Giovedì, 29 Luglio 2021
Vip

Bruno Vespa replica al figlio: “Io padre assente? Lavorare non è una colpa”

Nel programma 'Vieni da me' il giornalista ha commentato le dichiarazioni del primogenito Federico a proposito della sua infanzia trascorsa con le baby sitter

Bruno Vespa a 'Vieni da me'

A sedere sulla ormai nota lavatrice del programma ‘Vieni da me’ è stato Bruno Vespa, disposto a raccontarsi al pubblico di Rai Uno anche nell’aspetto privato della sua vita.

La chiacchierata con Caterina Balivo si è rivelata l’occasione per commentare le dichiarazioni rilasciate recentemente dal figlio Federico che, parlando della sua giovinezza, non ha nascosto il rimpianto di aver voluto avere dei genitori più presenti. “Ho sempre rinfacciato ai miei genitori di essere cresciuto troppo con le baby sitter. So che non lo hanno fatto apposta, ma sono stati carenti. Lo sanno e lo abbiamo superato, ma io volevo una famiglia più presente. Volevo meno lusso ma due genitori più presenti con me”, aveva dichiarato il conduttore radiofonico ospite dello stesso programma, autore del libro ‘L’anima del maiale. Il male oscuro della mia generazione’ che racconta della sua depressione affrontata e superata.

Bruno Vespa commenta le dichiarazioni del figlio Federico

Commentando le dichiarazioni del Federico, Bruno Vespa ha così ricordato qualche aneddoto scolastico del figlio, spiegando di non essere stato un padre assente, ma solo molto impegnato lavorativamente: "Voleva che fuori dalla scuola ci fossimo noi, ma lì era pieno di mamme che non lavoravano... Io mi sono occupato delle sue marachelle scolastiche, con i suoi professori andavo a parlare io. E in certe occasioni non era proprio piacevole… Federico ha fatto una pessima scuola e me la sono sciroppata io. Non ero proprio questo padre assente, poi il padre baby sitter non potevo farlo...", ha affermato il conduttore di ‘Porta a Porta’: "Lavorare non è una colpa: io sto facendo da anni una campagna da anni per il lavoro delle donne, poi il risultato qual è? 'Mamma perché vai a lavorare e non stai con me?’...”.

Bruno Vespa sogna di diventare nonno

Se i miei figli non mi danno un nipote, li strozzo. Farò lo stalker dei miei figli, mi denunceranno…” ha poi aggiunto Bruno Vespa ammettendo il grande sogno di diventare nonno: “I miei figli sono giovani? Uno ha 40 anni, l'altro 38… Tra l'altro mio figlio Federico sarebbe un padre tenerissimo", ha confidato il giornalista che nel frattempo riserva le attenzioni da ‘nonno’ all’adorata cagnolina: "Proprio stamattina, mia moglie diceva: 'Se arriva un nipote, come lo diciamo alla cagnolina?”. Appello lanciato, dunque: i figli di Bruno Vespa tengano in conto…

Tutte le notizie di Gossip 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bruno Vespa replica al figlio: “Io padre assente? Lavorare non è una colpa”

Today è in caricamento