rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
lotta al cancro

Cancro, Carolina Marconi in lacrime: "La penultima chemio, ma giorni fa non sono stata bene"

Da mesi l'ex gieffina racconta via social la sua lotta contro il tumore. Ecco gli ultimi aggiornamenti

Penultima chemioterapia per Carolina Marconi. Ad annunciarlo è proprio l'ex gieffina attraverso il suo profilo Instagram, spiegando di essere crollata in lacrime al termine della terapia perché finalmente vicina alla fine. "Ieri ho fatto la penultima chemio bianca - scrive la 43enne - Avevo un po' di paura perché giorni fa non sono stata bene, raffreddore e tosse, mi sentivo ancora malaticcia. Il mio oncologo voleva posticipare la mia chemio x essere più tranquilli. Anche se le mie analisi erano perfette ma ho voluto farla lo stesso". Poi Carolina passa a raccontare tutti i dettagli di questo penultimo appuntamento con la chemio, che sta facendo da alcuni mesi presso l'ospedale Gemelli di Roma. 

"Finalmente toglierò il port dal braccio"

"Quattro ore lunghissime" sono quelle della terapia. "Era la prima volta nel reparto nuovo del Policlinico Gemelli reparto oncologia al terzo piano - prosegue Carolina, che racconta l'accoglienza ricevuta presso la struttura - Tutto nuovo, molto bello. Le poltrone colorate ognuna delle quali sopra aveva un quadretto con un fiore diverso l'uno dall'altro. La mia si chiamava Calla color panna". "Mi sono portata il mio inseparabile libro di Musso ma non sono riuscita a concentrarmi, ero troppo emozionata - dice ancora - Pensavo cavolo manca poco alla fine. E' la penultima e mi sono lasciata andare in un pianto liberatorio. Ero felice anche perché tra un po' toglierò il port dal braccio (cannula in vena) che mi accompagna ormai dall’inizio del mio percorso". 

Cancro, Carolina Marconi in ospedale: "Mi hanno tolto entrambi i seni, ho paura" 

Il pensiero alle nipotine, al futuro

Ora il pensiero va al futuro. Dopo la diagnosi arrivata in primavera, l'operazione subita ad aprile nel corso della quale le sono stati rimossi entrambi i seni (per poi avviare una ricostruzione) e il percorso di chemioterapia, è tempo della speranza. Della luce in fondo al tunnel. "Non dormo serenamente da mesi - ammette - E "rosico" a non poter prendere in braccio le mie nipotine. Ma quando la leverò sarò tutta x loro. Poi non vedo loro di tornare a fare sport con le mie amiche, pensavo anche a tutte le nuove conoscena fatte su Instagram". 

Il pensiero va a tutte le donne conosciute nel percorso di cura. "Entri automaticamente a far parte di un gruppo di donne fantastiche come una grande famiglia, ognuno supporta l’altra". 

Carolina Marconi mostra la cicatrice dell'operazione al seno

carolina amrconi chemio-2

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cancro, Carolina Marconi in lacrime: "La penultima chemio, ma giorni fa non sono stata bene"

Today è in caricamento