rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Vip

Nel testamento di Berlusconi c'è una lettera ai figli: "Tanto amore a tutti voi, il vostro papà"

"Se non dovessi tornare vi prego di prendere atto di quanto segue" si legge nella missiva scritta dall'ex premier poco dopo la diagnosi di leucemia

Il testamento di Silvio Berlusconi è stato aperto nel pomeriggio di mercoledì 5 luglio, a distanza di tre settimane circa dalla sua scomparsa. Il contenuto reso noto poche ore fa ha stabilito che ai figli Pier Silvio e Marina vada la maggioranza di Fininvest, mentre a Marta Fascina, Paolo Berlusconi e Marcello dell'Utri una somma di denaro. Insieme alle ultime disposizioni, è stata pubblicata anche la lettera indirizzata dall'ex premier e leader di Forza Italia a tutti i suoi cinque figli che ha accompagnato le sue ultime volontà.

Chi sono e cosa fanno i figli di Silvio Berlusconi: tra vita privata e lavoro 

La lettera di Berlusconi ai figli

Su un foglio di carta intestata composto da due facciate, scritto in inchiostro nero per una quindicina di righe in tutto: "Grazie, tanto amore a tutti voi, il vostro papà" scriveva ai figli Berlusconi il 19 gennaio 2022 mentre si recava all'ospedale San Raffaele per controlli. Poche settimane prima l'ex premier aveva ricevuto la diagnosi di leucemia che poi avrebbe causato la morte mesi dopo. 

"Cara Marina, Pier Silvio, Barbara e Eleonora, sto andando al San Raffaele. Se non dovessi tornare vi prego di prendere atto di quanto segue" è il testo riportato dal Corriere della Sera. Poi le disposizioni che riguardano Marta Fascina, Paolo Berlusconi e Marcello Dell’Utri:

"Dalle vostre eredità di tutti i miei beni dovreste riservare queste donazioni a:
1) Paolo Berlusconi: euro 100 milioni
2) a Marta Fascina: euro 100 milioni
3) a Marcello dell’Utri: euro 30 milioni".

"Per il bene che gli ho voluto e per quello che loro hanno voluto a me" la chiosa della missiva.

"Nessuno ha il controllo solitario di Fininvest"

A Pier Silvio e Marina il padre ha lasciato la maggioranza di Fininvest. Avendo ricevuto l'intera quota disponibile, i figli del primo matrimonio di Berlusconi con Carla Dall'Oglio raggiungono insieme il 53% del gruppo con quote paritarie. "Lascio tutto il resto in parti eguali ai miei 5 figli Marina, Pier Silvio, Barbara, Eleonora e Luigi" ha stabilito poi Berlusconi. Marina, a nome anche di tutti i fratelli e sorelle, dopo le disposizioni testamentarie del padre, ha inviato una nota per assicurare che nessuno di loro controllerà in modo solitario la Fininvest .

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel testamento di Berlusconi c'è una lettera ai figli: "Tanto amore a tutti voi, il vostro papà"

Today è in caricamento