Mercoledì, 17 Luglio 2024
Vip

Le nozze milionarie di Brooklyn Beckham e Nicola Peltz finiscono in tribunale

Il matrimonio del figlio di David e Victoria Beckham, costato oltre 3 milioni e 300mila euro, è motivo di una causa ingente tra i genitori della sposa e le due wedding planner

A quasi un anno dalla favolosa celebrazione del 9 aprile scorso, le nozze di Brooklyn Beckham e Nicola Peltz tornano notizia delle cronache del momento. E non per problemi legati al rapporto tra i due che, anzi, prosegue a gonfie vele, bensì per un'aspra battaglia legale tra i genitori della sposa, erede del miliardario americano Nelson, e le organizzatrici dell'evento, gli uni contro le altre per difendere le proprie ragioni a suon di migliaia di euro. I motivi? Il programma dell'intero matrimonio che avrebbe lasciato insoddisfatti i committenti, ma anche le stesse wedding planner che hanno denunciato situazioni al limite del tollerabile. 

Secondo il reportage del Daily Mail che si è appropriato delle carte relative alla causa, per mettere su un matrimonio lungo tre giorni presso la villa lussosissima dei Peltz a Palm Beach con 500 invitati e ogni tipo di comfort, c'è stato chi ha dovuto subire non poche pressioni. L'evento (costato complessivamente oltre 3 milioni e 300mila euro) era stato affidato solo due mesi prima alla "Plan Design Events" delle wedding planners Nicole Braghin e Arianna Grijalba dopo che la precedente società di organizzazione aveva rinunciato all'incarico: compenso di 295.000 euro di cui la metà subito ed il resto a lavoro finito. Il saldo, però, non sarebbe mai avvenuto, e in risposta alla richiesta di avere il compenso pattuito, Nelson Peltz, consuocero di David e Victoria Beckham, ha fatto a sua volta causa per ottenere il resto dichiarando di averle licenziate settimane prima dell'evento.

93mila euro solo per il trucco della sposa

Nelson Peltz ha accusato le wedding planner Braghin e Grijalba di aver organizzato un evento talmente insoddisfacente da aver voluto addirittura annullarlo se non fosse stato per l'insistenza di sua moglie. Dal canto loro, le due hanno accusato i Peltz di aver tenuto nascosti molti dettagli alla famiglia Beckham, a partire dal costo del trucco e dell'acconciatura della sposa del valore di ben 93.000 euro alla decisione della sposa di indossare un abito di Valentino e non uno disegnato dalla casa di moda dell'ex Spice Girl, come da accordi.

Assurde sarebbero state anche le richieste per le wedding planner  di riscrivere cento volte la lista degli invitati, di cambiare i fiori bianchi che non andavano bene perché dovevano essere più bianchi, di creare un salone tutto rosa all'interno della villa con enormi colonne. Infine, rimostranze anche per il menu: gli ospiti sono stati invitati a mangiare prodotti della catena di hamburger statunitense Wendy con piatti rinominati per la festa, tra cui il panino "Nicola and Brooklyn Combo". Le wedding planner, però, non intendono arretrare e perseverano nella richiesta di quanto pattuito avendo lavorato per 17 ore al giorno. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le nozze milionarie di Brooklyn Beckham e Nicola Peltz finiscono in tribunale
Today è in caricamento