rotate-mobile
Mercoledì, 6 Luglio 2022
Vip

"Brutta, un maschiaccio sempre in tuta", Chiara Ferragni da ragazzina

L'influencer, che presenterà alla Mostra di Venezia il documentario sulla sua vita, si racconta a partire dall'infanzia

Come immaginate Chiara Ferragni da ragazzina? Risposta sbagliata. La descrizione perfetta la fa direttamente la nota influencer ed è quella che nessuno, a vederla oggi, avrebbe mai immaginato. "Brutta - ha raccontato a Grazia -. Avevo i capelli corti, indossavo sempre tute. Un maschiaccio, cercavo di essere il figlio maschio che mio padre non aveva avuto".

Poi l'intuizione - e la passione - della moda, ma anche lì agli inizi non è stato affatto semplice: "Ero spaesata. Tutti si conoscevano e nessuno conosceva me. Avevo paura di non riconoscere le celebrità, o di vestirmi in modo non consono. Sentivo la gente chiedersi: 'Ma questa chi è?'. Oppure: 'Durerà poco, sei mesi e sparisce'. Ci rimanevo male perché erano parole che ferivano la mia sicurezza. Tornavo a casa e pensavo alle cattiverie, ma poi ho capito che sarebbe stato meglio fregarsene".

Chiara Ferragni, il documentario sulla sua vita

'Chiara Ferragni - Unposted', è questo il titolo del documentario sulla sua vita che verrà presentato fuori concorso alla Mostra del Cinema di Venezia. "E' stata un'esperienza incredibile, quasi una seduta di psicoanalisi - ha commentato la diva del fashion -. Per me, abituata a raccontarmi direttamente, lasciarmi raccontare non era facile". Il film sarà nelle sale italiane il 17 settembre, poi sulla piattaforma Amazon Prime Video.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Brutta, un maschiaccio sempre in tuta", Chiara Ferragni da ragazzina

Today è in caricamento