rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Vip

Violenza contro la colf, il figlio di Gigi D'Alessio rinviato a giudizio

Secondo l'accusa Claudio D'Alessio avrebbe aggredito la governante che viveva in casa con lui e si lamentava per i rumori notturni. I fatti risalgono al 2014

Bufera su Claudio D'Alessio. Il figlio di Gigi D'Alessio è stato rinviato a giudizio per violenza privata e lesioni. Ad accusarlo la sua ex colf, una donna ucraina di 55 anni, che sostiene di essere stata aggredita e minacciata dal 30enne nella notte del 5 luglio 2014.

La governante viveva in casa con D'Alessio junior e l'allora compagna Nicole Minetti. "Ho chiesto a Claudio D'Alessio di non fare rumore, perché non riuscivo a dormire - ha raccontato la donna, come riporta Il Tempo - Ma lui mi ha risposto: 'E' casa mia, faccio quello che mi pare', con un atteggiamento irascibile e violento. A quel punto gli ho detto, alla presenza di Nicole Minetti, di pagarmi il dovuto, così l'indomani me ne sarei andata, perché non ce la facevo più a essere sfruttata e maltrattata".

La richiesta avrebbe mandato su tutte le furie il figlio del noto cantante, provocando una reazione violenta. D'Alessio, secondo la versione della colf, l'avrebbe spintonata contro il muro e minacciata con una sedia. Tra le accuse della donna anche quella di lavorare in nero e "al limite della schiavitù".

Claudio D'Alessio ha sempre respinto ogni accusa, ma ora la vicenda finisce in Tribunale.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza contro la colf, il figlio di Gigi D'Alessio rinviato a giudizio

Today è in caricamento