Mercoledì, 28 Ottobre 2020
Barbara d'Urso, 63 anni
Vip

Barbara d'Urso choc: "Nella setta di Adua e Massimiliano anche altri vip, è intrisa del mondo dello spettacolo"

Ieri i due concorrenti del Gf Vip hanno raccontato un episodio del loro passato

Parole in codice, lacrime e confessioni sottovoce. Così ieri al Grande Fratello Vip Adua Del Vesco e Massimiliano Morra si sono confrontati su un inquietante episodio avvenuto nel loro passato. E proprio sulla questione è tornata ieri pomeriggio Barbara d'Urso in occasione dell'ultima puntata di 'Pomeriggio 5', nel tentativo di fare chiarezza sull'accaduto. 

Le parole di Barbara d'Urso

Nel dettaglio Barbara ha mostrato sul ledwall della trasmissione alcuni titoli di giornale che riportavano le confessioni di Morra e Adua. "Potrebbero essere stati coinvolti anche altri personaggi molto, ma molto famosi, attenzione", ha dichiarato "Questa è una cosa seria. Adua parla di una persona che si è suicidata e lei dice che questa persona faceva parte di questa sorta di setta come dicono i giornali. Lei fa capire che sarebbe potuto accadere anche a lei il suicidio. Io posso dire che c’è un’altra persona che io non dirò nemmeno sotto tortura, che mi ha raccontato la stessa cosa. Mi ha detto che era una situazione molto particolare, io lo tengo per me, non dirò altro. Però sono scioccata perché le cose di Adua e Morra sono le stesse".

D'Urso, insomma, conferma ma non scende nel dettaglio e, soprattutto, lascia intendere che quanto avvenuto sia ben noto agli addetti ai lavori. "Io questa cosa la sapevo ma da un’altra persona molto famosa. Questa cosa qui è intrisa nel mondo dello spettacolo. Vi dico che però mi è stata raccontata nello stesso modo. Io sono sotto choc perché durante la pubblicità ho preso il mio telefono e mi stanno arrivando un sacco di messaggi da persone che conosco sul caso della ipotetica setta e sono incredula. Così tante persone non immaginavo. Secondo me usciranno tanti nomi". 

Lucifer

"Io ero succube di quella persona, sai di chi parlo vero? Ero una scema”, ha esordito ieri la 27enne siciliana in riferimento a un personaggio che li avrebbe manipolati. E lui le ha fatto eco: "Tu credi nell'energia negativa? Io sono convinto che lui sia Lucifero, è il Male supremo. Dopo questi avvenimenti l'ho percepito ancora di più", ha affermato Morra.  Ma chi è l'innominabile? Al momento non è dato sapere, dato che i due si sono ben guardati dal fare esplicitamente nomi e cognomi delle persone coinvolte. 

Gf Vip, Adua Del Vesco sulla 'setta': "Tu stavi morendo, lui mi ha impedito di raggiungerti"

Che cosa c'entra Teodosio Losito, suicida l'anno scorso

L'unico nome tirato in ballo è, però, quello di un certo Teo, che è da ricondurre a Teodosio Losito, sceneggiatore delle fiction Ares (società di produzione fallita all'inizio dell'anno, che ha dato i natali a serie tv di successo come Il Bello delle Donne, L'onore e il rispetto, Il Peccato e la Vergogna, di cui gli stessi Adua e Morra erano protagonisti) morto suicida l'8 gennaio 2019. L'uomo, legato professionalmente e sentimentalmente al collega Alberto Tarallo, viene chiamato in causa da Adua in quanto unica persona che l'avrebbe aiutata ad uscire da quel momento difficile. Questa morte sarebbe stata la molla che l'avrebbe spinta ad uscire dall'anoressia: "Io non ero lì quando è successa quella cosa, l’ho scoperta il giorno dopo alle 7 del mattino. Lui mi mandò un messaggio. Io gli volevo bene e so che anche tu ne volevi a lui. Io se rimanevo facevo la sua fine. Ero veramente sola e avrei fatto quella fine lì. Lui è morto il 9 gennaio. A Natale mi accompagnò in aeroporto e mi abbracciò fortissimo, aveva bisogno di calore umano, non lo dimenticherò mai". 

EDIT 1 OTTOBRE 2020: DALL'AVVOCATO DARIA PESCE, CHE ASSISTE IL SIGNOR ALBERTO TARALLO, RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO:  

Le dichiarazioni della signora Rosalinda Cannavò (in arte Adua Del Vesco) e Gabriele Morra (in arte Massimiliano Morra) a seguito della trasmissione Grande Fratello Vip (GF Vip 2020) mandata in onda in data 21.9.2020 su Canale 5 contengono notizie non rispondenti al vero, altamente levise dell'onore della reputazione e dell'identità personale del signor Alberto Tarallo, come dimostrato dalle dichiaraizoni rese dalla signora Manuela Arcuri: "Al massimo potevano darmi consigli, come può fare qualsiasi persona con cui lavori e che cerca di proteggerti. Alberto è sempre stato un uomo molto protettivo, ti voleva aiutare sotto tutti questi aspetti. Non ha mai puntata una pistola alla tempia a nessuno. Lo difendo, non si fa così. Non si gioca con la vita delle persone. Non si gioca delle persone. Qui non parliamo di un matrimonio inventato, qui si gioca con la vita della gente").

Altrettanto diffamatorie oltre che fantasiose sono sia le affermazioni di Adua Del Vesco sul decesso di Teodosio Losito e sull'appellativo 'Lucifero' attribuito al signor Alberto Tarallo nonché quelle rilasciate da Eva Grimaldi, Nancy Brilli e Giuliana De Sio. Infatti, istigazione al suicidio è una mera illazione della signora Rosalinda Cannavò, basata sul nulla. Non solo, tale affermazione è alquanto grave in quanto ella attribuisce un reato al signor Alberto Tarallo. Peraltro, le affermazione della Del Vesco sul decesso del signor Teodosio, sono state assolutamente smentite dalla signora Manuela Arcuri, la quale ha dichiarato che "parliamo di un grande protettore, di una tragedia che è successa un anno e mezzo fa, una cosa delicatissima. Al funerale di Teodosio c'erano tutti, piangevano, capisce? Finché c'era il lavoro era tutto rose e fiori, c'erano i soldi. Crollato lui è facile voltargli le spalle, capisce?". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A questo proposito, l'avvocato Daria Pesce, che assiste il signor Alberto Tarallo, dice: "E' scandaloso che in un paese come l'Italia si riportano sui quotidiano dei pettegolezzi privi di qualsivoglia fondamento e di interesse per la colelttività. Non solo: addirittura si pubblica una risibile storia relativa ad una presunta setta e ad un'istigazione al suicidio inventata al solo fine di farsi pubblicità non tenendo in considerazione che attribuire un reato inesistente a persone note di serietà indiscussa costituisce una grave diffamazione, trasmessa, inviata a diversi quotidiani al solo scopo di pubblicizzare due nomi assolutamente anonimi". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

Barbara d'Urso choc: "Nella setta di Adua e Massimiliano anche altri vip, è intrisa del mondo dello spettacolo"
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...