rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Vip

Pierdante Piccioni, il medico che ha ispirato Doc: "In ospedale mi trattano come se fossi Luca Argentero"

Il medico che ha ispirato la storia raccontata dalla serie di Rai 1 ha riportato la sua esperienza successiva al successo televisivo

Pierdante Piccioni è il medico che a causa di un incidente perse la memoria dei suoi ultimi 12 anni di vita. Il suo libro ‘Meno dodici’ edito da Mondadori ha ispirato la fiction Doc – Nelle tue mani in cui Luca Argentero lo interpreta con un successo straordinario che, in un certo senso, ha cambiato la sua vita. Al settimanale Oggi Piccioni ha raccontato le conseguenze di questa popolarità.

“Con Argentero ci invitano in tutto il mondo a presentare la serie. Siamo stati chiamati in un mucchio di quei Paesi che non li ricordo tutti, dal Canada alla Nigeria, dal Sudafrica alla Spagna, al Brasile, all’Australia. È diventato quasi un secondo lavoro, che faccio fatica a ritagliarmi negli spazi che mi restano in ospedale” spiega Pierdante Piccioni che lavora a Lodi e Codogno, noti per essere stati i primi luoghi in cui è scoppiato il Covid. “Noi, è da allora che siamo in trincea. Così a volte devo fare proprio i salti mortali per riuscire a mettere insieme gli appuntamenti” aggiunge.

La vera storia di Doc, il dottor Pierdante Piccioni interpretato da Luca Argentero 

Il successo internazionale di Doc

Scrive ancora Piccioni: “A marzo Luca Argentero e io dobbiamo andare a Lille, ospiti d’onore di Series Mania, il più importante festival internazionale delle fiction. Presenteremo la seconda serie di Doc. La prima ha avuto un successo straordinario in Francia, raddoppiando addirittura lo share di Tf1, benché trasmessa in lingua originale con i sottotitoli. E hanno già comprato la seconda a scatola chiusa. È un successo mondiale, incredibile: è la fiction italiana più venduta al mondo, più di Montalbano, acquistata da cento Paesi”.

E proprio restando sul clamoroso successo di Doc, Piccioni ha anticipato che a fine marzo si prevede l’uscita del romanzo di Doc Due, basato sulla storia della fiction che ormai induce a identificarlo con l’attore che lo interpreta. “Quando vado alla mensa dell’ospedale, la signora Maria mi chiama sempre: “Ehi Doc, che cosa mangiamo oggi?”. Poi mi riempie il piatto con doppie porzioni. Basta Maria, le dico. “Ti vedo troppo patito in tv, devi mangiare”. Ma quello è Argentero, non sono io. Lei non ci sente. “Aaah, Doc, mangia e stai zitto”” conclude.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pierdante Piccioni, il medico che ha ispirato Doc: "In ospedale mi trattano come se fossi Luca Argentero"

Today è in caricamento