Giovedì, 18 Luglio 2024
Vip

Brad Pitt contro Angelina Jolie: i motivi della nuova battaglia legale

Tra i due ex coniugi continuano le controversie che si discutono in tribunale

Sono passati tre anni da quando Brad Pitt e Angelina Jolie hanno divorziato ufficialmente, ma i motivi per citarsi in giudizio continuano a spuntare e a far parlare. Dopo le questioni sull'affidamento dei loro sei figli (tre adottati e tre biologici), adesso in tribunale si discute circa la vendita delle azioni dell'azienda vinicola francese che i due hanno acquistato insieme nel 2008 e che - sostiene Pitt - la sua ex moglie avrebbe deciso senza consultarlo.

Nei documenti depositati alla Corte superiore della contea di Los Angeles riportati da People, si legge che la villa con il vigneto in Chateau Miraval, la stessa nella quale la coppia si è sposata, era un progetto molto caro all'attore al quale "Jolie non avrebbe contribuito per nulla al successo". Gli avvocati di Brad Pitt sostengono che l'attrice "ha perseguito e poi consumato la presunta vendita in segreto, mantenendo di proposito Pitt all'oscuro e violando consapevolmente i diritti contrattuali" e di aver "cercato di costringere Pitt a collaborare con uno sconosciuto e, peggio ancora, uno sconosciuto con associazioni e intenzioni velenose".

L'accordo stipulato dalla Jolie è con una società gestita da Yuri Shefler, proprietario dell'azienda che produce la vodka russa Stolichnaya, ribattezzata Stoli. Secondo Brad Pitt l'ex moglie avrebbe venduto la sua metà dell'amata azienda vinicola francese Miraval all'oligarca russo con "intenzioni velenose" e "tattiche commerciali studiate" per "infliggergli danni" come rappresaglia per la lotta per l'affidamento dei loro figli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brad Pitt contro Angelina Jolie: i motivi della nuova battaglia legale
Today è in caricamento