rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
lotta al tumore

Carolina Marconi, un appello tutto da leggere: l'inno alla vita dopo il cancro

La showgirl si immortala accanto al compagno Alessandro Tulli e lancia un appello a non dare niente per scontato. Il video è commovente

C'è sempre stato, sin dall'inizio. Sin da quando, in primavera, Carolina Marconi ha scoperto di avere un tumore al seno. Ancora non sapevano che il cancro avrebbe portato alla chemioterapia prima e alla asportazione della mammella poi per la showgirl, ma Alessandro Tulli non l'ha mai lasciata sola. Ed è così che nel pomeriggio di ieri l'ex gieffina ha deciso di condividere un video che è un vero e proprio inno alla vita accanto all'uomo che l'ha sempre sostenuta nei momenti più difficili. Un messaggio che è lettera per i follower per invitarli a godere di ogni singolo attimo.

"Alessandro Tulli sempre al mio fianco, grazie per farmi sentire sempre bella", scrive Carolina a corredo della clip. Nel video, vediamo Carolina che si lascia accarezzare la testa calva dall'ex calciatore e si scioglie in un sorriso. Lui, di tutta risposta, la bacia sul viso. "Oggi sono 18 giorni dopo la mia ultima chemio. Sono giorni di recupero, tornare alla vita normale non è facile", scrive ancora al donna. "Tra una settimana mi leveranno la cannula e potrò finalmente rivedere la luce, poi avrò la mammografia e a gennaio la total body", aggiunge. Poi passa in rassegna le ultime settimane e immagina le prossime, con una sola grande consapevolezza: "Non si molla".

"Difficile tornare come prima, il corpo non ce la fa"

Le parole successive sono tutte da leggere. E sono un invito alla vita. "Oggi mi sembra di vedere tutti che vanno a cento all'ora a differenza mia - scrive - Ho ri-iniziato a lavorare per essere anche un po' autonoma, ho cercato anche di fare un po' di sport ma capisco che il corpo ha bisogno di tempo per riprendere completamente tutte le forze anche se dentro sono piena di energia e voglia di fare. Devo avere ancora un po' di pazienza. Cerco di fare tutto comunque". 

Carolina Marconi si fotografa nuda in bagno: "Il tumore mi ha ucciso in tanti modi. Eccomi con le mie cicatrici"

In questi mesi Carolina non si è mai risparmiata nel confidare quanto le stava avvenendo. Tutto ha raccontato. Dalla diagnosi all'asportazione del seno fino alla festa che gli affetti più cari le avevano organizzato in reparto nel giorno della sua ultima chemioterapia: "Traguardo raggiunto, guerriera", c'era scritto sulle pareti della sala dall'ospedale, su un lenzuolo appeso.

"Le amiche erano nervose, io felice perché i dolori alle ossa erano passati"

Oggi il pensiero di Carolina va proprio agli affetti, alle amiche con cui non nasconde di aver vissuto alcune difficoltà in questi mesi così problematici. Un aperitivo con le amiche è stato proprio tra i primi irrinunciabili appuntamenti. "Un bell'aperitivo con le mie migliori amiche perché era da tanto tempo che non stavamo insieme; com'ero emozionata, prima, rimanevo in silenzio ad osservarle - prosegue - Anna un po' nervosa perché non avevo mai tempo per lei e per il lavoro. Le mie amiche: le vedevo ansiose, preoccupate e mi dispiaceva perché sono come sorelle e le vorrei vedere solo felici. Io, dal canto mio, mi sentivo la donna più felice del mondo perché finalmente dopo tanto tempo mi sentivo spensierata, senza dolori alle ossa, senza nausea o mal di testa, ma soprattutto senza paura: la salute è il bene più prezioso". 

Cancro, Carolina Marconi in ospedale: "Mi hanno tolto entrambi i seni, ho paura"

La conclusione è un appello a non perdersi nel dare per scontata la quotidianità. "Bisogna farsi scivolare le cose nella vita, vivere con leggerezza. Godetevi ogni singolo giorno della vostra vita nn vale la pena arrabbiarsi". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carolina Marconi, un appello tutto da leggere: l'inno alla vita dopo il cancro

Today è in caricamento