Martedì, 27 Luglio 2021
Vip

Asia Argento, le vecchie lettere su Weinstein: "È un mostro, mi violenta"

La cronista del Giornale Daniela Fedi ha pubblicato i fax con i quali l’attrice le confidò gli abusi del produttore nel 1997

Asia Argento

Continuano ad emergere particolari sullo scandalo sessuale che vede accusato il produttore Harvey Weinstein di abusi sessuali nei confronti di numerose attrici.

Com’è noto, tra loro c’è anche Asia Argento che ha denunciato di essere stata costretta a subire molestie quando aveva poco più di vent’anni. 

Sulla vicenda si sono levati diversi commenti, molti dei quali hanno puntato il dito contro la stessa Argento ritenuta colpevole per non aver denunciato prima l’accaduto. 

Oggi, a sostegno dell’attrice e regista, la cronista de Il Giornale Daniela Fedi ha voluto rendere pubbliche le lettere inviatele via fax dalla figlia di Dario Argento nel 1997, missive in cui la ragazza l’aveva resa partecipe di quanto le stava accadendo. 

“L'orgoglio è per Asia, la meravigliosa e folle ragazza che di cognome fa Argento e che finalmente ha trovato il coraggio di parlare. A me l'ha raccontato 20 anni fa, quando siamo diventate amiche” ha dichiarato la Fedi che ha riportato stralci del testo di quelle lettere.

“Stasera c'era un festone per il capo della Miramax, mr Weinstein, che è a Roma, ma io non ci sono andata. Certo, è il mio boss, e allora? È un cicciabomba butterato. Ha una lingua lunga tre metri e me la vuole sempre infilare al caldo” le scriveva la Argento.

Poi la Fedi, ricordando una telefonata ricevuta nel cuore della notte durante la quale Asia in lacrime le raccontò “per filo e per segno quel che le aveva fatto a Cannes mr Weinstein”, ha concluso: “Ero annichilita dall'orrore. Non ebbi neanche bisogno di chiederle perché non avesse denunciato subito lo stupro: me lo disse lei. Ricordo le sue parole esatte: ‘Quel ciccione schifoso è così potente che la passerebbe liscia. A Monica Levinsky credono solo perché ha tenuto via il vestito. Perderei la stima di Abel. Non ci posso nemmeno pensare’. Tentai di consolarla e alla fine le detti ragione: cerca di dimenticare, sei giovane, hai una vita davanti a te”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asia Argento, le vecchie lettere su Weinstein: "È un mostro, mi violenta"

Today è in caricamento