Mercoledì, 23 Giugno 2021
Vip

Claudio Amendola: "Dopo l'infarto ho capito che la felicità era un'altra cosa"

L'attore romano è un uomo nuovo dopo il terribile spavento dello scorso settembre

Claudio Amendola alla presentazione del film "Hotel Gagarin". foto @Ansa

L'infarto che lo ha colpito qualche mese fa lo ha cambiato molto. Oggi Claudio Amendola è un uomo nuovo, con tante consapevolezze, prima fra tutte l'importanza degli affetti e del tempo.

L'attore romano lo ha ricordato ai nostri microfoni in occasione della presentazione stampa di "Hotel Gagarin", film di Simone Spada che lo vede tra i protagonisti. "Ho sempre creduto di essere felice e lo sono anche sempre molto stato, poi ho avuto l'infarto e ho capito che la felicità era un'altra cosa. Non era quella rincorsa al successo, al lavoro, ai soldi. Quella sera ho capito che la felicità era tutto il tempo che mi rimaneva". 

L'intervista integrale

intervista amendola-2

Claudio Amendola: "Dopo l'infarto ho perso 14 kg"

L'attore ha parlato di come è cambiata la sua vita dopo l'infarto anche la scorsa settimana a "

Vuoi scommettere?". "A settembre ho avuto quella cosa che succede molti uomini dopo i 50 anni - ha spiegato - Quella schiccheretta al cuore, quell'infartino che ti rimette dritto per il resto della vita. Ho smesso di fumare, bere, magniare male, ho perso 14 kg. E' una piccola cosa che mi ha fatto capire che la vita è meravigliosa. E' una delle mie scommesse vinte. Quella notte ho detto a me stesso 'scommettiamo che domattina sto bene?' e così è stato".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Claudio Amendola: "Dopo l'infarto ho capito che la felicità era un'altra cosa"

Today è in caricamento