando quanto è stato riferito di lei negli ultimi anni”.

Asia Argento: “Quando Rob Cohen abusò di me”

Dopo le ormai note accuse a Harvey Weinstein, Asia Argento ha rivelato di essere stata abusata dal regista Rob Cohen nel 2002 mentre giravano il film xXx. “Abusò di me facendomi bere il Ghb (la droga dello stupro, ndr), ne aveva una bottiglia. Ai tempi sinceramente non sapevo cosa fosse. Mi sono svegliata la mattina nuda nel suo letto”.

Asia Argento si è detta pronta alle conseguenze che questa dichiarazione susciterà: “È la verità. La cosa più pura di questo MeToo è che una donna si riconosce nell’altra. Se uno tiene una bottiglia di Ghb sicuramente l’avrà dato anche ad altre”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asia Argento accusa di stupro Rob Cohen: arriva la replica del regista

Today è in caricamento